Le migliori tastiere MIDI economiche: Scelte economiche

Le migliori tastiere MIDI economiche: Scelte economicheLe migliori tastiere MIDI economiche: Scelte economiche

Per i creatori di musica è più facile che mai iniziare a produrre musica. Tutto ciò che serve è un computer, un software e un controller MIDI per portare le idee dalle dita alla workstation audio digitale. E tutto questo può essere fatto con meno di un Benjamin (100 dollari per i miei amici non americani).

Ma scegliere la migliore tastiera MIDI economica può essere difficile, vista la profusione di ottimi modelli presenti oggi sul mercato.

Se state cercando di mettere le mani su una tastiera MIDI economica, siete nel posto giusto. Noi di eMastered abbiamo compilato una guida completa alle migliori tastiere MIDI economiche per tutte le tasche.

Ma prima di addentrarci nei dettagli di ogni tastiera MIDI, facciamo una rapida panoramica di ciò a cui dovrete pensare quando sceglierete il vostro controller MIDI.

Guida all'acquisto di controller MIDI economici

Esiste un'ampia scelta di tastiere MIDI adatte a ogni budget e a ogni livello di competenza, anche per i principianti. Ognuna di esse è dotata di una serie di caratteristiche uniche; alcune possono essere adatte a voi, altre possono essere più di quanto vi serve. Ecco alcuni elementi da considerare nella scelta della migliore tastiera midi economica per il vostro studio. Pensate a ciò che vi serve e a ciò di cui potete fare a meno.

Drum Pad, manopole e altri controller

Se vi interessa suonare le note piuttosto che scolpire il suono, potreste optare per una tastiera MIDI più semplice che non abbia una tonnellata di controller a bordo. Se invece vi piace manipolare i suoni, probabilmente vorrete una serie di strumenti che rendano la manipolazione sonora un gioco da ragazzi.

Ingressi del pedale di controllo

Per rendere più fluida l'esecuzione, si potrebbe desiderare un ingresso per pedale sustain sul controller MIDI. Alcuni dei modelli più compatti utilizzano un pulsante per questa funzione, anche se non è la soluzione migliore. Il potere del controller a pedale è maggiore.

Connettività MIDI

Avete bisogno di collegare qualche apparecchio esterno al vostro controller MIDI? A tal fine è necessaria un'uscita MIDI.

Numero di tasti

Il numero di tasti necessari può variare a seconda della superficie disponibile nel vostro studio e della vostra esperienza di musicisti.

Dimensione e tipo di chiave

Anche in questo caso, dipende dalla vostra esperienza e dal vostro stile di gioco. Se siete cresciuti suonando il pianoforte, potreste trovare i tasti ad azione sintetica o i mini tasti un peso.

Compatibilità DAW

Non tutti i controller MIDI sono uguali e alcuni si integrano meglio di altri con specifiche DAW.

Software in bundle

La maggior parte dei controller MIDI viene fornita con una sorta di pacchetto software. Anche se questo non dovrebbe essere il fattore decisivo per la scelta della scheda, vale la pena di confrontare ciò che si ottiene. Una tastiera MIDI un po' più costosa potrebbe essere dotata di alcuni software necessari, con un conseguente risparmio di denaro.

Confuso?

Se siete alle prime armi con il MIDI, vi suggerisco di consultare questo eccellente articolo per avere una panoramica completa di come funziona il MIDI e di cosa può fare per le vostre capacità di produzione.

In dettaglio - Le migliori tastiere MIDI economiche

L'idea di "budget" è diversa per tutti, quindi dividerò tutto in quattro sezioni, in base al prezzo.

In ogni sezione, esamineremo una serie di controller per tastiera MIDI con un numero variabile di tasti e funzioni. Quindi, qualunque siano le vostre esigenze di produzione e le vostre considerazioni economiche, troverete un controller MIDI adatto a voi.

Le migliori tastiere MIDI economiche sotto i 100 dollari

1. Alesis V Mini

Alesis V Mini
Uno sguardo veloce
  • 25 mini tasti sensibili alla velocità
  • 4 manopole assegnabili
  • 4 drum pad sensibili alla velocità
  • Pulsanti di pitch bend, modulazione e sustain
Il basso

L'Alesis V Mini è un controller MIDI estremamente portatile, ideale per i musicisti in movimento o per chi non ha molto spazio nel proprio studio.

I 25 mini tasti sono sensibili alla velocity, il che può essere una buona cosa se si sa cosa si sta facendo, o un peso se si vuole semplicemente emettere le note. La buona notizia è che è possibile modificare le curve di velocità nell'editor scaricabile: via le dinamiche!

Ci sono quattro pad retroilluminati che permettono di battere con facilità i groove delle percussioni o di lanciare i clip se la produzione di musica elettronica è la vostra passione. Anche questi sono sensibili alla velocità e le curve possono essere modificate nell'editor.

Il V Mini non ha pulsanti assegnabili a funzioni, il che è un po' negativo, ma ci sono quattro manopole. Queste possono essere assegnate alla manipolazione di plug-in di effetti e strumenti virtuali.

Le caratteristiche di questo piccolo controller MIDI sono completate da quattro pulsanti assegnati all'intonazione (up e down), alla modulazione e al sustain, oltre a una serie di pulsanti per il cambio di ottava.

