Che cos'è la sincope e come usarla nella vostra musica?

Che cos'è la sincope e come usarla nella vostra musica? Che cos'è la sincope e come usarla nella vostra musica?

Anche se non lo sapete, sicuramente avete già sentito le sincopi nella musica.

È uno dei migliori elementi ritmici per creare groove unici e aiutare i brani a essere più dinamici.

Tuttavia, comprendere le basi del funzionamento della sincope può essere complicato.

Per questo motivo, ci occuperemo della sincope e delle sue importanti caratteristiche, in modo che possiate iniziare a utilizzarla nella vostra musica!

Che cos'è la sincope nella musica?

La sincope si ha quando si esegue un ritmo o un insieme di ritmi sugli offbeat della pulsazione comune.

L'aspetto interessante della sincope è che è un po' difficile da descrivere fuori dal contesto, in quanto è un elemento della teoria musicale che si sente meglio di quanto si senta.

Prima di immergerci nell'esplorazione di questo complesso elemento teorico, è importante che abbiate una conoscenza di base del funzionamento del ritmo nella musica.

Le basi del ritmo

Ci sono un paio di concetti fondamentali da conoscere quando si parla di ritmo.

In ogni brano musicale è presente una firma temporale, che definisce la pulsazione.

Se osserviamo l'esempio qui sotto, possiamo notare che il brano musicale è in 4/4, ovvero in tempo comune . In 4/4, si sente la pulsazione su ogni quarto di nota dei quattro quarti di battuta.

Battiti forti e deboli in 4_4

Quando si mette un ritmo sincopato in cima a un ritmo di base in 4/4, si ottengono note che non sono in cima a ogni quarto di nota, creando una pulsazione offbeat.

Un ritmo sincopato utilizzerà note suddivise e riposi per dare enfasi agli offbeat.

Per capire cosa rende un offbeat, è necessario comprendere i vari tipi di beat.

valori ritmici

Se si osserva la foto qui sopra, si nota che le note in ottavo e in sedicesimo sono suddivisioni delle note in quarto.

È possibile utilizzare note in ottavo e sedicesimo per creare ritmi sincopati tra le note in quarto. Quando vi sentirete a vostro agio con il funzionamento delle suddivisioni ritmiche e delle firme temporali, sarete meglio attrezzati per comprendere la sincope.

Come usare la sincope nella musica

Per fornire esempi più concreti, vediamo come utilizzare le sincopi nella vostra musica.

Per semplificare le cose, ci atterremo al tempo di commento in 4/4, che è il tempo più diffuso nella musica popolare.

Tuttavia, mentre andiamo avanti, ricordate che ogni principio discusso si applica a qualsiasi segnatura temporale. Basta sapere dove si trova l'enfasi ritmica.

Trovare i battiti forti e deboli

Quando si lavora in tempo 4/4, i battiti forti cadranno sui conti uno e tre, mentre i battiti deboli seguiranno i conti due e quattro.

Questa combinazione di battiti forti e deboli è ciò che guida la pulsazione nella musica.

Quando si crea un ritmo che si allinea a questi battiti forti o deboli, cioè l'uno, il due, il tre o il quattro, si tratta di un ritmo on-beat .

Al contrario, la sincope enfatizza i battiti intermedi tra quelli forti e quelli deboli.

Per utilizzare la sincope è necessario utilizzare la suddivisione delle note.

Se non si suddividono le note, non sarà possibile posizionarle "fuori griglia" o tra le note di quarto in 4/4.

Un tipico ritmo sincopato è spesso composto da note in ottavo e sedicesimo.

Se usassimo le note in ottavo, il ritmo sincopato sarebbe sulla "e" del ritmo. In 4/4, l'aspetto sarebbe un po' come questo:

Ottava nota fuori campo

Si può contare in questo modo:

Uno e due e tre e quattro

Quando si utilizzano le note in sedicesimi, si suddividono ulteriormente i ritmi, che si presentano più o meno così:

Note in sedicesimo fuori campo

Si può contare in questo modo:

One-E-And-A-Two-E-And-A-Three-E-And-A-Four-E-And-A

Sperimentare la sincope

Anche se la sincope può certamente aggiungere interesse a un brano, di solito è meglio usarla a dosi. Un uso eccessivo può rendere la musica disorientante. A meno che non sia questo il vostro obiettivo, vi consigliamo di sperimentare modi per usarlo con parsimonia e in tandem con ritmi non sincopati.

