Progressioni di accordi: La guida completa per i principianti

Progressioni di accordi: La guida completa per i principiantiProgressioni di accordi: La guida completa per i principianti

Le progressioni di accordi sono i mattoni delle canzoni. Dopo tutto, una progressione di accordi serve come schema prevedibile che costituisce la base per far fiorire altre melodie, ritmi e idee musicali. Ma come nasce una progressione di accordi? E qual è la teoria alla base?

Qui di seguito vi spiegheremo tutto quello che c'è da sapere sulle progressioni di accordi e su come costruirle. Condivideremo anche alcuni consigli per creare progressioni uniche, in modo che le vostre composizioni possano distinguersi dalla massa.

Cosa sono gli accordi e le progressioni di accordi?

Nella loro forma più semplice, gli accordi sono collezioni di note che risultano gradevoli dal punto di vista sonoro se suonate insieme. Le progressioni di accordi sono schemi di accordi che aiutano a evocare una certa sensazione nell'ascoltatore. Esiste una manciata di progressioni di accordi comuni che si sentono nella maggior parte della musica moderna, ma una volta compreso come si creano gli accordi, si può andare ben oltre le progressioni di accordi più popolari per espandere il proprio vocabolario sonoro.

Proprio come i gradi della scala, i diversi tipi di accordi sono indicati con i numeri romani. Gli accordi con numeri romani maiuscoli indicano accordi maggiori, mentre quelli con numeri romani minuscoli sono accordi minori. Di solito si vedono progressioni di accordi composte da tre o quattro accordi, anche se questi numeri non sono assoluti. Esistono anche molte progressioni di due e cinque accordi, sebbene siano meno comuni di quelle di tre o quattro accordi.

Come si creano gli accordi 

Per capire come funziona una progressione di accordi, è necessario innanzitutto capire cos'è un accordo. In sostanza, un accordo è un insieme di altezze o note. Queste note hanno di solito una forte relazione tra loro, stabilita all'interno di una particolare tonalità.

Gli accordi sono solitamente composti da almeno tre note. Prendono il nome dalla tonalità su cui si basano. Ad esempio, l'accordo di Do maggiore utilizza le note della scala maggiore della tonalità. Nella tonalità di Do maggiore, una scala maggiore è C D E F G A B C. Lo sappiamo utilizzando la formula universale delle scale maggiori, che è passo intero-passo intero-mezzo passo intero-passo intero-passo intero-mezzo passo intero (WWHWWWH), come mostrato di seguito.

Cosa sono le progressioni di accordi

Un passo intero è costituito da due semitoni o da due tasti del pianoforte, mentre un mezzo passo è la distanza di un tasto del pianoforte o di un semitono. All'interno di una scala, esistono diversi tipi di note, denominati gradi della scala. I gradi della scala e le relazioni tra alcune note sono coerenti indipendentemente dalla scala utilizzata. La differenza principale tra le varie scale è la nota iniziale e il tipo di scala (maggiore, minore, pentatonica, diminuita, ecc.).

Per questo esempio, consideriamo i gradi della scala di Do maggiore:

1°: C - Tonica

2°: D - Supertonico

3°: E - Mediant

4°: F - Sottodominante

5°: Sol - Dominante

6°: A - Submediante

7°: B - Tono principale

Un accordo maggiore è composto dalla tonica, dalla mediante e dalla dominante o dal 1°, 3° e 5° grado della scala. Pertanto, nella tonalità di C maggiore, un accordo di C maggiore è C-E-G. Gli accordi composti da tre note sono chiamati triadi. Si possono avere anche accordi con note aggiuntive.

Per esempio, un accordo di settima di Do maggiore, o Cmaj7, è composto da C-E-G-B. Notate come questo accordo sia proprio come il Do maggiore, solo con l'aggiunta del settimo grado della scala o tono principale, che si dà il caso sia il Si. Esistono diverse formule per vari tipi di accordi, che illustreremo in dettaglio qui di seguito.

accordi maggiori

Nel grafico qui sopra, si può vedere come i diversi gradi della scala possono essere utilizzati per creare accordi diversi. Ogni tipo di accordo ha una propria formula, per così dire, che illustreremo di seguito.

Accordi maggiori

L'accordo maggiore è una delle basi più popolari per le progressioni comuni nella musica occidentale. È possibile creare una triade maggiore aggiungendo il terzo e il quinto grado della scala maggiore alla tonica di una scala maggiore. Le triadi maggiori hanno un suono più allegro e contribuiscono a enfatizzare la nota fondamentale o la tonica di una scala. In sol maggiore, un accordo di sol maggiore è composto dalle note sol, si e re della scala di sol maggiore. Qualsiasi accordo costruito a partire dal 1°, 3° e 5° grado di una scala maggiore è considerato una triade maggiore.