Date le dimensioni compatte di questa scheda, non sorprende l'assenza di rotelle per il controllo dell'intonazione e della modulazione. Tuttavia, se la portabilità è il vostro forte e non avete intenzione di utilizzare il controller per eseguire performance virtuosistiche, Alesis V Mini è una tastiera MIDI estremamente conveniente.

2. Novation Launchkey Mini 25

Novation Launchkey Mini 25
Uno sguardo veloce
  • 25 tasti ad azione sintetica
  • 16 pad retroilluminati
  • 8 manopole rotanti
  • Cursori di pitch e modulazione
  • Ingresso pedale sustain
  • Progettato per l'integrazione con Ableton Live
Il basso

Arrivato appena sotto la soglia di prezzo, il Launchkey Mini di Novation è un ottimo controller MIDI economico per gli utenti di Ableton Live. Progettato per controllare completamente tutti gli aspetti di Ableton Live con una perfetta integrazione, il Launchkey è ricco di funzioni in un design compatto.

I drum pad possono essere utilizzati per attivare campioni, clip o per eseguire virtuose percussioni con le dita. Le otto manopole sono assegnabili e consentono di accedere ai controlli di tone-shaping o di mixaggio. I geniali tecnici di Novation sono riusciti a inserire anche i pulsanti di riproduzione e registrazione/cattura MIDI, in modo da ridurre al minimo il tempo da dedicare al mouse o al trackpad.

Sfruttate la creatività dell'arpeggiatore incorporato e della sua funzione mutate per trasformare i vostri pattern e utilizzate la modalità ad accordi fissi per esplorare nuove idee armoniche sia con i tasti che con i pad. I controlli di intonazione e modulazione sono strisce, anziché le più comuni rotelle, ma funzionano comunque bene per dare forma alle vostre performance.

Per i neofiti della musica, il software in dotazione è una grande attrattiva. Si ottiene una tonnellata di strumenti, effetti e pacchetti di campioni, compreso l'accesso all'eccellente PlugIn Collective di Novation. In pratica, ogni mese si ottengono nuovi plugin gratuiti dai migliori marchi di software.

Se non possedete ancora Ableton, Novation ha incluso nell'acquisto una copia di Ableton Live Lite. Se si utilizzano altre DAW, Launchkey funzionerà comunque con esse, offrendo una piena integrazione con Logic e Reason e il supporto per qualsiasi software compatibile con HUI. Sembra che la gente si diverta a usarla indipendentemente dalla DAW utilizzata.

Considerate le caratteristiche del Launchkey e l'impressionante pacchetto software, direi che si tratta di uno dei migliori controller midi a prezzi accessibili per meno di 100 dollari, soprattutto se si è agli inizi.

3. Alesis Q Mini

Alesis Q Mini
Uno sguardo veloce
  • 32 tasti
  • Pulsanti di pitch bend, modulazione, ottava e sustain
  • Manopola del volume riassegnabile
  • Pro Tools First e MPC Beats inclusi
  • Compatibile con i dispositivi iOs
Il basso

Questa minuscola proposta di Alesis offre una grande potenza per meno di 100 dollari. Per chi ha bisogno di portabilità e semplicità e vuole una mezza ottava in più con cui giocare, questa è un'ottima tastiera MIDI economica.

In termini di caratteristiche, non c'è molto da dire. I 32 tasti compatti (leggi: mini) sono sì piccoli, ma non al punto da finire a suonare cluster di accordi. La sensazione al tatto è sorprendentemente buona per una tastiera MIDI così economica.

Pitch bend, modulazione e sustain sono controllati da pulsanti dedicati, così come la selezione dell'ottava, che consente di accedere all'intera gamma di un pianoforte. Insieme a questi pulsanti è presente anche una manopola del volume che può essere assegnata a qualsiasi parametro del software.

Il controller è compatibile con la tecnologia midi USB, quindi il funzionamento è semplice e plug-and-play. È anche possibile collegarlo all'iPad o all'iPhone, anche se per collegarlo tramite la porta USB è necessario un kit di connessione alla videocamera dell'iPad separato.

E questo è tutto in termini di funzioni! Forse non è il migliore per la produzione di musica complessa, ma è una scelta eccellente per la semplice programmazione MIDI o per l'uso con software di notazione.

Per chi ha bisogno di portabilità e semplicità, e vuole una mezza ottava in più con cui giocare, questa è un'ottima tastiera MIDI economica.

4. Nektar SE 49

Nektar SE 49
Uno sguardo veloce
  • 49 tasti full-size, ad azione sintetica
  • Rotelle per il pitch bend e la modulazione
  • Ingresso pedale per interruttore a pedale assegnabile
  • Compatibile con iOS
Il basso

Sempre rimanendo sul limite di Benjamin, ma questa volta con un numero ancora maggiore di tasti, il Nektar SE 49 offre all'utente 4 ottave di esperienza di gioco con una discreta manciata di controlli assegnabili.

I 49 tasti sono ad azione sintetica, sensibili alla velocità e sorprendentemente non economici, considerando il costo di questo controller MIDI. Un'estetica piacevole è rappresentata dalle finiture rosse sotto il piano dei tasti.

