Che cos'è l'autotune?

Che cos'è l'autotune?Che cos'è l'autotune?

Dalla fine degli anni '90 l'industria musicale si è evoluta a velocità impressionante e l'Auto-Tune è forse lo strumento più rivoluzionario tra tutti quelli che hanno cambiato il flusso di lavoro dei produttori musicali nel corso degli anni.

Il software progettato da Antares è diventato il coltellino svizzero di ingegneri audio, cantanti e autori di canzoni perché permette di correggere l'intonazione delle voci in pochi secondi, dando ad artisti di ogni livello la possibilità di registrare e pubblicare musica dal suono professionale.

Ma questa è solo la metà di ciò che l'Auto-Tune può fare! Questo potente strumento può trasformare la voce di un cantante in uno strumento musicale, con effetti unici che aiutano a creare il suono perfetto per la voce.

Che cos'è in realtà l'Autotune? È uno strumento di correzione dell'intonazione, un effetto creativo o entrambi?

Sebbene Antares Auto-Tune sia uno degli strumenti standard dell'industria della produzione musicale, molti non sanno ancora come funziona e come può essere utilizzato per migliorare le registrazioni vocali.

Oggi, quindi, ci addentreremo nel mondo dell'Auto-Tune: risponderemo a domande come "cos'è l'Autotune?" e "come posso usare l'Auto Tune per migliorare i miei brani?" e analizzeremo l'evoluzione e le applicazioni di questo fenomenale strumento.

Immergiamoci!

La storia dell'Auto-Tune

Andy Hildebrand ha sviluppato Auto-Tune nel 1996, dopo una conversazione con una collega della moglie che desiderava un dispositivo che la aiutasse a cantare in modo intonato. Hildebrand era un ingegnere ricercatore con dottorato di ricerca specializzato nell'elaborazione digitale dei segnali, così mise a disposizione le sue conoscenze per sviluppare un algoritmo in grado di correggere le intonazioni imprecise e presentò i risultati al NAMM Show dello stesso anno.

Il plugin Autotune è stato rilasciato da Antares Audio Technologies nel 1997 con successo di critica ed è stato reso popolare nel 1998 grazie al grande successo di Cher "Believe". In questo caso, le impostazioni estreme di Auto-Tune creano una voce robotica innaturale che elimina completamente lo slittamento tra una nota e l'altra nel canto di Cher.

All'inizio degli anni 2000, l'Auto-Tune era uno strumento fondamentale per gli artisti di tutti i generi, che lo usavano per correggere le intonazioni che suonavano imprecise o per alterare completamente le caratteristiche della loro voce. Inutile dire che l'uso estensivo dell'Auto-Tune nella musica pop ha polarizzato l'opinione di cantanti e produttori audio: alcuni ritengono che lo strumento crei un suono artificiale e li privi dell'anima dell'artista.

Nonostante le critiche, oggi l'Auto-Tune è un must per i produttori musicali e gli studi di registrazione che vogliono produrre musica di alta qualità. Nel corso degli anni, Antares ha sviluppato decine di strumenti fondamentali per modificare e migliorare le prestazioni vocali, spingendo i confini di ciò che è possibile ottenere attraverso la tecnologia di correzione dell'intonazione vocale.

Effetto creativo vs. Strumento di correzione dell'intonazione

Prima di addentrarci nelle possibilità offerte da questo potente strumento, è importante identificare i modi più comuni in cui l'Auto-Tune viene applicato a una traccia vocale.

Sebbene sia stato originariamente sviluppato esclusivamente come software di correzione dell'intonazione, l'Auto-Tune è presto diventato un effetto cruciale per modificare drasticamente le voci, creando il suono innaturale che tutti abbiamo sentito nelle canzoni di T-Pain e Travis Scott.

Questo effetto è possibile grazie all'utilizzo delle impostazioni estreme di Auto-Tune anziché di sottili modifiche per correggere le imperfezioni. Il risultato è una voce perfettamente intonata con una totale mancanza di portamento (il naturale scivolamento da un brano all'altro), creando l'effetto irrealistico che è diventato standard nella musica hip-hop, trap e persino pop.

La differenza tra questi due approcci agli effetti Auto-Tune è fondamentale, in quanto definisce il risultato finale che otterremo dall'elaborazione vocale. Avete bisogno di una correzione sottile per far sì che la vostra performance vocale risulti perfetta nelle vostre registrazioni? Allora è sufficiente una leggera correzione dell'intonazione. Se volete che il vostro brano abbia un suono naturale, ma la correzione dell'intonazione richiesta è troppo aggressiva, è meglio registrare nuovamente la traccia. L'applicazione di una quantità eccessiva di Auto-Tune renderà inevitabilmente la voce artificiale.

