7 consigli per registrare le voci a casa

7 consigli per registrare le voci a casa7 consigli per registrare le voci a casa

La fase di registrazione è probabilmente la parte più importante del processo di creazione della musica. Senza una base solida, infatti, può essere difficile creare un brano musicale ben fatto. Registrare le voci a casa può essere a dir poco intimidatorio.

Tuttavia, con un po' di tempo, pazienza e strategia, sarete in grado di registrare voci di qualità praticamente ovunque. Abbiamo messo insieme la guida definitiva per la registrazione della voce a casa, in modo da ottenere il massimo dalla vostra attrezzatura.

Di seguito, approfondiremo la selezione dei microfoni, il loro corretto posizionamento, le tecniche di tracking e molto altro ancora per aiutarvi a catturare con facilità voci di qualità da studio.

1. Selezionare il microfono giusto per il lavoro

Non sorprende che una registrazione vocale eccellente inizi con la giusta attrezzatura. Non tutti i tipi di microfono sono adatti a tutti i cantanti, quindi è importante familiarizzare con tutti i tipi di microfono come tecnico di registrazione.

Ecco alcuni dei microfoni più comuni che si possono trovare in studio:

Microfoni a condensatore a diaframma piccolo

Come la maggior parte dei microfoni a condensatore, i microfoni a condensatore a piccolo diaframma hanno un suono brillante e arioso. Non hanno una grande risposta sui bassi e sono ottimi per il tracking delle voci pop. Questo tipo di microfono a condensatore è tipicamente utilizzato nella musica pop. Nella maggior parte dei casi, la musica pop utilizza un microfono a condensatore cardioide, in quanto questi microfoni sono in grado di riprendere accuratamente la voce del cantante con una qualità sonora brillante e piacevole.

Microfoni a condensatore a diaframma grande

I microfoni a condensatore sono molto versatili e possono essere utilizzati per registrare voci pop e strumenti. I microfoni a condensatore a diaframma largo tendono ad avere una risposta in frequenza abbastanza bilanciata. Questo tipo di microfono a condensatore può essere utilizzato per qualsiasi tipo di voce, dall'alternative al rock e al pop.

Microfoni a nastro

I microfoni a nastro catturano un suono incredibilmente naturale e sono notoriamente delicati. Questi microfoni sono solitamente utilizzati per catturare generi che hanno una forte enfasi sulle performance dal vivo, come il jazz. Sono tecnicamente una classe specializzata di microfoni dinamici e hanno un diagramma polare a figura di otto.

Microfoni dinamici

I microfoni dinamici sono in genere i microfoni più indulgenti disponibili e di solito hanno un tono più caldo e scuro. Le informazioni in gamma alta sono minori e tendono ad abbinarsi bene a generi come il rock, il metal e l'hip hop. La maggior parte dei cantanti utilizza microfoni dinamici quando si esibisce dal vivo.

2. Assicurarsi che il vocalist sia preparato

registrazione delle voci a casa

Se siete voi la voce o state facendo il tracking di qualcun altro, dovrete assicurarvi che il vostro vocalist sia accuratamente preparato per iniziare il tracking delle voci, in modo da non sprecare tempo in studio.

Testi

È perfettamente naturale per i vocalist tenere degli appunti nelle vicinanze durante una sessione, ma i vocalist dovrebbero memorizzare a memoria i loro testi in modo da potersi concentrare sulla sessione in corso. Gli oggetti di scena possono causare un eccesso di rumore durante la registrazione, e tutto ciò che viene trasmesso al microfono, compreso il suono impreparato.

Melodie

Prima di entrare nella cabina vocale, voi o il vostro cantante dovreste aver consolidato le vostre melodie. Dovreste anche esercitarvi con variazioni di cori, armonie e ad-libs da registrare durante il processo di registrazione. In una sessione di registrazione ufficiale, il tempo è denaro, quindi fare i compiti in anticipo è vantaggioso sia per voi che per il vostro tecnico.

