La migliore interfaccia audio per chitarra

La migliore interfaccia audio per chitarraLa migliore interfaccia audio per chitarra

Congratulazioni! La vostra abilità con l'ascia ha raggiunto vette vertiginose e siete pronti a registrare il vostro shredding per farlo ascoltare al resto del mondo.

E se avete intenzione di utilizzare una workstation audio digitale per registrare la vostra chitarra, avrete bisogno di un'interfaccia audio. Forse in passato queste scatole misteriose hanno suscitato in voi scarso interesse, essendo confinate al regno dei produttori EDM (o almeno così pensavate).

Ma se siete confusi dall'ampia gamma di interfacce audio in circolazione, non temete, cari lettori. Noi di eMastered vi abbiamo semplificato la vita e abbiamo compilato un elenco delle migliori interfacce audio per chitarra, insieme a una guida all'acquisto su cosa cercare.

Continuate a leggere e avrete tutte le conoscenze necessarie per scegliere con saggezza.

Cosa cercare quando si acquista un'interfaccia audio per chitarra

Con tutte le caratteristiche disponibili, a cosa bisogna prestare attenzione quando si naviga tra le interfacce audio per chitarra?

Bilancio

È possibile spendere da 50 a 5.000 dollari (e oltre) per un'interfaccia audio. Decidete qual è la fascia di prezzo più comoda per voi prima di iniziare a cercare. Non vogliamo che mangiate riso e fagioli per sempre. Se il prezzo è un problema importante, potete consultare il nostro elenco delle migliori interfacce audio economiche .

Qualità audio

La maggior parte delle interfacce oggi registra a una frequenza di campionamento e di bit che supera di gran lunga quella ottenibile una decina di anni fa. Come minimo, anche le interfacce più economiche registrano a 24/48. Se sapete di aver bisogno di una velocità di campionamento e/o di bit più elevata, tenetene conto durante la navigazione.

Ingressi e uscite

Quanti canali avete bisogno di registrare contemporaneamente? Se avete voglia di usare una configurazione multi-mic sul vostro amplificatore, avrete bisogno di più di un ingresso microfonico per catturare il suono che avete creato.

Se avete una chitarra elettroacustica, elettrica o un basso, avrete bisogno di un'interfaccia con un ingresso per strumenti di alta qualità.

Se disponete di sintetizzatori o tastiere esterne (chi siete?) avrete bisogno di funzionalità MIDI per poterle utilizzare. Gli ingressi e le uscite MIDI sono più difficili da trovare nei modelli economici, poiché la maggior parte delle persone utilizza un controller MIDI dedicato.

Infine, come ascolterete i risultati del vostro lavoro? Come minimo avrete bisogno di un'uscita per le cuffie, ma l'ideale sarebbe collegare un paio di monitor da studio a un'uscita stereo.

Latenza

La latenza è la rovina di quasi tutti i musicisti e può compromettere seriamente le prestazioni durante la registrazione.

Molte interfacce audio offrono il monitoraggio diretto a latenza zero, ma è bene tenere presente che questo instrada solo una parte del segnale in ingresso verso l'uscita. Questo va bene se si utilizzano apparecchiature esterne per creare il suono. Ma se state registrando con effetti software o simulazioni di amplificatori, vorrete un'interfaccia audio con la più bassa latenza possibile, per catturare le vostre migliori prestazioni senza doverle modificare in seguito per arrivare in tempo. Dopo tutto, non siete un batterista...

Compatibilità

Quasi tutte le interfacce audio funzionano su Mac o PC, ma se avete intenzione di utilizzare dispositivi mobili con il vostro nuovo giocattolo, assicuratevi che funzionino bene tra loro.

Un altro aspetto da considerare in quest'area è l'alimentazione. Molte interfacce, soprattutto quelle portatili, sono alimentate tramite bus USB. La batteria di un iPad si scarica rapidamente, lasciandovi a metà del set senza suono. Fortunatamente, spesso è possibile trovare una soluzione a questo problema, utilizzando un adattatore e un alimentatore esterno (di solito venduto separatamente).