D'altra parte, le impostazioni estreme di Auto-Tune possono aiutare a creare un effetto vocale unico, modificando ogni aspetto della voce per trasformarla in uno strumento musicale malleabile a sé stante.

Qualunque sia la strada scelta, è fondamentale definire in anticipo ciò che si vuole ottenere con l'Auto-Tune. Si tratta di uno strumento che può essere sottile e trasparente, ma anche aggressivo e prominente, quindi dedicate un po' di tempo a identificare ciò che state cercando e poi applicate Auto-Tune di conseguenza.

Come utilizzare l'Auto-Tune

Oltre alle sue eccezionali prestazioni, ciò che rende Auto-Tune così popolare è anche la sua interfaccia intuitiva. Per migliorare le qualità della voce bastano pochi secondi, a patto di conoscere lo scopo di ogni effetto e manopola.

Innanzitutto, Auto-Tune di Antares è un plugin che richiede una DAW (Digital Audio Workstation) per funzionare. Anche se il plugin Autotune dovrebbe funzionare senza problemi con tutte le DAW più diffuse sul mercato, è buona norma verificarne la compatibilità per evitare problemi nel flusso di lavoro.

Alcuni software e DAW sono dotati di una versione integrata di Auto-Tune. Il più popolare è Soundtrap di Spotify, con lo strumento di correzione del plugin Autotune integrato; se possedete già questa DAW, cercate nella vostra libreria e dovreste trovare l'effetto.

Una volta registrata o caricata la traccia vocale, è il momento di caricare Auto-Tune e regolare le impostazioni per ottenere l'effetto desiderato.

Ingresso, scala e chiave

La scelta dell'ingresso è il primo passo per iniziare a utilizzare Auto-Tune. In base al tipo di voce, si può scegliere tra contralto, soprano, tenore, basso e così via. Se si intende utilizzare Auto-Tune per gli strumenti musicali (sì, si può fare anche questo), si può scegliere lo strumento giusto dal menu a discesa.

Seguono la scala e la tonalità. Queste sono fondamentali per identificare la melodia e il movimento della voce, quindi assicuratevi di inserire i valori corretti in linea con il resto della composizione.

Velocità di risintonizzazione

Ecco cosa definisce in ultima analisi il suono della voce. Regolando la velocità di retune, decidiamo quanto velocemente Auto-Tune deve intervenire per correggere una nota stonata. Più basso è il valore (quindi una velocità di retune più lenta), più robotico sarà l'effetto finale.

Se desiderate un effetto più trasparente, scegliete una velocità di riaccordatura più elevata, che consenta di mantenere le caratteristiche naturali della vostra voce, regolando al contempo le imperfezioni più sottili della vostra performance.

Una velocità di retune più lenta è più appropriata per gli artisti che hanno un controllo completo della propria voce e che normalmente riescono a ottenere un'intonazione perfetta anche senza i plugin di autotune. Una velocità di retune più elevata è indicata per quegli artisti che desiderano utilizzare i plugin di autotune come strumenti creativi.

Flessione, vibrato e umanizzazione

Altri effetti sono Flex, Vibrato e Humanize. Flex aiuta a ripristinare l'effetto "voce umana" nelle registrazioni dopo aver applicato lo strumento di correzione dell'intonazione. Con l'effetto Vibrato, è possibile applicare un cambio di nota morbido per migliorare le caratteristiche naturali della voce. Infine, Humanize mantiene una nota specifica senza influenzarla, dando un suono più naturale alle note sostenute.

Si tratta di strumenti fondamentali che possono aiutarvi a perfezionare la vostra performance vocale e a renderla unica. La realizzazione di una traccia vocale richiede attenzione ai dettagli e una focalizzazione su ciò che può far risaltare la nostra canzone.

Impatto sull'industria musicale

Non c'è dubbio che l'Auto-Tune sia stato uno degli strumenti di produzione audio più controversi degli ultimi due decenni. Molti professionisti del settore e cantanti hanno criticato l'uso massiccio di questo effetto nella musica popolare, sottolineando come la tecnologia dell'autotune stia sottovalutando l'importanza della pratica e della dedizione per diventare un cantante migliore.

D'altra parte, molti artisti di registrazione apprezzano i nuovi effetti e strumenti che Auto-Tune offre a chi fa musica a tutti i livelli. Nel complesso, l'uso di Auto-Tune o di altri strumenti simili per la correzione dell'intonazione offre agli artisti tutto ciò di cui hanno bisogno per pubblicare musica in modo professionale e creare la loro firma vocale unica.