In termini di controlli, non è possibile ottenere molto a questo prezzo con così tanti tasti. Detto questo, Nektar fa un lavoro ammirevole nel racchiudere le funzionalità del controller nei quattro tasti e nel cursore.

In superficie, i quattro pulsanti sembrano normali pulsanti di ottava e trasposizione, come quelli presenti sulla maggior parte delle tastiere midi. Tuttavia, se si va un po' più a fondo, diventano controlli di trasporto DAW e possono essere assegnati per sfogliare patch, cambiare canali MIDI o selezionare tracce.

Accanto a questi controlli è presente un fader che può essere assegnato a qualsiasi CC MIDI, come il taglio del filtro, il panning o gli effetti. Inoltre, anche la rotella di modulazione e l'ingresso dell'interruttore a pedale da 1/4" possono essere assegnati a CC, offrendo un controllo ancora maggiore sulle vostre creazioni.

Vale la pena notare che gli utenti di Logic dovranno scaricare un driver separato per evitare problemi di latenza. Sembra che questa sia l'unica DAW in cui ciò accade, ma considerando il prezzo e le prestazioni di questa tastiera MIDI, sembra un piccolo inconveniente.

Nel complesso, la SE49 è una buona tastiera MIDI per i produttori che preferiscono il numero di tasti ai pulsanti e alle manopole e che vogliono ancora qualche spicciolo da una banconota da 100 dollari.

5. Nektar SE 61

Nektar SE 61
Uno sguardo veloce
  • 61 tasti full-size ad azione sintetica
  • Rotelle per il pitch bend e la modulazione
  • Ingresso pedale per interruttore a pedale assegnabile
  • Compatibile con iOS
Il basso

Non sorprenderà nessuno che il Nektar SE61 sia il fratello maggiore dell'SE49, questa volta con 61 tasti. È un po' deludente che non abbiano cercato di inserire in questa scheda un paio di funzioni in più - forse i tasti? - ma il costo avrebbe superato il tetto dei 100 dollari.

Quindi non c'è nulla di diverso tra questo e l'SE49, a parte il numero di tasti e una decina di euro in più in tasca. Si ha ancora la versatilità del controllo DAW, una manciata di controller CC per manipolare il suono e l'ingresso per i footswitch, ma si occupa più spazio sulla scrivania.

Perché l'SE61 è entrato nella lista? Perché è l'unica tastiera MIDI a 61 note che si può trovare a meno di 100 dollari. Se siete il tipo di produttore che ha bisogno di 5 ottave di avorio per meno di un metro, la SE61 è la migliore tastiera MIDI economica che potete trovare in questa categoria.

Le migliori tastiere MIDI economiche sotto i 200 dollari

1 Akai MPK Mini MkIII

Akai MPK Mini MkIII
Uno sguardo veloce
  • Controller MIDI USB a 25 tasti
  • 8 drum pad
  • 8 manopole "infinite" assegnabili
  • Joystick a 4 vie per il controllo del passo/modulazione
  • Ingresso pedale sustain
Il basso

L'Akai MPK Mini è uno dei controller MIDI compatti più noti sul mercato, e per una buona ragione. Pur essendo abbastanza piccolo da poter essere riposto in uno zaino (tutta l'alimentazione proviene dalla porta USB, quindi è una tastiera midi veramente portatile), contiene molte funzioni che i produttori di oggi troveranno utili. E questo prima di considerare il software in dotazione.

I 25 tasti sensibili alla velocità, in stile synth, sono solidi e suonano piuttosto bene. Certo, si tratta di tasti piccoli, ma io sono un pianista e non ho problemi a lavorarci quando porto il mio studio in viaggio.

In effetti, tutti i controlli di questo Akai MPK Mini sono ottimi: i pad rispondono bene al tocco (la curva di velocità richiede un po' di tempo per abituarsi) e le manopole sono solide. È possibile programmare queste manopole rotanti per controllare i parametri della DAW o degli strumenti software.

L'aggiunta dello schermo OLED sull'MKIII consente di vedere cosa si sta facendo e quanto si sta facendo.

La mia unica lamentela sull'eccellente MPK Mini è il joystick a 4 vie al posto delle rotelle pitch e mod. Ma onestamente, se si trattasse di averli o di avere più controlli, mi atterrei al layout che Akai ci ha fornito.

Come tastiera e controller MIDI, quindi, funziona benissimo ed è un vero e proprio MIDI USB plug-and-play. Un vantaggio della scelta dell'Akai MPK mini è il Music Production Starter Kit in dotazione. L'accesso a oltre 1.500 suoni e a strumenti come il succoso Hybrid 3 e il Mini Grand di Air Music Technology, oltre all'iconico software MPC Beats, significa che potrete iniziare a fare musica di qualità fin da subito.

Se si considera l'eccellente costruzione di questa tastiera, il software in dotazione e il prezzo - più vicino ai 100 che ai 200 dollari - questo è davvero un ottimo controller portatile per i produttori mobili o i beat-maker alle prime armi.