Accordi minori

L'accordo minore è un altro accordo popolare che rappresenta la radice di una scala minore. Proprio come un accordo maggiore, una triade minore è composta dal primo, terzo e quinto grado della scala minore. Prendiamo ad esempio la scala di La minore, composta da La, Si, Do, Re, Mi, Fa e Sol. Utilizzando la formula, possiamo dedurre che un accordo di La minore è composto da La, Do e Mi.

Accordi diminuiti

Come le altre triadi, gli accordi diminuiti si basano sul primo, terzo e quinto grado della scala. Per creare un accordo diminuito, la tonica di una scala maggiore viene sovrapposta a una terza e a una quinta schiacciate della scala. Quindi, per formare il do diminuito, l'accordo maggiore do, mi, sol si trasforma in do, mi bemolle e sol bemolle.

Accordi di settima 

Se volete aggiungere un po' più di profondità ai vostri accordi, potete aggiungere il settimo grado a un accordo. Gli accordi di settima si formano prendendo una triade e aggiungendo il tono principale. Se utilizziamo un accordo di Do maggiore come esempio, Do, Mi, Sol si trasforma in CMaj7 con le note Do, Mi, Sol, Si.

Inversioni

Le inversioni si riferiscono ad accordi composti dalle stesse note di un accordo tipico, con la differenza che la nota fondamentale non si trova nella base della nota. Prendiamo ad esempio il Do maggiore: il Do maggiore è tipicamente scritto come Do, Mi e Sol, con la tonica come base. Quindi, un'inversione dell'accordo di do maggiore potrebbe essere mi sol do o sol do mi.

Accordi di tonica, dominante e predominante

I diversi tipi di accordi possono essere generalizzati, proprio come i gradi della scala. Capire come funzionano questi tipi di accordi può rendere più facile creare una progressione di accordi che abbia molto senso. Gli accordi possono essere classificati come accordi di tonica, di dominante e di predominante:

Tonico

Questi tipi di accordi hanno una forte relazione con la tonica di qualsiasi scala. Gli accordi di tonica sono gli accordi di I, III e VI di una scala.

Dominante

Gli accordi di dominante enfatizzano il 5° e il 7° grado della scala. Gli accordi di dominante sono l'accordo di V e l'accordo di VII.

Predominante

Gli accordi di predominanza o di sottodominanza contribuiscono a creare la quarta perfetta all'interno di una scala. Questi accordi sono il IV e il II accordo.

accordi di tonica, dominante e predominante

I diversi tipi di progressioni di accordi

Nel mondo della musica esistono diversi tipi di progressioni di accordi.

Progressioni di accordi diatonici

Il termine diatonico significa semplicemente che utilizza le note all'interno di una scala. Pertanto, una progressione di accordi diatonici utilizza solo note contenute in una scala. Quindi, una progressione di accordi diatonici che utilizza la scala di Do maggiore sarebbe qualcosa come C-G-Am-F. Si tratta di progressioni di accordi piuttosto semplici e abbastanza armoniose.

Progressioni di accordi in minore naturale

Queste progressioni di accordi utilizzano solo le note di una scala minore. Quindi, una progressione di accordi in minore naturale che utilizza la tonalità di La minore potrebbe essere qualcosa come Am-F-G. Potrebbe anche essere qualcosa come Em-G.

Progressioni di accordi minori melodici

Le progressioni di accordi minori melodici sono costruite a partire dalla scala minore, ma con un 6° e un 7° grado di scala aumentati. Pertanto, queste progressioni utilizzano accordi della scala minore melodica. Quindi, una progressione di accordi minori melodici potrebbe essere qualcosa come Cmin-F-G-Cmin.

Progressioni di accordi minori armonici

Gli accordi minori armonici sono quelli costruiti a partire dalla scala minore armonica. È simile alla scala minore naturale, ma la scala minore armonica presenta una settima innalzata. Quindi, una progressione di accordi minori armonici potrebbe essere qualcosa come Am-F-G#dim.

5 progressioni di accordi che ogni musicista dovrebbe conoscere

Troverete esempi di progressioni di accordi comuni sparsi in tutta la musica popolare. Queste progressioni di accordi comuni possono essere utilizzate come ispirazione per sviluppare la propria o suonate così come sono. Ecco un paio di progressioni di accordi comuni che dovrete conoscere come musicisti.

I-IV-V-I

Questa progressione di accordi si ritrova in tutte le canzoni rock, anche se ancora oggi è presente nella musica pop. Basta ascoltare la progressione nella canzone di successo "Despacito":

I-V-vi-IV

Si tratta di una progressione di accordi molto popolare che ha dominato le classifiche. Date un'occhiata a come viene utilizzata nel classico "She Will Be Loved" dei Maroon 5:

I-V-iv-I

Si tratta di un'altra progressione di accordi comune nelle canzoni popolari di un'ampia gamma di generi. Ascoltate "Africa" dei Toto per sentire questa progressione di accordi in azione:

vi-IV-I-V

Si tratta di una classica progressione di quattro accordi che sicuramente piacerà. Ascoltate gli accordi suonati nella strofa di "Let It Be" dei Beatles per avere un assaggio del suo suono:

I-vi-ii-V

Questa progressione di accordi è stata utilizzata per secoli. Si veda il suo utilizzo nella canzone classica "Heart and Soul":

Come scrivere la propria progressione di accordi

Ora che avete un paio di progressioni di accordi comuni da cui attingere, vediamo come scriverne una tutta vostra! Ecco un procedimento passo dopo passo per creare progressioni di accordi.