Esistono quattro tipi di sincopi comuni che potete iniziare a sperimentare nella vostra musica, tra cui la sospensione, l'offbeat, la battuta mancata e la nota pari.

Sospensione sincopata

Questo stile di sincope si ha quando un battito debole è sostenuto in cima alle pulsazioni forti. Quindi, invece di suonare sulle pulsazioni forti, si mantengono le pulsazioni deboli più a lungo.

Si può scegliere, ad esempio, che la seconda pulsazione della battuta sia sostenuta sopra la terza pulsazione. Oppure, si può scegliere di far sostenere il quarto o l'ultimo battito di una battuta sul primo della battuta successiva.

In questo esempio audio, abbiamo una linea di basso che inizia sul "2" della frase, che "sospende" la frase di un solo battito per creare una sensazione più ritmica e dinamica.

Questo ritmo sincopato è ancora molto in linea con il battito primario, anche se fornisce un accento inaspettato per suscitare l'interesse dell'ascoltatore.

Si può usare la sincope di sospensione ovunque si metta comunemente un ritmo forte.

Sincopi fuori dagli schemi

Quando si spostano le note dall'alto della pulsazione costante, si ottiene una sincope offbeat. L'offbeat si sente spesso nella musica reggae, quando la nota accentata cade tra i battiti regolari.

In una battuta di 4/4, ad esempio, ci sono quattro quarti di nota che compongono l'intera battuta. Ogni quarto di nota rappresenta una battuta. Piuttosto che enfatizzare ogni quarto, e non il battito, si dovrebbe invece suonare tra di essi sulle note in ottavo.

In questo esempio audio, il ritmo della batteria inizia con il calcio sul primo battito della battuta, anche se gli altri calci della prima battuta sono sulla "e" di 2 e sulla "e" di 4, creando una sensazione inaspettata.

Esistono due scuole di pensiero quando si parla di sincopi offbeat, tra cui la sincope a livello di battuta e quella a livello di divisione .

Con la sincope a livello di battito, il battito regolare rimane lo stesso, mentre l'enfasi viene spostata dal battito principale per creare enfasi sui battiti di ottava nota tra i quarti di battuta.

Con la sincope a livello di divisione, le note si spostano ancora di più nel regno delle suddivisioni. Ad esempio, si possono inserire note di sedicesimo o di trenta secondi tra il motivo ritmico di quarto di nota.

Questo tipo di sincopi è sicuramente il più complesso, in quanto si tratta di scomporre ulteriormente gli schemi ritmici nell'ambito metrico.

Il bello della sincope offbeat è che funziona molto bene in tutti i diversi stili musicali con diversi tipi di strumenti.

Sincope di note pari

Questo tipo unico di sincope, altrimenti noto come "backbeat", è un tipo di sincope che utilizza firme temporali che hanno numeri di battute pari, come 4/4, 2/4 o 2/2.

I ritmi comuni pongono spesso l'accento sui battiti dispari, come l'uno e il tre. Quando si ha una sincope di note pari, l'enfasi viene posta invece sui "2" e sui "4", che spesso sono pulsazioni deboli.

Nell'esempio audio qui sotto, si sentono i tasti che sottolineano i battiti sul "2" e sul "4", fornendo ritmi sincopati lontani dai normali battiti uno e tre.

Nella musica, spesso ci si riferisce ai battiti "2" e "4" come "backbeat". Quando si pone l'accento su questi battiti, si dà al brano un ritmo "backbeat". Quando si ascolta una canzone che pone l'accento sui due e quattro battiti, è molto più facile battere le mani o schioccare le dita invece di battere le mani sui battiti "1" e "3", che possono risultare un po' stantii.

Per esercitarsi con i backbeat quando si fa musica, si può porre l'accento sul secondo e sul quarto battito. Questo stile di sincope si trova più spesso negli accordi e nei pattern di batteria.

Sincope del battito mancato

La sincope a battiti mancati si ha quando un battito forte all'interno di una battuta viene sostituito da un riposo. È molto simile alla sincope di sospensione, in quanto il battito mancato enfatizza il battito debole anziché quello forte. 