2. Novation FLKey 37

Novation FLKey 37
Uno sguardo veloce
  • Integrazione completa con FL Studio
  • 16 pastiglie
  • 8 controlli assegnabili
  • Modalità scala e accordo per una creazione musicale semplificata
Il basso

Gli utenti di FL Studio di tutto il mondo hanno gioito nel 2022 quando Novation ha lanciato i primi controller dedicati al software. Al momento sono disponibili solo FLkey Mini (25 tasti) e FLkey 37. Entrambi hanno un prezzo inferiore ai 200 dollari, ma qui diamo un'occhiata più da vicino all'FLkey 37, che ha più controlli (e più tasti - evviva!).

Se non siete utenti di FL, andate pure avanti: si integra con quel software e solo con quello! Ma se FL è la vostra DAW, FLkey è un campione di scelta come controller MIDI.

Come ci si aspetterebbe, i 16 pad possono attivare campioni o essere utilizzati per programmare la batteria, con la funzione di ripetizione delle note che si rivela utile. Le 8 manopole rotanti controllano il volume e il pan o possono essere assegnate a controlli di editing creativo. I controlli di trasporto completi per FL si trovano sul lato destro della scheda, mentre il lato sinistro ospita le rotelle pitch e mod. Inoltre, è possibile accedere direttamente ai preset Image Line dalla scheda.

Sul retro è presente un ingresso per pedale sustain e, cosa insolita per le dimensioni compatte del controller, una porta MIDI out a 5 pin consente di controllare i sintetizzatori hardware. Il pacchetto software comprende strumenti ed effetti di AAS, Spitfire Audio, AAS e l'accesso al software gratuito offerto dal Novation Sound Collective.

FLkey è un atteso controller MIDI dedicato a questo popolare software DAW. Qualunque sia la dimensione scelta, si tratta di ottimi controller per tastiera per il programma. Ma non compratelo se usate qualcos'altro per registrare la vostra musica!

3. Alesis V49 MkII

Alesis V49 MkII
Uno sguardo veloce
  • 49 tasti (azione synth)
  • 8 pad sensibili alla velocità
  • 4 manopole assegnabili
  • Arpeggiatore di bordo a 6 modalità
Il basso

L'Alesis V49 è un ottimo controller MIDI economico per chi desidera quattro ottave con cui suonare e semplici funzionalità di controller.

I pad retroilluminati sono sensibili alla velocità, le manopole rotanti possono essere assegnate a qualsiasi messaggio MIDI e ci sono pulsanti di ottava e di trasposizione per accedere all'intera gamma del pianoforte. L'ingresso per il pedale sustain consente di rendere più fluida l'esecuzione.

Scavando un po' più a fondo, troverete le pratiche funzioni di ripetizione delle note e di livello pieno per i pad di esecuzione, per ottenere il classico suono delle drum machine e dei sequencer più diffusi. L'arpeggiatore ha 6 modalità da cui trarre ispirazione, oltre a divisione temporale, tap tempo e controlli swing e gate.

Se si vuole essere più precisi, c'è un editor scaricabile per il V49 che consente di salvare le configurazioni per diversi scenari. Sono sempre indeciso sugli editor; il più delle volte è più facile usare la funzione "learn" della mia DAW per riassegnare rapidamente i controlli. Ma questo potrebbe essere un vantaggio per passare da un setup da studio a uno per le performance dal vivo.

Il V49 è alimentato dalla porta USB e, cosa interessante, ha un interruttore di alimentazione sul retro dell'unità. Questo è utile per gli utenti di computer portatili che hanno bisogno di risparmiare la batteria, oppure, suppongo, se non si utilizza la scheda e non si desidera la rilassante luce blu dei pad.

La V49 è una di quelle tastiere MIDI che non hanno molto di eclatante. È semplice, pulita e facile da usare. Ciò che manca in termini di controller, è compensato dalla qualità della costruzione e dalla suonabilità.

4. Nektar Impact LX61

Nektar Impact LX61
Uno sguardo veloce
  • 61 tastiere controller in stile synth
  • 9 fader, 8 potenziometri, 8 pad per le prestazioni
  • Pulsanti di trasporto supportati dalla maggior parte delle DAW
  • Presa per interruttore a pedale assegnabile
Il basso

Quando ci avviciniamo alla fascia alta dei 200 dollari, le cose iniziano a farsi serie. Questa proposta di Nektar offre 5 ottave e un'impressionante gamma di funzioni per soddisfare anche i produttori più esigenti.

È la prima tastiera del nostro elenco a includere controlli di trasporto completi. Oltre ai pulsanti di base per suonare, fermare e registrare, la Nektar offre anche un'integrazione automatica completa con tutte le principali DAW: Cubase, Logic, Digital Performer, Studio One, Reason e persino Reaper.

Le funzionalità specifiche variano da programma a programma, ma una rapida occhiata al sito web del produttore mostra che, qualunque sia la vostra arma, il Nektar vi aiuterà a passare meno tempo a lavorare con il mouse e più tempo a fare musica.

I pad possono essere utilizzati per creare tracce di batteria (ovvio), ma anche assegnati a messaggi MIDI CC. Possono essere riassegnati istantaneamente per suonare una nota specifica o un suono di batteria utilizzando la funzione 'pad learn' e (a seconda del software utilizzato) sono utili per attivare scene, clip o saltare a punti di riferimento. Per evitare confusione su questo fronte, i pad hanno quattro colori che indicano quale delle quattro mappe pad è attualmente caricata.