Idratazione

Le corde vocali producono il suono vibrando. Per vibrare correttamente, devono essere lubrificate e quindi idratate. Assicuratevi di avere a disposizione molta acqua durante la sessione di tracking.

Riscaldamento

Una parte essenziale di una corretta tecnica vocale consiste nel dedicare del tempo al riscaldamento della voce. Questo aiuta a riscaldare le corde vocali in modo da poter cantare senza problemi lungo tutta la gamma senza sforzare la voce. È possibile riscaldare la voce utilizzando esercizi di respirazione, salti di ottava o anche canticchiando se si ha poco tempo a disposizione.

3. Trattamento del suono

Non si tratta solo di ciò che si usa, ma anche di dove lo si usa. Anche se non si dispone di un trattamento del suono professionale, è possibile rendere la propria camera da letto o il proprio soggiorno utilizzabili per la registrazione delle voci. Prendete a cuore queste strategie di trattamento del suono per la registrazione della voce da casa:

Selezionare la stanza giusta

Potreste non avere una cabina vocale, ma una piccola stanza rivestita di moquette a casa vostra. Si è tentati di optare per la stanza più comoda, ma ricordate che l'ambiente circostante influisce sul tono e sulla qualità della voce.

Non si vuole una stanza con un riverbero naturale. Certo, potrebbe suonare bene nell'audio grezzo, ma inserire un effetto in una traccia vocale lascia poco spazio alla modifica durante il processo di missaggio. Più riverbero c'è in una traccia, meno "avanti" o più sbiadito è il suono. Questo può rendere difficile distinguere la linea vocale, che di solito è una delle parti più importanti del brano.

È preferibile evitare stanze con finestre o superfici dure o riflettenti che potrebbero facilmente riflettere il suono. Scegliete invece una stanza di dimensioni ridotte, con oggetti morbidi come divani, tappeti, letti e qualsiasi altra cosa che possa contribuire ad assorbire il suono.

Come regola generale, si dovrebbe essere in grado di battere le mani in uno spazio senza sentire l'eco per assicurarsi che la stanza sia abbastanza "morta" in modo da poter catturare una rappresentazione accurata del cantante.

Posizionamento della stanza

Assicuratevi di posizionare l'attrezzatura lontano dalle pareti della stanza, preferibilmente verso il centro dello spazio, ma non direttamente al centro. Angolate l'asta microfonica verso uno degli angoli e aggiungete il filtro pop, il supporto e il microfono.

Soluzioni audio professionali

Se avete intenzione di registrare le voci a casa con una certa regolarità, investire nel trattamento del suono può essere molto utile. Anche se non potete permettervi una trasformazione totale, un paio di pannelli acustici adeguati possono costituire un'eccellente cabina vocale temporanea.

Il trattamento acustico non deve essere necessariamente costoso, e una confezione di schiuma acustica a prezzi accessibili può aiutare ad assorbire il suono in eccesso. Basta fare del proprio meglio per assorbire i rumori di fondo non necessari e rendere l'ambiente il più pulito possibile per la registrazione delle voci.

Se si desidera un suono veramente nitido, è sempre possibile recarsi in uno studio di registrazione professionale per effettuare le registrazioni vocali finali e lavorare su demo e scratch vocali a casa. In ogni caso, è importante capire come suona una sala ben trattata nel corso della vostra carriera nell'industria musicale.

voce in home recording

4. Esercitarsi a posizionare correttamente il microfono

La corretta impostazione del microfono è importante quanto la cura dell'acustica della stanza. Ecco come assicurarsi che la posizione del microfono lavori a vostro favore durante il processo di registrazione.

Posizionamento della stanza

Come già detto, si consiglia di posizionare il microfono dinamico o a condensatore vicino al centro della stanza, ma non al centro diretto. Inoltre, è necessario assicurarsi che i cavi raggiungano correttamente l'interfaccia con un ampio margine di allentamento, in modo da non danneggiare accidentalmente l'apparecchiatura durante la registrazione o le manovre nella stanza.