Molti cantanti e produttori professionisti hanno affrontato la questione e hanno reso pubblica la loro opinione sull'Auto-Tune. Da Jay-Z a Christina Aguilera, da Steve Albini a Taylor Swift: molti grandi nomi della musica pop hanno mostrato la loro distanza dall'uso massiccio dell'Auto-Tune nelle produzioni moderne. Tuttavia, molti di loro hanno cambiato idea nel corso degli anni, forse incuriositi dalle infinite possibilità e dalla semplicità d'uso che l'Auto-Tune offre.

Altri artisti hanno abbracciato la nuova tecnologia in poco tempo. Le canzoni dei rapper T-Pain, Lil Wayne e Travis Scott sono forse gli esempi più famosi delle opportunità creative offerte dall'Auto-Tune, e quasi tutti gli artisti pop utilizzano strumenti di correzione dell'intonazione ed effetti Auto-Tune per modificare la propria voce, da Justin Bieber ai BTS, Beyoncé e Kanye West.

Il significato culturale dell'Auto-Tune

Da qualunque punto di vista lo si guardi, è innegabile che l'Auto-Tune abbia cambiato per sempre l'industria musicale, dotando i produttori di uno strumento in grado di rendere le voci perfette e uniche.

La voce è sempre stata il suono più difficile da registrare: la sua vibrazione, i suoi sottili cambiamenti e la sua personalità unica sono molto difficili da riprodurre in studio di registrazione e da modificare in post-produzione. Se avete mai registrato un album, sapete di cosa sto parlando.

Con l'Auto-tune, il processo di registrazione e di editing viene semplificato all'estremo, dando la possibilità ad artisti con poco tempo, poco budget e poco talento musicale di esprimersi pienamente attraverso il suono.

Le infinite opportunità offerte dall'Auto-Tune sono a disposizione di chiunque abbia una DAW e il desiderio di esprimersi in modo creativo. Anche se siete dei pessimi cantanti, oggi avete a disposizione strumenti in grado di correggere i vostri problemi di intonazione e di rendere la vostra musica più piacevole alle orecchie del pubblico.

La rivoluzione dell'autotune non è dissimile da quella provocata dalle DAW quando si sono diffuse alla fine degli anni '90: entrambi sono strumenti che rendono la produzione musicale più facile, accessibile ed economica e permettono a più persone di creare di più.

Gli strumenti di produzione che definiscono la musica moderna si concentrano sulla semplificazione del flusso di lavoro attraverso interfacce estremamente intuitive e librerie sonore accessibili e pronte all'uso. In questo senso, i plugin di autotune non sono diversi. Fanno molto di più che correggere l'intonazione: mettono a disposizione degli artisti e dei tecnici di missaggio una tecnologia che rende la creatività musicale quasi senza sforzo.

Sono lontani i tempi in cui un artista doveva recarsi in studio di registrazione e spendere migliaia di dollari per registrare, mixare e masterizzare un brano. Ottenere il suono giusto o la ripresa perfetta poteva richiedere giorni e le spese per ottenere un brano di standard industriale erano inaccessibili per molti.

Oggi questo non è più un problema. Tutti gli artisti impegnati nel loro mestiere possono spendere qualche soldo e investire in uno strumento in grado di migliorare drasticamente la qualità del suono delle loro tracce vocali, e l'autotune è l'effetto che dà agli artisti indipendenti l'opportunità di competere con i grandi nomi del settore ad armi pari. E cosa c'è di strano in tutto questo?

Pro e contro

Pro:

- Conferisce ai brani un suono più moderno e curato.

- Può correggere piccoli errori di intonazione senza dover registrare nuovamente le parti vocali.

- Può essere usato come strumento creativo (come fanno T-Pain o Travis Scott).

- È molto utilizzato nel settore, il che significa che otterrete una qualità del suono standardizzata.

Contro:

- Può disumanizzare il suono delle voci, rendendole artificiali e attenuandone l'impatto emotivo.

- Questo fa sì che si sia tentati di registrare voci di qualità media solo perché la traccia può essere corretta in post-produzione (è il cosiddetto imbroglio dell'autotune).

 

La tecnologia può essere buona o cattiva a seconda dell'uso che se ne fa, e gli strumenti di correzione dell'intonazione non fanno eccezione. Se da un lato l'Auto-Tune può effettivamente sopprimere le emozioni della voce umana, dall'altro può semplificare notevolmente il lavoro di cantanti e tecnici audio, oltre ad ampliare la tavolozza sonora di un produttore con effetti completamente personalizzabili.