Inoltre, è possibile personalizzare tutti i controlli del Nektar (anche i pulsanti di ottava e di trasposizione) e salvarli in preset utente. Questi preset possono essere richiamati in qualsiasi momento, anche mentre si suona, in modo da passare con facilità dalla regolazione dei parametri delle patch sugli strumenti virtuali al missaggio del brano.

C'è molto altro da scoprire sotto il cofano di questo controller. Se siete seriamente intenzionati a familiarizzare con i controller hardware in un mondo software, questa è una delle migliori tastiere MIDI della sua categoria.

5. M-Audio Keystation 61 Mk3

M-Audio Keystation 61 Mk3
Uno sguardo veloce
  • 61 tasti full-size. semi-pesati
  • Pulsanti di trasporto e direzionali per il controllo del software DAW
  • Fader del volume personalizzabile
  • Uscita MIDI a 5 pin
  • Alimentazione tramite bus USB, alimentazione opzionale a 9 V CC
Il basso

A prima vista, questa offerta di 61 note di M-Audio sembra essere priva di controlli.

Se avete familiarità con i controller per tastiera M-Audio, saprete che in genere sono ricchi di pad, manopole e fader.

Non è così nel caso della Keystation 61.

Oltre alle obbligatorie rotelle per il pitch bend e la modulazione, sono presenti un paio di pulsanti di commutazione d'ottava, un fader, alcuni semplici controlli di trasporto e pulsanti direzionali. Non è quello che normalmente ci si aspetta da M-Audio.

Ma non lasciatevi scoraggiare dall'apparente assenza di elementi da smanettare su questa tastiera MIDI. È stata progettata per espandere la vostra creatività e ridurre le complicazioni nella produzione musicale. Il fader del volume può essere assegnato al controllo di qualsiasi parametro MIDI, mentre i controlli di trasporto e direzionali consentono all'utente di navigare nella DAW senza dover toccare il mouse.

La Keystation è un oggetto agile, con un peso di soli 9 libbre. Collegatela ai vostri dispositivi mobili con l'adattatore Apple Lightning to USB separato e avrete un impianto live snello e leggero. E non preoccupatevi: anche se questa tastiera è alimentata via USB, è disponibile un alimentatore opzionale da 9 V CC che consente di non scaricare la batteria dell'iPad collegandola.

Per i musicisti che hanno bisogno di un controller per tastiera semplice, abbastanza leggero per viaggiare ma in grado di reggere il confronto con lo studio, la Keystation 61 di M-Audio è un'ottima opzione. Punti bonus per il software in dotazione, che include un pianoforte elettrico e un pianoforte a coda di Air Music Tech.

Le migliori tastiere MIDI economiche sotto i 300 dollari

1. IK Multimedia iRig Keys I/O 25

IK Multimedia iRig Keys IO 25
Uno sguardo veloce
  • Tastiera controller a 25 tasti e interfaccia audio in un'unica unità
  • Utilizzo con dispositivi desktop/laptop/iOS
  • 8 pastiglie per le prestazioni
  • 5 manopole rotanti
Il basso

IK Multimedia iRig è unico tra i controller MIDI: è anche un'interfaccia audio 24/96, completa di ingresso, jack per cuffie e uscite di linea. Per i produttori mobili è quasi troppo bello per essere vero.

L'ingresso combo Nuetrik fornisce anche l'alimentazione phantom alla sorgente, quindi può gestire praticamente qualsiasi microfono o strumento. Le uscite di linea stereo e il jack per cuffie offrono numerose opzioni di monitoraggio. Per finire, la qualità audio è di 24 bit/96 kHz in un'unità che pesa meno di 3 libbre.

Anche il reparto di controllo MIDI non è da meno. Le manopole, i cursori e i pulsanti di controllo sensibili al tocco sono tutti programmabili, così come le due strisce di controllo che fungono da sostitute delle ruote mod e pitch. Se a questo si aggiungono gli 8 pad sensibili al tocco, si ottiene un controller a tastiera ultracompatto che può anche registrare audio di alta qualità.

Per rendere il dispositivo ancora più appetibile per i musicisti in movimento, iRig è compatibile sia con i laptop che con i dispositivi mobili. Siete preoccupati di scaricare l'energia dall'iPad attraverso la connessione USB? Non temete. È sufficiente premere un interruttore per alimentare l'iRig con 4 batterie AA o con un adattatore CA.

Quindi, anche se non la consiglierei come sostituto in studio, è assolutamente la migliore tastiera MIDI per un produttore itinerante che ha bisogno di catturare l'audio, manipolare strumenti virtuali e rispettare il budget.

2. M-Audio Oxygen Pro 49

M-Audio Oxygen Pro 49
Uno sguardo veloce
  • 49 tasti semipesati con aftertouch
  • 16 pad RGB assegnabili
  • 9 fader, 8 manopole rotanti, sezione di trasporto a 6 pulsanti
  • Modalità Smart Chord e Smart Scale per chi non suona la tastiera
Il basso

L'Oxygen Pro di M-Audio è l'ultima versione della storica serie di controller MIDI Oxygen. Il suo piano tasti di nuova concezione offre all'utente l'accesso a quattro ottave di riproduzione sensibili alla velocità, con aftertouch e zone assegnabili. Anche se i tasti sono semi-pesati, sono al top della loro categoria, avvicinandosi più ai tasti pesati che all'azione dei sintetizzatori.