Distanza

L'effetto di prossimità indica che più l'ascoltatore o il cantante è vicino a un microfono, più frequenze basse verranno rilevate, mentre più si è lontani dal microfono, più il suono sarà arioso. È bene tenerlo a mente mentre si elabora il tono preferito per la voce.

Il pop shield dovrebbe trovarsi a una distanza di circa 1 o 2 pollici dal microfono e il cantante a una distanza compresa tra circa 5 e 10 pollici dal microfono. Si noti che questa è una raccomandazione generalizzata per i microfoni a condensatore, ma i microfoni dinamici tendono a funzionare meglio quando sono più vicini.

Altezza

In generale, il punto di partenza per il posizionamento del microfono è all'altezza delle labbra, anche se la posizione del microfono può cambiare a seconda del brano che si desidera ottenere. Più basso è il microfono, maggiore sarà la quantità di frequenze basse che si riuscirà a captare. È vero anche il contrario. Un microfono più alto riprenderà più frequenze di fascia alta.

Regolare l'altezza in base alla statura del cantante e al tono desiderato. Assicuratevi che possa cantare comodamente in posizione diritta, in modo da non doversi sforzare per far uscire le note.

Angolo

Non dimenticate che anche l'angolazione del microfono ha un grande effetto sul tono e sulla qualità della registrazione. Per la maggior parte delle applicazioni, è preferibile mantenere il posizionamento del microfono dritto, ma sperimentare angolazioni del microfono leggermente a sinistra o a destra può aiutare a ridurre le sibilanti o a raccogliere meno frequenze basse per catturare tracce di sottofondo o tagli alternativi.

Considerazioni sulle apparecchiature aggiuntive

Per mantenere il microfono al sicuro e produrre un suono forte, è necessario disporre di accessori per microfono compatibili. Ciò significa investire in un'asta microfonica robusta, dotarsi di un filtro pop per eliminare le sibilanti e assicurarsi che il microfono sia fissato correttamente all'eventuale supporto antiurto. In sostanza, assicuratevi che l'asta microfonica sia in grado di resistere agli urti e di mantenere una buona tenuta.

5. Configurazione dell'interfaccia

attrezzatura per la registrazione vocale a casa

Voi o il vostro tecnico di missaggio dovrete certamente pensare alla catena vocale dopo il completamento del processo di registrazione, ma non dimenticatevi anche della vostra configurazione hardware! Dovrete assicurarvi di avere un'interfaccia e un hardware adatti alle vostre esigenze di registrazione vocale. Ecco un paio di fattori da prendere in considerazione:

Alimentazione Phantom

Molti microfoni, soprattutto quelli a condensatore più diffusi, richiedono un'alimentazione esterna per funzionare correttamente. Questa fonte di alimentazione viene definita "alimentazione Phantom" e la maggior parte dei microfoni richiede un'alimentazione di 48 volt.

Alcune interfacce hanno l'alimentazione phantom integrata nel sistema, mentre altre non ce l'hanno. Se l'interfaccia non è dotata di alimentazione phantom, è necessaria un'altra sorgente esterna integrata nella catena vocale, di solito sotto forma di DI box o preamplificatore.

Preamplificatori

Un preamplificatore è un tipo di stadio di guadagno che fa parte della catena vocale hardware. Non tutti i microfoni richiedono un preamplificatore, ma questi strumenti possono aiutare a potenziare il segnale di ingresso prima che l'audio arrivi alla DAW. I preamplificatori sono talvolta dotati di alimentazione Phantom integrata e possono essere utilizzati per contribuire a colorare il suono di una voce.

Livelli

Quando si registra una voce, è necessario assicurarsi che i livelli non siano troppo alti o troppo "caldi". Se il segnale di ingresso è troppo alto direttamente nella DAW, si rischia di andare in clipping o di creare una distorsione involontaria durante la registrazione delle voci in studio.

Come regola generale, di solito si punta a circa 10 dB di headroom. Durante il tracciamento delle registrazioni vocali non si dovrebbe raggiungere un picco superiore a -6 dB. In questo modo il tecnico del missaggio avrà tutto lo spazio per elaborare e sperimentare senza incorrere nel clipping.