Quindi, se la mobilità è la vostra passione, sappiate che ci saranno dei costi aggiuntivi.

PS: se siete amanti del Mac, potreste essere interessati alla nostra selezione delle migliori interfacce audio per Mac .

Alimentazione Phantom

Questo potrebbe sembrare ovvio per alcuni, ma se avete intenzione di usare microfoni a condensatore per registrare la chitarra, assicuratevi che l'interfaccia che scegliete abbia l'alimentazione phantom.

Le 10 migliori interfacce audio per chitarra

1. IK Multimedia iRig HD 2

IK Multimedia iRig HD 2
  • Jack d'ingresso hi-Z da 1/4"
  • Uscita amplificatore da 1/4"
  • Risoluzione di registrazione a 24 bit/96kHZ
  • Compatibile con iOS

Questo dispositivo altamente portatile di IK Multimedia vanta un'ottima qualità sonora pur stando nel palmo della mano. È una soluzione conveniente per i chitarristi che vogliono suonare a tutto volume senza disturbare i vicini, o per chi ha bisogno di un modo economico per registrare la propria chitarra direttamente sul PC. Funziona anche per i musicisti che fanno concerti e che desiderano mantenere tutti i loro pedali virtuali.

Sì, questo piccolo gioiello ha un'uscita amplificatore da 1/4", il che significa che è possibile inviare l'uscita dell'iRig direttamente all'amplificatore per chitarra senza adattatore. Il software di modellazione AmpliTube in dotazione funziona come applicazione autonoma (oltre che come plug-in per la DAW), per cui è possibile modificare il suono sul dispositivo e inviare l'uscita direttamente all'amplificatore.

L'ingresso da 1/4" è dotato di un controllo per regolare il guadagno d'ingresso, in modo da poter regolare i livelli quando necessario, e i convertitori A/D a 24 bit fanno un lavoro di prim'ordine nel trasformare l'audio in zero e uno.

Oltre all'uscita dell'amplificatore, è presente un jack per cuffie da 1/8". Dato che la maggior parte degli utenti riscontra una latenza minima quando utilizza il software in dotazione, questo significa che potrete fare un rumore infernale alle 3 di notte utilizzando solo il vostro iPhone e la vostra fidata ascia.

L'iRig HD di IK Multimedia è alimentato via USB, il che significa che se lo si utilizza con un telefono o un tablet la carica si esaurisce rapidamente. La soluzione è un dispositivo di ricarica (venduto separatamente), ma è un po' troppo costoso.

In definitiva, si tratta di una soluzione compatta per chi ha bisogno di registrare la propria chitarra elettrica direttamente sul proprio laptop/desktop o per chi vuole fare jam session senza disturbare chi gli sta intorno.

2. Marmellata di apogeo +

Marmellata di apogeo +
  • 1-in, 1-out (solo per le cuffie)
  • Risoluzione di registrazione a 24 bit/96kHz
  • Modalità 'Overdrive' per amplificatori ed effetti virtuali dal suono più realistico
  • Funziona con Mac, PC e dispositivi iOS

Simile all'iRig, questa interfaccia audio portatile di Apogee ha un prezzo un po' più alto e dispone solo di un'uscita per le cuffie: con Apogee non è possibile inviare il suono a un amplificatore.

La buona notizia è che il Jam+ funziona su tutti i sistemi operativi, comprese le versioni successive di iOS, e gli utenti hanno avuto successo su un Surface Windows 10.

Si tratta di un'interfaccia facile da usare, che si collega e funziona, senza la necessità di utilizzare software aggiuntivi (come nel caso dell'iRig di cui sopra). Per ascoltare ciò che è collegato, è necessario utilizzare la presa per le cuffie del Jam+.