I 16 pad RGB sono dotati di ripetizione delle note e possono essere utilizzati per l'ovvio finger drumming, il lancio di clip e altri messaggi MIDI.

I fader, i pulsanti e le manopole rotanti possono essere assegnati a praticamente qualsiasi comando MIDI, oltre a disporre di un set completo di controlli di trasporto. Anche le rotelle pitch e mod possono essere modificate per influenzare le zone della tastiera in modi diversi.

Ma forse il bello di questa bestia MIDI USB è l'integrazione con la DAW. Che si utilizzi Pro Tools, Cubase, Ableton Live (l'Oxygen viene fornito con una copia di Ableton Live Lite) o uno degli altri principali player, è sufficiente selezionare la DAW sull'Oxygen per ottenere immediatamente la mappatura del software.

Inoltre, si integra immediatamente con gli strumenti virtuali inclusi (una gustosa selezione di Air Music Tech).

Un altro paio di cose degne di nota sono l'arpeggiatore, le funzioni di scala e accordo intelligenti e lo schermo OLED lucido e brillante. Spesso quando si lavora con i controller di tastiera MIDI si può perdere di vista la posizione di un fader o di un potenziometro, soprattutto se si passa da uno strumento all'altro e alle funzioni della DAW. Questo schermo è facile da leggere e rende la modifica dei parametri un gioco da ragazzi.

Nel complesso si tratta di un ottimo controller per tastiera, adatto all'uso in studio o in mobilità.

3. Novation Launchkey 61 Mk3

Novation Launchkey 61 Mk3
Uno sguardo veloce
  • 61 tasti in stile synth
  • 16 pad RGB
  • 8 manopole rotanti
  • 9 fader
  • Ottimizzato per Ableton Live
Il basso

Sì, avete indovinato: si tratta del fratello maggiore del Launchkey 25.

A parte il prezzo, le differenze tra le due versioni sono minime. È ancora presente un ingresso per pedale sustain, una porta MIDI a 5 pin e le rotelle pitch e mod. Ci sono ancora 16 pad RGB deliziosamente colorati e fader, manopole e pulsanti assegnabili.

In effetti, l'unica cosa che il 61 può vantare sono le tre ottave aggiuntive di capacità di suonare l'avorio e un pulsante dedicato per la selezione del braccio.

Launchkey è stata progettata e ottimizzata per Ableton Live. Tuttavia, offre l'integrazione con la maggior parte delle principali DAW e, a detta di tutti, funziona bene con tutte.

Personalmente, esiterei ad acquistare una tastiera controller (anche se economica) dedicata a un software che uso raramente. Ma se siete utenti di Ableton di qualsiasi livello e desiderate la gamma di riproduzione offerta dai 61 tasti, questa è una tastiera controller fantastica per voi. Se siete indecisi, scegliete la versione a 25 tasti.

4. Native Instruments Komplete Kontrol A61

Native Instruments Komplete Kontrol A61
Uno sguardo veloce
  • Tastiera a 61 tasti, semipesata
  • 8 manopole di controllo sensibili al tocco
  • Ingresso pedale TRS (sustain/espressione)
  • Navigazione delle preimpostazioni basata su tag
Il basso

Certo, l'intera serie Komplete Kontrol di Native Instruments è utile solo se si utilizza il software Native Instruments. Sebbene l'A61 non offra tutte le funzionalità della serie S dei controller NI, lo includo in questo elenco perché offre un punto di ingresso economico nel mondo del software NI. E si tratta di un software che è stato utilizzato in numerosi successi e colonne sonore di film.

Quindi, per chi si affaccia al mondo della musica e ha bisogno di una marcia in più nel reparto software, questo potrebbe essere il miglior controller MIDI economico. Ma cosa si ottiene con i soldi dell'USB MIDI?

Cinque ottave di suonabilità, con pulsanti di ottava per estendere la gamma del piano tasti NI personalizzato, offrono all'utente un'ampia gamma con cui giocare.

I tasti semipesati offrono la possibilità di esprimersi senza affaticare i polpastrelli dei meno esperti. Le rotelle pitch bend e mod sono solide e aggiungono ulteriore espressività al vostro modo di suonare.

È possibile sfogliare le preimpostazioni degli strumenti virtuali direttamente dall'A61, tramite lo schermo OLED. Tutto è etichettato e organizzato in Komplete Kontrol, in modo da poter cercare il suono giusto per la traccia in modo intuitivo e ascoltare un'anteprima prima di caricarlo.

Una volta scelta la patch, le manopole rotanti sono premappate sui controlli più comodi dello strumento, consentendo di effettuare le regolazioni con facilità.

Sulla scheda sono presenti anche controlli dedicati per Logic, GarageBand e Ableton Live. In futuro è prevista l'integrazione con Cubase e Nuendo.

