Come armonizzare le voci: La guida completa

Come armonizzare le voci: La guida completaCome armonizzare le voci: La guida completa

Imparare ad armonizzare le voci è un'abilità essenziale per qualsiasi cantante o musicista in erba. Praticamente ogni canzone utilizza voci armonizzate inserite nella struttura della progressione degli accordi, quindi capire l'armonia è essenziale per fare musica.

Di seguito vi spiegheremo cos'è l'armonia e come funziona l'armonia vocale, in modo che possiate iniziare a incorporare l'armonizzazione nella vostra musica. Facciamo un salto nel buio!

Che cos'è l'armonia vocale?

Per capire l'armonia vocale, dobbiamo comprendere le basi dell'armonia. Per definizione, l'armonia è il suono di due o più suoni suonati simultaneamente. Pertanto, una nota armonica è una qualsiasi nota che viene suonata in aggiunta alla nota melodica. Tuttavia, quando creiamo un'armonia, di solito basiamo le note su determinate combinazioni di note chiamate intervalli.

Gli intervalli rappresentano la distanza tra alcune note di una scala o di una famiglia di note. È possibile approfondire la teoria musicale , ma in sostanza è sufficiente sapere che esistono sette note principali e che ogni scala prende il nome dalla nota fondamentale, che funge da prima nota della scala.

armonie vocali

Dove si usa l'armonia vocale?

L'armonia vocale è presente ovunque si trovi la musica. Ecco alcuni dei luoghi più comuni in cui è possibile ascoltare l'armonia.

Voci di sottofondo

Uno dei luoghi più comuni in cui è possibile ascoltare un'armonia vocale è la sezione vocale di sottofondo di una canzone. La voce principale di solito canta la melodia di una canzone, ma l'armonia può essere utilizzata per sostenere queste idee fornendo una struttura di accordi più ampia nei voicings di una canzone.

Progressioni di accordi

Poiché l'armonia è essenzialmente più di una nota suonata simultaneamente, le progressioni di accordi sono piene di armonizzazioni. Non c'è bisogno di molta teoria musicale per capire implicitamente che certi accordi suonano bene l'uno accanto all'altro, ma ciò può essere in gran parte attribuito alla nota fondamentale, alle armonie di supporto e al punto in cui queste note conducono per produrre l'accordo successivo nella progressione.

Gli accordi adiacenti in una progressione spesso condividono alcune delle stesse tonalità o note all'interno degli accordi per passare da una parte all'altra della progressione.

Cori

Le parti corali sono progettate per creare armonia enfatizzando le relazioni sonore tra le diverse parti corali. È più comune che le parti soprano o tenore cantino la melodia vocale del brano, mentre gli altri cantanti del coro sottolineano la melodia vocale con l'armonia.

Armonie comuni

armonia vocale

Quali sono le armonie più comuni? Le parti dell'armonia si traducono praticamente in qualsiasi tonalità, anche se può essere utile avere un esempio concreto per dimostrare queste relazioni. Per i nostri scopi, immaginiamo di dover cantare delle armonie nella tonalità di Do maggiore.

La tonalità di Do è probabilmente la più semplice, poiché consiste in tutti i tasti bianchi, ovvero Do, Re, Mi, Fa, Sol, La B della scala maggiore senza bemolle o diesis. Le note fondamentali di una tonalità sono le note che definiscono o le prime note di una scala. Pertanto, la nota fondamentale in questo scenario è il Do.

È inoltre importante comprendere il linguaggio dei gradi della scala e delle tonalità degli accordi. In sostanza, il grado di una scala descrive la posizione di una nota in una scala. La nota principale è la prima, seguita dai numeri corrispondenti nella scala.

Nel caso di C Major, C è la nota principale, D è la seconda, E è la terza, e così via. Questi gradi della scala hanno anche relazioni speciali nel contesto di una progressione di accordi, chiamate tonalità degli accordi. I toni degli accordi possiedono qualità diverse, come illustrato di seguito. Ecco alcuni dei toni di accordo più comuni di cui si sente parlare in relazione alle armonie.