Se si desidera utilizzare l'interfaccia audio per suonare i propri brani preferiti, è possibile farlo con l'applicazione Tonebridge di Ultimate Guitar, che consente di ascoltare sia la chitarra che il brano in streaming. Un vantaggio per chi vuole esercitarsi con i brani.

La qualità del suono proveniente dal singolo ingresso Hi-Z è ottima; la tecnologia del convertitore Apogee rende l'audio a un'impressionante velocità di 24 bit/96 kHz. Inoltre, è possibile attivare la modalità "Overdrive" per aggiungere un po' di realismo in più agli amplificatori e agli effetti virtuali nel software BIAS FX2 incluso.

È in vendita separatamente un adattatore che trasforma l'ingresso dello strumento in un ingresso microfonico per microfoni dinamici.

3. Griglia positiva RIFF

  • Interfaccia audio USB a 1 ingresso e 2 uscite
  • Capacità di registrazione a 24 bit/96 kHz
  • Gamma dinamica di 114 dB
  • Impostazioni di preamplificazione e overdrive integrate

La Positive Grid RIFF è simile alle due interfacce audio precedenti; in sostanza, fornisce tutto ciò che serve per suonare, esercitarsi o registrare la chitarra mentre si è collegati al computer o al dispositivo mobile.

Come l'iRig e il Jam+, il RIFF dispone di un ingresso per strumenti da 1/4" a cui collegare direttamente la chitarra. Da qui è possibile utilizzare il software BIAS FX in dotazione per modellare il proprio suono utilizzando un'ampia selezione di amplificatori, pedali ed effetti. Il software visualizza anche gli accordi di milioni di canzoni in tempo reale mentre si suona.

Un tocco di classe in questa interfaccia audio per chitarra è la selezione dei toni incorporata nella RIFF, che consente di scegliere tra tre preamplificatori.

L'uscita del suono può avvenire tramite il jack per cuffie da 1/8" o tramite l'uscita di linea stereo da 1/4". La funzione direct mode consente di accedere al monitoraggio a latenza zero, ma ricordate l'avvertimento di prima: non include i segnali elaborati.

Il RIFF viene fornito con due cavi USB: uno per la connessione a Windows e Mac e l'altro per la connessione lightning ai dispositivi iOS. Alcuni utenti, tuttavia, hanno segnalato problemi durante la connessione a Microsoft.

Simile all'iRig e al Jam+, questa interfaccia audio è ideale per i chitarristi che desiderano una soluzione di registrazione semplice o un modo compatto per esercitarsi. Se volete registrare in modo più serio, fareste meglio a scegliere una delle interfacce seguenti.

4. M-Audio Air 192/6

M-Audio Air 192-6
  • Routing degli ingressi flessibile: 2 ingressi combo XLR/TRS, 2 ingressi per strumenti da 1/4".
  • Risoluzione a 24 bit/192 kHz
  • Connessione MIDI in/out a 5 pin
  • 2,59 ms di latenza di andata e ritorno (a seconda delle impostazioni del buffer e delle capacità hardware)

Per chi si dedica seriamente alla registrazione di chitarre, è arrivato nel posto giusto.

L'M-Audio Air è ricco di funzioni, conveniente, portatile e dotato di numerose opzioni di ingresso.

Per collegare direttamente il basso o la chitarra elettrica, è possibile utilizzare uno dei due ingressi per strumenti sulla parte anteriore dell'unità. Se si deve riprendere una chitarra acustica, è sufficiente collegare un microfono all'ingresso combo sul retro dell'unità (l'alimentazione phantom è disponibile se si utilizza un microfono a condensatore). Se si effettua un posizionamento multi-microfono, ci sono due di questi ingressi, ciascuno alimentato dagli eccellenti preamplificatori microfonici di Crystal.

Per i chitarristi più avventurosi, sul retro dell'unità è presente la connettività MIDI a 5 pin, che consente di collegare strumenti, come sintetizzatori e moduli esterni o drum pad, e di controllarli dalla propria workstation audio digitale.