L'unica differenza principale nella sincope a battiti mancati è l'uso del silenzio o del riposo. Il silenzio sostituisce il battito forte anziché il battito debole che continua a essere sostenuto. 

In questo particolare esempio, il calcio esce dal primo battito della seconda battuta per creare tensione ed enfatizzare i battiti normalmente deboli.

Uno dei modi migliori per utilizzare la sincope dei battiti mancati è quello di far uscire le note dal ritmo in modo inaspettato. Lo faccio spesso quando programmo la batteria, facendo uscire la cassa dall'uno e dal tre. Questo tipo di sincope rende molto più forte il primo battito della battuta successiva al riposo.

Imparare la sincope attraverso la pratica

Vediamo alcuni metodi che potete utilizzare per iniziare a implementare la sincope nella vostra pratica musicale.

Iniziare ad ascoltare la sincope nella musica

Sono molti gli stili musicali che fanno uso della sincope, dalla musica jazz al funk, alla musica da ballo e oltre. Quasi tutti i generi musicali occidentali utilizzano la sincope in una forma o nell'altra.

Uno dei miei modi preferiti per ottenere una migliore inclinazione per le sincopi è quello di ascoltare musica che le incorpora.

Ho lasciato alcuni esempi di sincopi nell'ultima sezione, anche se posso quasi garantirvi che potrete trovare almeno una forma di sincope in quasi tutti i brani musicali, se li ascoltate.

Iniziare a contare la sincope

Esercitarsi a contare i ritmi sincopati. Iniziate con battute di un quarto di nota, assegnando a ogni quarto di nota un numero intero. Nel comune tempo 4/4, il conteggio di queste note sarebbe 1-2-3-4.

Una volta presa confidenza con questo, iniziate a contare i battiti di ottava che si trovano tra le battute. Si può usare la parola "e" per contare questi battiti intermedi in questo modo: 1-e-2-e-3-e-4.

Si può continuare con battute in sedicesimi, dividendo ulteriormente le "e".

Esercitatevi a contare con la musica che già ascoltate, in modo da capire meglio come funzionano questi ritmi sincopati.

Utilizzare un metronomo per esercitarsi

Se suonate uno strumento, non posso consigliare uno strumento di pratica migliore di un metronomo. Come chitarrista, i metronomi sono diventati essenziali per la mia pratica. Forniscono un impulso costante, permettendomi di esercitarmi al tempo desiderato e dandomi impulsi forti per suonare.

La prossima volta che vi esercitate con il vostro strumento o registrate un pattern ritmico per un nuovo brano, fatelo con il metronomo. Mentre il metronomo è in funzione, cercate di suonare qualche ritmo al di fuori della pulsazione principale. Lasciate che il ritmo vada in loop per un po' per capire meglio dove si trovano le battute principali.

Man mano che si prende confidenza con questo metodo, ci si renderà conto di quanto sia facile creare nuovi schemi ritmici. All'inizio potrebbe non sembrare del tutto naturale, ma più spesso lo si fa, più la tecnica diventa naturale.

Esempi di brani con sincopi

"Little Lion Man" - Mumford e Sons

Ogni volta che penso alla sincope nella musica pop, non posso fare a meno di pensare a "Little Lion Man" dei Mumford and Sons. La parte strumentale di questa canzone è molto sincopata, giocando sul ritmo della cassa. È quasi così sincopata che è difficile distinguere i battiti forti.

"Lean On" - Major Lazer

Quasi tutte le istanze della melodia vocale della hit del 2015 dei Major Lazer, "Lean On", sono sincopate. La grancassa del brano serve a rafforzare la pulsazione, mentre tutte le melodie utilizzano la sincope per creare maggiore interesse dinamico.

Mantenere la freschezza con la sincope

La sincope può essere davvero complessa, poiché è uno degli elementi più avanzati della teoria musicale.

Il modo migliore per migliorare con le sincopi è esercitarsi a usarle nella propria musica. Imparare a creare ritmi al di fuori del beat richiede un po' di pratica, anche per i batteristi più esperti.

Date vita alle vostre canzoni con un mastering di qualità professionale, in pochi secondi!