Si tratta quindi di un kit ideale per chi possiede o è interessato al software Native Instruments (compreso Maschine). Il software in bundle include Ableton Live Lite, un paio di splendidi sintetizzatori, un pianoforte verticale ed elettrico e oltre 2.000 suoni ed effetti della collezione Komplete. E naturalmente c'è un percorso di aggiornamento per potenziare la vostra tavolozza sonora quando sarete pronti per qualcosa di più.

5. Alesis Q88 MKII

Alesis Q88 MKII
Uno sguardo veloce
  • 88 tasti pieni e semipesati
  • Rotelle per il pitch bend e la modulazione
  • Ingresso pedale sustain
  • Connessione di uscita MIDI a 5 pin
Il basso

L'ultima offerta di questa categoria è una semplice tastiera MIDI USB che offre funzioni di controller di base, con una gamma completa di tasti, a poco più di 200 dollari.

Il Q88 consente di espandere la gamma di 88 tasti con i pulsanti di ottava (anche se non sono sicuro di quando si possano usare) e dispone di pulsanti direzionali e di trasporto di base per controllare il software di registrazione dalla scheda.

Appena sopra le ruote c'è un fader assegnabile, che può essere assegnato a qualsiasi messaggio CC.

E questo è quanto!

Se si desidera semplicità e una qualità costruttiva decente, il tutto a un prezzo accessibile, il Q88 è un'ottima scelta. Si noti che, nonostante le oltre 7 ottave, i tasti non sono completamente pesati, quindi non aspettatevi la sensazione di un "vero pianoforte". Tuttavia, questo rende l'unità più facile da trasportare.

Tuttavia, se avete assolutamente bisogno di 88 tasti e di una serie di controller per modellare il vostro suono, continuate a leggere.

Le migliori tastiere MIDI economiche - Sotto i 500 dollari

Ora stiamo giocando con i grandi. Anche se 500 dollari non possono essere considerati a buon mercato, quello che si ottiene con le schede seguenti è comunque un ottimo rapporto qualità-prezzo. Date loro un'occhiata...

1. Arturia Keylab 49 MkII

Arturia Keylab 49 MkII
Uno sguardo veloce
  • 49 tasti abilitati all'aftertouch
  • 16 pad, 9 fader, 9 encoder rotativi
  • 5 ingressi di controllo dell'espressione (sustain, espressione, 3 aux)
  • 4 jack di uscita CV
Il basso

Il Keylab 49 è una bestia di controller MIDI e molto altro ancora.

I 49 tasti sono dotati di aftertouch, ottimo per aggiungere modulazioni ai sintetizzatori suonando con entrambe le mani (o occupandone una con uno dei numerosi fader).

I fader possono essere utilizzati per la manipolazione di qualsiasi parametro, compresa la simulazione del controllo della drawbar nelle patch di organo. Anche le manopole rotanti possono essere utilizzate per infinite regolazioni. Inoltre, ci sono 16 performance pad su cui le dita possono scatenarsi.

I vostri piedi si stanno perdendo l'azione? Metteteli al lavoro con i 5 ingressi per pedali.

E se avete dei sintetizzatori hardware che prendono polvere nel retro dello studio, potete utilizzare i jack di uscita CV per controllare il pitch, il gate e la modulazione.

I controlli di trasporto sono compatibili con tutte le principali DAW e il Keylab viene fornito con sovrapposizioni magnetiche che consentono di vedere immediatamente quale parametro viene controllato da ciascuna manopola o pulsante.

La tastiera viene fornita con il software Analog Lab di Arturia. Questo software consente di accedere a oltre 6.000 suoni di synth e tastiere della favolosa collezione V. E naturalmente il Keylab si integra perfettamente con questi.

Attenzione però: considerando l'enorme quantità di controllo che si ha su, beh, praticamente tutto, potrebbe esserci una curva di apprendimento, soprattutto se si è alle prime armi.

Il lato positivo è che la qualità costruttiva del Keylab MkII è solida come una roccia e ha un aspetto da sogno (si può anche scegliere tra uno chassis bianco o nero). Se fate una spesa del genere, sarete a posto con i controller MIDI per un po' di tempo.

2. Akai MPK 249

Akai MPK 249
Uno sguardo veloce
  • 49 tasti a grandezza naturale con aftertouch
  • 16 pad RGB
  • 8 set di fader, manopole e pulsanti
  • Integrazione completa con la DAW
Il basso

Se vi piace l'idea dell'Akai MPK Mini, ma volete più tasti e più controllo, l'MPK 249 potrebbe essere il controller MIDI che fa per voi.

Questa offerta di livello professionale di Akai racchiude un'enorme quantità di potenza di controller nel suo corpo a 49 tasti, pur rimanendo al di sotto dei 500 dollari.

I 16 pad RGB sono dotati di quattro banchi ciascuno per consentire l'accesso a tutti i tipi di trigger dei campioni e alla creazione di beat in stile MPC. Gli 8 fader, le manopole e i pulsanti possono essere assegnati alla manipolazione di strumenti ed effetti e dispongono di tre banchi per espandere il numero di controlli a 24 ciascuno.

La scheda dispone anche di controlli di trasporto dedicati, in modo da poter gestire tutto ciò che è presente nella DAW direttamente sull'MPK.