E se non avete uno di questi, siete fortunati. L'M-Audio Air viene fornito con un pacchetto software ordinato, che comprende Ableton Live Lite, software di modellazione di amplificatori e una serie di plug-in di effetti.

Considerando il costo, si tratta di un'ottima interfaccia audio per principianti, che offre registrazioni audio di grande qualità e un software di registrazione sufficiente per iniziare subito a fare musica. Attenzione però agli utenti di Windows: alcuni hanno segnalato problemi con i driver di Windows che hanno "dimenticato" il dispositivo.

5. IK Multimedia AXE I/O Solo

IK Multimedia Axe IO Solo
  • 24 bit 192 kHz
  • 1 ingresso strumento da 1/4", 1 ingresso combo
  • Ingressi dedicati al controllore
  • Interruttore per pickup attivi e passivi
  • Include il software di AmpliTube e T-RackS

La prossima proposta di IK Multimedia è una semplice interfaccia audio 2-in/3-out che sembra in grado di cavarsela da sola su qualsiasi palco (o campo di battaglia).

Ciò che distingue la IK Multimedia AXE da altre interfacce audio è la sua serie di funzioni orientate alla chitarra. È possibile selezionare un'impostazione per strumenti attivi o passivi e due ingressi controller dedicati (che possono essere assegnati nel software del pannello controller scaricabile).

C'è anche un'uscita dedicata al re-amp, per cui se non riuscite a decidere il tono della vostra chitarra per una ripresa, potete semplicemente catturare una versione pulita e inviarla al vostro amplificatore dopo il fatto. Potrete così sperimentare diverse impostazioni di amplificatori, stompbox e microfoni, senza dover riregistrare.

Due modalità di ingresso consentono di inviare il segnale audio attraverso il preamplificatore trasparente PURE o di aggiungere un po' di colore analogico al segnale con lo stadio di ingresso JFET.

Un avvertimento agli utenti di Windows (in qualche modo sono sempre loro): ricordatevi di riavviare dopo aver collegato l'interfaccia audio alla connessione USB del PC.

L'unica cosa che mi dispiace di questa interfaccia audio è che non è compatibile con l'USB 3.0, quindi se questa piccola bellezza vi ha entusiasmato assicuratevi di avere una connessione USB 2.0 sul vostro scooter!

6. Focusrite Scarlett 2i2 di terza generazione

Focusrite Scarlet 2i2 di terza generazione
  • 2-in, 2-out
  • Risoluzione di registrazione fino a 24 bit/192 kHz
  • La modalità "Air" commutabile addolcisce il suono in ingresso
  • Il software in dotazione comprende Ableton Live Lite e un abbonamento di 3 mesi a Pro Tools.

Per parafrasare un importante editore digitale, Focusrite produce interfacce che offrono prestazioni di alto livello a un prezzo molto modesto. Sebbene la Scarlett non sia un'interfaccia audio dedicata alla chitarra come l'AXE, è un ottimo modello da prendere in considerazione quando si pensa di registrare la chitarra.

Innanzitutto, l'interfaccia audio USB Scarlett offre una semplice funzionalità plug-and-play: non è necessario scaricare alcun driver aggiuntivo (a meno che non lo si desideri particolarmente). La Scarlett offre anche il supporto per l'iPad Pro, quindi potete collegare il vostro dispositivo iOS USB-C per registrare in mobilità.

I due ingressi combo XLR/TRS sono alimentati da preamplificatori microfonici di eccellente qualità e hanno la possibilità di aggiungere 'Air' ai segnali audio. La modalità Air aggiunge essenzialmente un effetto modellato basato sui trasformatori della console Focusrite ISA, conferendo agli ingressi audio un suono più brillante e aperto.