1. Scegliere una chiave 

Le progressioni di accordi funzionano lavorando all'interno di una determinata tonalità. Per iniziare, decidete quale tonalità e quale scala volete usare per creare gli accordi. Non esiste un modo corretto di interpretare la sensazione di una progressione di accordi, ma in genere si può associare un tono più allegro e allegro a una tonalità maggiore e una sensazione più cupa a una tonalità minore.

2. Costruire l'accordo di partenza

Una volta decisa la tonalità di partenza, utilizzate l'accordo di tonica o l'accordo iniziale come accordo di partenza. In genere una progressione di accordi è composta da quattro accordi, ma può essere composta da cinque o più accordi a seconda della velocità dei cambi di accordo. Si può anche migliorare l'accordo di partenza aggiungendo settime o note principali alla triade comune per ottenere una maggiore profondità sonora.

3. Utilizzare un riferimento di progressione 

Non c'è niente di male nell'usare un diagramma di riferimento per gli accordi! Questo piccolo cheat sheet vi mostrerà come creare una progressione di accordi diatonici in tutte le chiavi. Potete iniziare a combinare insieme diversi gradi di accordi o utilizzare uno dei modelli comuni discussi in precedenza.

Grafico di riferimento:

4. Aggiungere note

Non abbiate paura di rendere più vivace la vostra progressione di accordi aggiungendo altre note. È possibile convertire facilmente gli accordi in accordi di settima aggiungendo un grado di scala in più o inserendo note tra un accordo e l'altro per facilitare la transizione da un accordo all'altro.

5. Provare 

In caso di dubbio, provate! Non ci sono regole ferree quando si tratta di costruire una progressione di accordi, quindi sentitevi liberi di sperimentare. Potreste ritrovarvi a tornare ad alcune delle progressioni di accordi più popolari, e va bene lo stesso. Come dice il proverbio: "Se non è rotto, non aggiustarlo"!

Suggerimenti per creare progressioni di accordi interessanti

Ora che conoscete le basi delle progressioni di accordi più comuni, date un'occhiata a questi suggerimenti per accelerare il vostro flusso di lavoro e creare progressioni di accordi più interessanti.

Utilizzo del trucco 4/3

Se siete in difficoltà o non avete memorizzato le scale musicali, niente panico! Potete usare il trucco dei 4/3 per determinare qualsiasi accordo maggiore. Per farlo, selezionate la nota fondamentale di una scala. Per trovare le altre due note dell'accordo, bisogna prima salire di quattro semitoni. Se si parte da C, si arriva a E. Da E, si sale di altri tre semitoni per trovare la nota finale della triade, G. Si può anche invertire il trucco di 3/4 per determinare gli accordi minori usando qualsiasi scala.

utilizzando la regola dei 4/3

Settima dominante

Uno degli accordi più popolari che esulano dalla struttura di base minore o maggiore è l'accordo di settima dominante. Questo tipo di accordo viene spesso utilizzato per ricondurre alla tonica o all'accordo I. Per creare un accordo di settima dominante, occorre innanzitutto creare un accordo di settima maggiore. Quindi, abbassate la settima nota di un singolo semitono. Così per CMaj7 (C, E, G, B), l'accordo di settima dominante diventa C, E, G, B bemolle. L'accordo di dominante viene spesso utilizzato in generi come il blues, il rock e il jazz.

settimo dominante

Policordi

Se cercate un modo rapido per costruire diverse progressioni di accordi, create un poliacordo. I policordi combinano essenzialmente due accordi maggiori o minori e creano un singolo accordo più grande della tipica triade. Per esempio, si possono facilmente combinare gli accordi di Do maggiore (Do, Mi, Sol) e di Sol maggiore (Sol, Si, Re) per creare CMaj9, che consiste nelle note di Do, Mi, Sol, Si, Re.

policordi

Per qualsiasi musicista è importante capire le progressioni di accordi, sia che si tratti di un produttore, di un autore, di un ingegnere o di una via di mezzo. Speriamo che questa guida vi faciliti la costruzione di progressioni di accordi con sicurezza e la decodifica di una particolare progressione di accordi quando la incontrate. Con un po' di teoria musicale, è possibile decodificare qualsiasi canzone.

Date vita alle vostre canzoni con un mastering di qualità professionale, in pochi secondi!