In definitiva, se il software Auto-Tune semplifica il vostro flusso di lavoro, vi aiuta a creare più musica e a pubblicare più brani, dovreste considerarlo uno strumento prezioso per sfruttare al meglio la vostra arte. D'altra parte, se utilizzate gli strumenti di correzione dell'intonazione per pigrizia o solo perché è quello che fanno tutti, vi suggerisco di lasciare da parte l'Auto-Tune e di riconsiderare i vostri obiettivi come artisti.

Il software di autotune può aiutarvi a trovare l'intonazione perfetta e a correggere discretamente le intonazioni imprecise, lasciando inalterate le qualità emotive della vostra canzone. Molti cantanti oggi usano l'autotune per creare nuovi suoni, correggere errori o sistemare canzoni stonate. Questi sono tutti modi positivi di utilizzare i plugin di autotune per migliorare la vostra produzione creativa.

Alternative all'Auto-Tune

Al giorno d'oggi esistono diverse alternative ad Antares Auto-Tune se si cerca esclusivamente uno strumento di correzione dell'intonazione. Tuttavia, se state cercando una libreria di effetti completa per migliorare la vostra voce, l'unica alternativa degna di nota ad Auto-Tune è Celemony Melodyne.

Melodyne offre una pletora di effetti per portare la voce a un livello superiore. Permette di regolare la velocità e la curva di transizione di ogni nota e di correggere manualmente le sibilanti, rendendo l'intero brano naturale e trasparente.

Melodyne funziona magnificamente con tutte le DAW. Ho avuto l'opportunità di usarlo più volte durante le sessioni di registrazione e sono rimasto impressionato dalla sua interfaccia intuitiva e dal suono equilibrato che può dare vita.

Tutto dipende dai gusti personali, ma per come la vedo io Melodyne è uno strumento più sottile, ideale per le tracce che richiedono correzioni trasparenti che lascino inalterata la profondità e il calore di una traccia. Auto-Tune è un effetto più creativo che può dare vita a interessanti effetti vocali e voci denaturalizzate.

Un'altra differenza fondamentale è che Auto-Tune può essere utilizzato in tempo reale, mentre Melodyne richiede una traccia già registrata per funzionare. Infine, Melodyne può lavorare con melodie polifoniche, mentre Auto-Tune è monofonico.

Il futuro dell'autotune

Non c'è dubbio che l'Auto-Tune condizionerà il futuro della musica. È diventato una parte così vitale del flusso di lavoro di un artista che è semplicemente impensabile pensare di tornare a un suono vocale del tutto naturale in futuro.

Considerando i progressi dell'Auto-Tune negli ultimi anni, in futuro la naturalezza e la qualità degli effetti aumenteranno drasticamente, al punto che l'applicazione di questi effetti non avrà alcun impatto udibile sulle qualità intrinseche della voce.

L'uso massiccio del Machine Learning avrà un effetto anche sul funzionamento dell'Auto-Tune, aumentando ulteriormente il livello di precisione e il rilevamento dell'intonazione nelle performance vocali, con algoritmi di intelligenza artificiale che analizzeranno le tracce vocali in tempo reale per ottenere il suono desiderato in pochi secondi.

Molti artisti hanno già utilizzato la correzione dell'intonazione in tempo reale per le loro esibizioni dal vivo, ma con l'evolversi della tecnologia per la correzione dell'intonazione in tempo reale, sentiremo gli artisti esibirsi dal vivo in modo magnifico mentre l'algoritmo apporta le regolazioni alla loro voce prima che raggiunga le vostre orecchie.

Riflessioni finali

In un certo senso, l'Auto-Tune è uno di quegli strumenti che hanno democratizzato la creatività musicale, dando la possibilità a produttori e cantanti indipendenti di registrare musica di alta qualità a una frazione del costo di una sessione in studio di registrazione.

La tecnologia è qui per restare e, se usata correttamente e professionalmente, l'Auto-Tune può dare vita a una tavolozza sonora completamente nuova e aiutarvi a trovare il vostro suono unico. L'Auto-Tune è lo strumento definitivo per gli artisti che vogliono che la loro musica suoni come i grandi successi e che sono desiderosi di esplorare i nuovi territori creativi offerti dal panorama tecnologico in costante evoluzione dell'industria musicale.

Il mio consiglio finale è di abbracciare qualsiasi nuova tecnologia vi si presenti e di sfruttarla al massimo per migliorare il vostro suono, il flusso di lavoro e l'espressività creativa.

Buona fortuna e siate creativi!

Date vita alle vostre canzoni con un mastering di qualità professionale, in pochi secondi!