L'unità offre una latenza estremamente bassa durante l'utilizzo di effetti plug-in nativi, in modo da poter ascoltare esattamente il suono delle vostre esecuzioni durante la registrazione. Si noti che, per il chitarrista che registra e che crea il suo tono nel box, questo è molto meglio del monitoraggio diretto a latenza zero.

Oltre all'eccellente qualità del suono e alla completezza degli ingressi e delle uscite, questa interfaccia audio viene fornita con un discreto pacchetto software, che comprende Ableton Live (la versione Lite), la Focusrite Red Plug-In Software Suite e l'accesso al software di altri produttori leader.

Con il suo prezzo ragionevole, il Focusrite Scarlett è un forte concorrente per i musicisti che suonano la chitarra e che vogliono entrare nel mondo della registrazione digitale.

7. Native Instruments Komplete Audio 2

Native Instruments Komplete Audio 2
  • Interfaccia audio USB alimentata 2-in/2-out
  • Qualità audio a 24 bit/192 kHz
  • VU meter per il monitoraggio dei livelli
  • Il pacchetto software offre un accesso alla serie di strumenti ed effetti software Komplete.

Questa interfaccia audio di Native Instruments, semplice da usare, è una buona opzione per chi cerca un'interfaccia audio per chitarra entry-level e vuole allo stesso tempo potenziare la propria libreria software.

L'unità offre un preamplificatore microfonico di qualità decente sui due ingressi combo, mentre gli ingressi Hi-Z per strumenti registrano senza problemi chitarra e basso. È anche possibile utilizzare i due ingressi per registrare uno strumento a livello di linea in stereo.

Le manopole dell'interfaccia audio sono robuste, anche se l'unità stessa sembra un po' di plastica. Il VU meter a cinque segmenti sulla parte superiore è utile per monitorare i livelli di ingresso e non si trova spesso nelle interfacce audio di questa fascia di prezzo.

L'unità include l'eccellente Solid Bus Compressor e il plugin Replika delay, oltre a una serie di altri strumenti ed effetti. Il software è un po' complicato da scaricare e installare e bisogna tenere presente che si tratta di versioni ridotte del software NI.

Detto questo, si può fare molto peggio del pacchetto completo di strumenti ed effetti del software Komplete, e il pacchetto che si ottiene con l'Audio 2 dà accesso a uno sconto sul pacchetto software completo.

Il mio verdetto? Per un chitarrista-produttore in erba alla ricerca di un'interfaccia audio entry-level e di un percorso di aggiornamento per un miliardo di suoni, questa offerta di Native Instruments è perfetta.

8. Audio universale Volt 176

Audio universale Volt 176
  • Interfaccia audio USB-C 1-in/2-out
  • Risoluzione 24 bit/192 kHz
  • I/O MIDI
  • Compressore FET incorporato

A prima vista, questa interfaccia audio della Universal Audio può sembrare un po' troppo costosa: un solo ingresso microfono/linea per quel prezzo? Ma quando si esamina il contenuto di questa magica scatola delle meraviglie, ci si accorge che è in realtà una delle migliori, se non la migliore interfaccia audio per chitarra per coloro che desiderano un suono analogico professionale nelle loro avventure di registrazione. Inoltre, ha un aspetto sexy.

Ciò che rende il Volt 176 così speciale è la circuiteria analogica presente a bordo. Oltre al preamplificatore microfonico che vanta un suono simile al classico preamplificatore valvolare 610 di Universal Audio, c'è un compressore FET integrato basato sul classico 1176. Questo è dotato di tre modalità a pulsante, per voce, chitarra e sorgenti "veloci" (leggi: batteria e qualsiasi altra cosa con transienti rapidi).

Nonostante l'aspetto (e il suono) da vecchia scuola di questa interfaccia audio, è pronta per Mac, PC, iPad e iPhone. Quindi, ovunque vi troviate, potete collegare il vostro dispositivo iOs e iniziare a registrare. Si dice anche che funzioni su sistemi Linux senza bisogno di modifiche. È evidente che Universal Audio ha fatto un ottimo lavoro nella costruzione di questa macchina.