GRAFICO DI RIFERIMENTO: Commutare "Tastiera MIDI" con "Alimentazione Phantom integrata per alimentare il microfono".

Interfaccia audio per la registrazione vocale a casa

6. Catturare le riprese

Dopo aver preparato il cantante e il microfono, c'è ancora del lavoro da fare. Una parte importante della registrazione vocale consiste nel catturare la voce in modo professionale, anche se si sta solo registrando la propria voce. Ecco come catturare la voce in modo professionale mentre si sta registrando un artista.

Risparmiare e rimanere organizzati

Una delle esperienze più imbarazzanti per un tecnico è quella di dover rifare la traccia delle voci perché si sono persi o cancellati per sbaglio i file di un musicista. Proteggete il vostro tempo e la vostra reputazione salvando le sessioni sul vostro disco rigido, su un disco esterno e su un servizio basato su cloud.

Oltre a salvare le sessioni in più posti, è bene tenere tutto organizzato assegnando alle tracce un nome appropriato. Potrebbe essere utile creare un sistema di codifica dei colori all'interno della DAW, in modo da poter etichettare e organizzare rapidamente i file durante l'esecuzione di una sessione.

Più siamo, meglio è

Non dimenticate di catturare anche gli adlibs, le backing vocals e le armonie. Tutto ciò che potrebbe servire nella registrazione, cercate di catturarlo nello stesso giorno. Una sessione vocale può avere un suono completamente diverso da un'altra, quindi fate del vostro meglio per mantenere la coerenza.

Prendere appunti

Se state gestendo una sessione per qualcun altro o state registrando la vostra voce, assicuratevi di prendere appunti. Potreste dover prendere appunti stenografici per non perdere il momento della sessione, ma così facendo vi sarà molto più facile tornare alla sessione ore o giorni dopo.

Credeteci, è molto più facile prendere una nota veloce piuttosto che dipendere da voi stessi per ricordare le sfumature delle preferenze del cantante dopo la fine della sessione. Può trattarsi di un semplice cambio di colore della traccia dopo che il vocalist ha detto che si sente come se avesse appena fatto una ripresa promettente.

Essere un buon allenatore

In qualità di professionista dell'audio, è vostra responsabilità allenare il vostro vocalist durante il processo di registrazione. Anche se il vocalist sta commettendo un errore evidente, usate un rinforzo positivo per guidarlo verso la performance preferita.

Ricordate che essere al microfono è una posizione vulnerabile. Incoraggiate il vostro cantante, fategli i complimenti quando si comporta bene e siate l'allenatore dietro la macchina da scrivere che vorreste per produrre un'eccellente sessione di tracking.

7. Non abbiate paura di fissare un'altra seduta

La voce umana è misteriosa. Molto influisce sul suo suono, tra cui l'allenamento vocale formale, l'idratazione, il riposo e persino l'umore. Detto questo, è facile che alcune sessioni suonino meglio di altre. Un vocalist non può eseguire due volte la stessa registrazione vocale, quindi non c'è problema se in un determinato giorno la voce non è all'altezza.

A volte la registrazione di un singolo può richiedere più sessioni vocali. Se il suono non è quello giusto quando si rivedono le registrazioni vocali, è bene organizzare un'altra sessione. Le registrazioni vocali sono il pane e il burro della maggior parte delle canzoni e, anche se un buon missaggio può aiutare una buona voce a suonare bene, per cominciare è necessaria una buona registrazione.

Rivedete la bozza della composizione vocale con il vostro cantante per assicurarvi che il suono vocale sia esattamente quello che state cercando e, se necessario, registrate nuovamente. Tutto si basa sulle registrazioni vocali, quindi non prendete alla leggera questa parte del processo.

Ecco fatto! Con l'aiuto di questi 7 principi essenziali, registrare la voce non è troppo impegnativo. Godetevi l'arte della registrazione vocale a casa!

Date vita alle vostre canzoni con un mastering di qualità professionale, in pochi secondi!