Terzi

La terza è una nota chiave dell'armonia, poiché spesso determina la qualità di un accordo. Per esempio, un accordo di Do maggiore, composto da radice, terza maggiore e quinta, è formato dalle note C E G. Un accordo di Do minore o un intervallo minore è molto simile, ma ha una terza schiacciata, che lo rende C Eb G. Quando scrivete le armonie, dovrete prestare particolare attenzione alle terze, perché possono alterare completamente la sensazione del brano.

Si noti che gli accordi minori evocano tipicamente tristezza o mistero, mentre gli accordi maggiori hanno generalmente una qualità di tono più felice e ottimista.

Quarto

L'intervallo di quarta o intervallo di quarta perfetta descrive la relazione tra le note armoniche C e F nella tonalità di C maggiore. La parte armonica si trova a quattro gradini di distanza dalla nota fondamentale e mantiene comunque una relazione forte e generalmente piacevole dal punto di vista sonoro all'interno della scala. Queste note di armonizzazione sono meno comuni di quelle mostrate con le terze minori o maggiori o con le quinte perfette, ma vale comunque la pena di comprenderle per cantare l'armonia.

Quinte

Il quinto grado della scala, talvolta chiamato dominante, ha la relazione più forte con la nota melodica o la nota fondamentale di una scala. Le quinte sostengono gli accordi di base di una canzone e possono contribuire a definire una tonalità grazie alla loro importanza. In un accordo maggiore come C maggiore, la quinta è G. L'accordo di quinta in C maggiore è quindi G maggiore secondo la tonalità di C maggiore.

Non preoccupatevi se non siete dei maghi della teoria musicale: il nocciolo della questione è che le note fondamentali e le quinte hanno un forte legame poiché definiscono gli accordi, quindi se qualcuno sta firmando una melodia, esercitatevi a cantare la quinta nota di quella scala per creare della bella musica!

Ottave

Un'ottava è simile alla nota melodica; viene solo suonata a un intervallo più alto o più basso rispetto alla nota originale. Se immaginate un pianoforte, le scale si ripetono dopo 8 note, quindi C D E F G A B passa direttamente al C successivo.

Alle note del pianoforte viene assegnato un certo numero di nota in relazione alla loro posizione rispetto al Do centrale. Il Do centrale è considerato la parte più centrale del pianoforte e si chiama C4. Una nota C suonata un'ottava intorno è C5, mentre una nota C inferiore è C3, e così via. Le parti melodiche del coro, come il soprano e il tenore, sono spesso le stesse note melodiche, solo separate da una o due ottave.

Come armonizzare le voci

come scrivere armonie vocali

Siete pronti a cantare un'armonia? Ecco quattro semplici passaggi che vi aiuteranno a cantare l'armonia di qualsiasi canzone:

1. Trovare la nota radice

Per creare un'armonia, è necessario partire da una nota melodica. Se il vostro orecchio non è in sintonia con toni distinti, iniziate a suonare ripetutamente una singola nota al pianoforte finché non riuscite ad adattarla alla vostra voce. Cantate le note che rientrano nella vostra gamma e scegliete una nota melodica da cui sia facile partire. Man mano che le vostre capacità di armonizzazione si svilupperanno, avrete più spazio per sperimentare, ma per il momento attenetevi a una melodia semplice.

2. Costruire una triade a partire da quella nota

Ora, la parte dell'armonia! Prendete la nota iniziale e create un intervallo di terza maggiore. Per fare ciò, esercitatevi a cantare la nota principale nella vostra DAW o nei memo vocali. Riproducete la registrazione della nota principale mentre cantate la terza nota maggiore o la terza nota della scala maggiore della vostra melodia. Per una sfida, provate a eseguire intervalli minori invece di intervalli maggiori.

Se volete fare un ulteriore passo avanti nella parte armonica, cantate anche la quinta linea armonica perfetta. Potrebbe essere più difficile cantare le parti quando la melodia sta suonando, quindi all'inizio dovrete concentrarvi sulla creazione dei soli brani armonici. Questo è naturale: il nostro orecchio vuole risolvere il problema cantando la melodia o la nota fondamentale della scala.

Con la pratica, cantare l'armonia sulla melodia sembrerà una seconda natura. Se avete difficoltà a raggiungere le note desiderate, procedete per gradi con un aiuto strumentale. Suonate la nota desiderata prima di cantare con la vostra voce. Fate coincidere i toni e voilà! Avete creato l'armonia della melodia principale.