Se i numeri di cui sopra non vi interessano, forse fareste meglio a scegliere una delle interfacce audio che vantano più ingressi. Ma se siete un musicista solista che desidera un suono di qualità straordinaria e può permettersi un prezzo un po' più alto di quello economico, la Volt 176 è un'ottima opzione per voi.

9. IK Multimedia AXE I/O

IK Multimedia Axe IO
  • Interfaccia audio USB a 2 ingressi/5 uscite
  • Risoluzione di registrazione fino a 24 bit/192 kHz
  • Uscita di linea amp/re-amp da 1/4"
  • I/O MIDI
  • Sintonizzatore a bordo

Sebbene IK Multimedia sia forse più nota per i suoi strumenti ed effetti software, quando si tratta di interfacce audio per chitarra ha creato un prodotto di assoluto successo.

Come avrete capito, l'AXE I/O è il fratello maggiore dell'AXE Solo di IK Multimedia. E per un prezzo ragionevole, offre molto più di quanto ci si aspetti.

Non uno, ma ben due ingressi per strumenti Hi-Z consentono a voi e a un amico di suonare insieme e di registrare ciò che fate in tempo reale. Una coppia di ingressi combo XLR/1/4" con alimentazione phantom e due preamplificatori microfonici di Classe A consentono di registrare una chitarra acustica con un setup multi-mic utilizzando i vostri microfoni a condensatore preferiti.

Altre caratteristiche aggiuntive sono l'accordatore integrato, un pulsante di preset assegnabile per passare da un preset all'altro nel software AmpliTube in dotazione e connessioni MIDI I/O a 5 pin.

Come l'IK Multimedia AXE Solo, è possibile scegliere tra pickup attivi e passivi, nonché aggiungere un po' di calore alle medie frequenze agli amplificatori digitali grazie allo stadio di ingresso JFET. L'uscita di linea amp/re-amp è presente anche sul modello più grande, così come gli ingressi di controllo esterni.

Inoltre, come il suo fratello minore, l'AXE I/O non è compatibile con l'USB 3.0 (boo!).

Sebbene sia disponibile una miscela di monitoraggio diretto, molti utenti riferiscono di aver riscontrato una bassa latenza, anche con un'impostazione di buffer bassa, il che è un bel vantaggio, soprattutto se la si usa sul palco. Attenzione, però: l'apparecchio funziona con il proprio alimentatore (incluso), anziché essere alimentato dal bus come molte altre interfacce.

Si tratta comunque di piccoli inconvenienti e nessuno è perfetto. È comunque una delle migliori interfacce audio per chitarra in circolazione. Che siate professionisti esperti o alle prime armi, questa proposta di IK Multimedia vi darà filo da torcere.

10. Audient iD4 Mk II

Audient iD4 Mk II
  • Connettività USB 3.0 2-in/2-out
  • 24 bit/192 kHz
  • 1 ingresso strumento JFET
  • Doppia uscita per cuffie
  • Compatibile con i dispositivi iOS

L'iD4 offre un valore fantastico per gli home studio e i produttori mobili ed è un'ottima scelta per la registrazione della chitarra.

Sia che utilizziate l'ingresso dedicato JFET per strumenti o l'ingresso combo microfono/linea (con alimentazione phantom), sarete soddisfatti del suono ottenuto grazie al preamplificatore microfonico della console Audient. Inoltre, grazie alla connessione USB 3.0, la connessione tra il laptop o i dispositivi iOS è rapida e la velocità di andata e ritorno è ridotta.

Oltre alle uscite TRS per i diffusori principali, sono disponibili due uscite per le cuffie - una rarità in questa classe - alimentate da un amplificatore in grado di erogare fino a 600 Ohm. Sicuramente sufficiente anche per le sessioni più rumorose (ma attenzione alle orecchie, ragazzi).