Il controller è compatibile con iOS, ma probabilmente vorrete l'alimentatore (a pagamento) se pensate di usarlo con l'iPad per più di 15 secondi.

Questa scheda può fare molto e c'è una curva di apprendimento piuttosto lunga per poterla utilizzare al meglio. Se volete la semplicità, andate avanti. Se invece siete pronti a fare rock con i professionisti, ecco il vostro nuovo migliore amico.

3. Novation Impulse 61

Novation Impulse 61
Uno sguardo veloce
  • 61 note, tastiera semipesata con aftertouch
  • Controllo completo di DAW/plugin
  • 9 fader, 8 manopole, 8 pad
  • Tonnellate di pulsanti
  • Connessioni MIDI in/out a 5 pin
  • Prese per pedali di Sustain e di espressione
Il basso

Per concludere la nostra carrellata di controller MIDI, ci addentriamo in schede che domineranno la vostra DAW e i vostri plug-in, migliorando seriamente il vostro modo di fare musica.

Novation Impulse è ricco di funzioni di controllo: otto pad, nove fader, otto manopole rotanti 'infinite' e un'intera serie di pulsanti che consentono di accedere a quasi tutti i parametri da regolare.

Utilizzando il software Automap 4 di Novation, si ottiene un'integrazione immediata con tutte le principali DAW (è stato progettato e testato proprio per questo), oltre all'accesso ai parametri di molti plugin di terze parti del calibro di Native Instruments, Waves e FXpansion.

Se utilizzate Ableton, i pad sensibili al tocco fungono anche da lanciatori di scene e clip. È davvero un gioco da ragazzi utilizzare i plugin e mettere in ordine la DAW con questo controller.

In termini di suonabilità, la tastiera a 61 note è estremamente ricettiva a ogni sfumatura della vostra performance. Tanto che i musicisti che lavorano con i migliori artisti lo usano in studio e sul palco. Un riconoscimento davvero alto, mi sembra.

4. Nektar Impact LX88

Nektar Impact LX88
Uno sguardo veloce

Controller tastiera MIDI USB a 88 tasti

8 pad per le prestazioni, 9 fader, 8 manopole

Pulsanti di trasporto per il controllo della DAW

Il basso

Per i musicisti che desiderano (o hanno bisogno) di una gamma completa di 88 tasti, ma non vogliono sacrificare alcuna funzionalità di controllo, Impact LX88 potrebbe essere il controller MIDI dei vostri sogni.

Come il suo fratello (l'LX61), l'LX88 offre un'integrazione semplice e automatica con quasi tutte le DAW, oltre a un'ottima suonabilità. Certo, i tasti sono solo semi-pesati, ma il fondo dei tasti è ottimo da suonare e per poco più di 300 dollari ci si aspetta davvero dei tasti ad azione martellante?

La padronanza completa della DAW si ottiene scegliendo il software durante il processo di installazione, e poi si può iniziare a fare musica.

Oltre ai controlli del trasporto e del mixer, molti plugin saranno pre-mappati sui controlli predefiniti di Impact.

Se non lo sono, si può usare la modalità 'grab' per assegnare temporaneamente i parametri ai controlli.

Inoltre, sono disponibili cinque preset utente per la memorizzazione delle impostazioni, se volete fare un'immersione profonda nel controllo del vostro soft synth preferito.

Per essere un controller a 88 note, l'Impact offre una serie completa di funzioni. Per me, gli unici inconvenienti sono il posizionamento un po' scomodo delle rotelle di pitch e modulazione e la mancanza di un secondo ingresso per il pedale.

Ma ancora una volta, per il prezzo che ha, è una salsa davvero fantastica.

5. M-Audio Hammer 88

M-Audio Hammer 88
Uno sguardo veloce
  • 88 tasti pesati, tasti con azione a martello
  • Controllo del pitch bend e della modulazione
  • 3 ingressi per pedali (sustain, espressione, soft)
Il basso

Infine, arriviamo all'unica tastiera completamente pesata e con azione a martello del nostro elenco. Le tastiere completamente ponderate sono costose, quindi trovarne una sotto i 500 dollari è un affare piuttosto interessante.

A parte le rotelle per l'intonazione e la modulazione, non ci sono funzioni di controllo su questa tastiera. È sicuramente pensata per chi vuole un tocco autentico.

La tastiera è alimentata via USB (con un adattatore opzionale per l'uso indipendente), offre connettività plug-and-play per Mac/PC e può essere collegata a dispositivi MIDI esterni con le porte MIDI a 5 pin.

Considerato il prezzo e la sensazione espressiva dei tasti, la considero ancora un'ottima tastiera MIDI 'economica'. Sarà difficile trovare una tastiera a 88 note che abbia una sensazione così buona in una fascia di prezzo simile.

Conclusione

Ecco a voi! Una carrellata delle migliori tastiere MIDI economiche disponibili oggi. Ora sapete che non dovete vendere vostra nonna per procurarvi un controller MIDI decente che vi permetta di produrre musica. Dopotutto, l'importante è fare musica.

Andate avanti e siate il produttore che desiderate diventare.

Dai vita alle tue canzoni con un mastering di qualità professionale, in pochi secondi!