3. Sperimentare diverse combinazioni di note

Una volta acquisita una maggiore dimestichezza nel cantare l'armonia di una determinata melodia, provate altre note al di fuori degli intervalli di terza e quinta. Ricordate che le armonie funzionano grazie a più di una nota suonata simultaneamente, quindi finché cantate le note giuste secondo una scala, state creando un'armonia. Sperimentate l'aggiunta di toni di passaggio o di altri gradi della scala e prendete nota di come l'aggiunta di certi intervalli cambi l'atmosfera generale della canzone.

4. Canta forte e fiero

Ricordate che imparare a cantare in armonia può richiedere tempo, ma siete più che capaci di farlo! Cantate ad alta voce e con orgoglio, in modo da essere in grado di individuare i vostri errori e migliorare rapidamente. In caso di dubbio, investite in lezioni di musica o prendete in considerazione la possibilità di collaborare con altri musicisti che possano guidarvi nel processo.

5 consigli per creare armonie vocali straordinarie

come fare le armonie vocali

Ora che sapete come costruire le armonie, cantare le armonie dovrebbe essere un gioco da ragazzi! Ecco alcuni suggerimenti aggiuntivi per aiutarvi a creare forti armonie vocali nella vostra musica:

1. Guarda verso gli accordi

Se avete difficoltà a creare armonie, concentratevi sulla creazione di accordi. Nella maggior parte dei casi, se si canta un accordo maggiore, cioè una nota fondamentale, una terza e una quinta, il suono sarà sicuramente buono! Ispiratevi alle progressioni di accordi e all'accompagnamento strumentale. Abbinate la vostra voce ai toni degli accordi e in poco tempo riuscirete a costruire armonie vocali straordinarie.

2. Utilizzare un aiuto strumentale

Anche se siete alle prime armi con il canto, potete sicuramente imparare a costruire armonie con l'aiuto di uno strumento. Scegliete una nota all'interno della vostra gamma e abbinatela al tono. Poi, costruite su di essa! Potete iniziare cantando la terza minore o la terza maggiore della nota principale e poi aggiungere la quinta per creare un accordo armonico.

Sperimentate diverse tonalità di accordi e registrate ogni nota in memo vocali nella vostra DAW. Iniziate ad armonizzare con voi stessi e, col tempo, sarete in grado di armonizzare a orecchio le melodie di base. Tutto sta nell'allenare l'orecchio, quindi avere un riferimento oggettivo come un pianoforte o una chitarra accordati può aiutarvi ad allineare la voce in modo appropriato. Se non si dispone di uno strumento proprio, si può anche utilizzare un'applicazione di tastiera virtuale per esercitarsi nell'armonizzazione.

3. Trovare i riferimenti

Imparare a cantare l'armonia significa anche saperla identificare. Cercate di individuare le parti armoniche quando ascoltate la musica e analizzate come è stata creata. Nella maggior parte della musica occidentale, le armonie sono ancora costruite a partire dalla terza e dalla quinta. Una volta che avrete iniziato a sintonizzare il vostro orecchio con il mondo dell'armonia, dovreste essere in grado di sbloccare qualsiasi canzone, poiché le armonie seguono schemi simili, soprattutto nella musica popolare.

4. Unirsi a un coro

I cori possono fornire un'istruzione formale, una guida e, soprattutto, altre voci con cui esercitarsi nell'armonia. Anche se non avete un coro locale, ci sono molti cori Zoom o online a cui potete unirvi virtualmente se siete seriamente intenzionati a migliorare le vostre capacità.

5. La pratica rende perfetti

Imparare a cantare l'armonia è un'abilità. Non è detto che si riesca a cantare un'armonia perfetta da un giorno all'altro, ma esercitandosi un po' ogni giorno si può raggiungere l'obiettivo più velocemente di quanto si pensi. Ricordate che dovete allenare le vostre orecchie tanto quanto la vostra voce. Sfidate voi stessi a cantare al di fuori della melodia e improvvisate armonie sulle vostre canzoni preferite per allenare l'orecchio.

Con un po' di pratica e di allenamento dell'orecchio, sarete in grado di creare un'armonia piacevole con qualsiasi canzone. Divertitevi ad armonizzare ovunque e dappertutto!

Dai vita alle tue canzoni con un mastering di qualità professionale, in pochi secondi!