La grande manopola del volume funge anche da rotella di scorrimento virtuale per regolare i parametri della DAW o dei plugin sullo schermo. Personalmente, ritengo che questa sia una funzione interessante, soprattutto se si lavora su un computer portatile. Tuttavia, poiché questa manopola controlla anche il volume dell'uscita delle cuffie, non c'è un punto di riferimento fisico per valutare il livello di impostazione. Inoltre, le impostazioni non vengono salvate se si cambia computer o si scollega l'interfaccia. Per me non è un problema, ma se siete il tipo di persona a cui piace vedere a che punto sono le cose, vale la pena di tenerlo presente.

A parte i dubbi, si tratta di un'ottima unità. Il suo elegante alloggiamento color canna di fucile ha un bell'aspetto e una struttura solida. La qualità dell'audio lascia gli utenti più che soddisfatti, e con il dispositivo viene fornito anche un software sufficiente per essere operativi non appena lo si collega.

Per chi suona la chitarra da solista o per chi è alle prime armi, Audient iD4 è un modo economico e professionale per registrare i vostri licks più sorprendenti.

Ma aspetta...

Ok, so di aver detto le dieci migliori interfacce audio per chitarra. Ma per i puristi dell'audio tra voi, ho dovuto includerne un'altra...

11. Universal Audio Apollo Twin Mark 2 Duo

Audio universale Apollo Twin Mark 2 Duo
  • Interfaccia audio Thunderbolt 3 a 10 ingressi/6 uscite
  • 2 ingressi microfonici/linea, un ingresso Hi-Z
  • Latenza inferiore a 2 ms
  • Elaborazione del nucleo in unità
  • Una suite completa di elaborazione analogica classica inclusa

Si tratta di un'interfaccia audio per musicisti professionisti molto esigenti in fatto di audio per chitarra e con molti soldi da buttare.

L'Universal Audio Apollo Twin dispone di un'eccezionale tecnologia di preamplificazione microfonica e di conversione AD/DA. Se a ciò si aggiunge l'elaborazione Duo Core gestita dall'unità, non ci si potrà lamentare del suono della propria chitarra.

L'ingresso Hi-Z per chitarra sul frontale dell'unità è completato da altri ingressi e uscite sul retro. Due ingressi combo linea/microfono, più un ingresso ottico; e un'uscita monitor L/R, con altre due uscite di linea da 1/4".

Un aspetto che manca all'Apollo Twin è la connettività per gli strumenti MIDI, ma dato che l'unità è chiaramente orientata verso le testate audio, non è una sorpresa o una necessità. Per il prezzo che ha, sarebbe anche bello vedere più uscite per le cuffie.

L'Universal Audio Apollo Twin utilizza una connessione Thunderbolt, che garantisce una latenza bassissima, ma significa anche che è necessario disporre di una porta adeguata e di un computer sufficientemente potente per farlo funzionare. Il produttore dichiara il supporto per Windows, ma ci sono anche molte persone che si lamentano di questo aspetto, quindi, sapete, attenzione a Windows...

Il prezzo è elevato e non è adatto ai deboli di cuore. Ma se si considerano tutti gli ingressi e la qualità cristallina del suono, si tratta di un'interfaccia audio per chitarra adatta ai produttori/chitarristi di livello professionale.

Conclusione

Esistono tante ottime interfacce audio per chitarra quanti sono gli assoli di chitarra. Ognuna di esse ha caratteristiche e compatibilità diverse e può variare enormemente nel prezzo. Pensate bene alle caratteristiche di cui avete bisogno, prima di ascoltare ciò che gli altri vi dicono essere la migliore interfaccia audio per chitarra. E non dimenticate di tenere gli occhi aperti durante le festività natalizie (soprattutto il giorno del tacchino) per trovare ottime offerte di interfacce audio per chitarra.

Avanti, fatevi valere: ce la potete fare!

Dai vita alle tue canzoni con un mastering di qualità professionale, in pochi secondi!