Come scrivere una progressione di accordi: La guida definitiva

Come scrivere una progressione di accordi: La guida definitivaCome scrivere una progressione di accordi: La guida definitiva

Una progressione di accordi è la spina dorsale di qualsiasi canzone. Che si tratti di uno strumentista, di un beat maker o di un cantante, qualsiasi musicista ha bisogno di capire come si scrivono le progressioni di accordi, poiché è una parte essenziale del processo di composizione di una canzone .

Fortunatamente, scrivere progressioni di accordi è molto più semplice di quanto si possa pensare, anche se si è alle prime armi con la musica. Qui di seguito spiegheremo cos'è una progressione di accordi, come scrivere le proprie progressioni di accordi e condivideremo un paio di progressioni di accordi comuni per iniziare. Tuffiamoci!

Che cos'è un accordo?

Per comprendere le progressioni di accordi, è importante dare uno sguardo più dettagliato ai singoli elementi costitutivi o agli accordi. In sostanza, un accordo è un gruppo di tre o più note che suonano insieme in modo armonico.

Gli accordi sono modellati su una particolare scala o famiglia di note. Esistono diversi tipi di accordi che identificano qualità tonali come maggiore, minore, aumentata e diminuita. Sebbene l'interpretazione degli accordi sia soggettiva, in generale un accordo maggiore ha un suono più allegro, mentre un accordo minore ha un suono più triste o misterioso.

Come creare un accordo

La base di ogni accordo è una triade, che è semplicemente una musica che parla di un gruppo di tre note. La formula di ogni accordo è la stessa da una tonalità all'altra. Le tonalità maggiori sono utilizzate per creare accordi maggiori, mentre le tonalità minori creano accordi minori.

Prendiamo ad esempio la tonalità di Do maggiore. Questa tonalità è probabilmente la scala più semplice, poiché è costituita da tutti i tasti bianchi del pianoforte, omettendo i diesis e i bemolli. In parole povere, la scala di Do maggiore è C D E F G A B.

Per fare un accordo, si può prendere la prima nota (a volte chiamata tonica), la terza (chiamata mediana) e la quinta (la dominante). Quindi, nella tonalità di Do maggiore, un accordo di Do maggiore equivale a Do E G. Le tonalità minori sono uguali: la tonalità di La minore è composta da La B C D E F G, quindi un accordo di La minore equivale a La C E.

Questa formula funziona con qualsiasi scala e qualsiasi insieme di note. Ad esempio, la scala di G maggiore è composta da G, A, B, C, D, E e F♯. L'accordo di G maggiore è presente per G B D, poiché per creare un accordo maggiore si prendono la prima, la terza e la quinta nota di una scala maggiore.

Un accordo di Do maggiore è costruito a partire dalle tre singole note mostrate sopra.

Che cos'è una progressione di accordi?

Nella sua forma più semplice, una progressione di accordi è semplicemente un gruppo di accordi in un particolare ordine armonico. Le progressioni di accordi funzionano enfatizzando le relazioni tra le note all'interno di una particolare tonalità. L'ordine e il contesto degli accordi all'interno di una progressione sono importanti, poiché diversi schemi o cadenze di accordi possono evocare sensazioni musicali diverse.

Forse non lo sapete, ma la musica popolare spesso condivide e ricicla la stessa manciata di progressioni di accordi, solo in chiavi diverse. La comprensione delle progressioni di accordi comuni può essere preziosa come musicista e rendere molto più facile improvvisare o scrivere canzoni in modo efficiente.

Numeri romani nelle progressioni di accordi

Le progressioni di accordi sono scritte utilizzando i numeri romani, che definiscono gli accordi all'interno di una tonalità da sinistra a destra. Le lettere dei numeri romani aiutano a distinguere il tipo di accordo. Il numero romano maiuscolo è utilizzato per gli accordi maggiori o aumentati. I numeri romani minuscoli indicano gli accordi minori o diminuiti.

In una scala maggiore, l'analisi dei numeri romani per la scala maggiore appare come segue:

I - Tonico

ii - Supertonic

iii - Mediant

IV - Sottodominante

V - Dominante

vi - Submediante

VII - Tono guida

In una scala minore, l'analisi dei numeri romani si presenta come segue:

i - Tonico

ii - Supertonic

iii - Mediant

iv - Sottodominante

v - Domiant

vi - Submediante

vii - Tono conduttore

Canzoni diverse evocano sensazioni diverse a causa dell'impostazione del cambio di accordi all'interno di una progressione. Le progressioni di accordi più comuni possono essere facilmente decodificate con un po' di teoria musicale. Comprendendo le progressioni di accordi e il modo in cui gli accordi si relazionano con gli altri accordi, si è in grado di creare musica che corrisponda a ciò che si sta cercando di creare e di comunicare in modo efficace nell'industria musicale.

Come scrivere una progressione di accordi in 7 passi

Ora che avete capito come funzionano gli accordi e le progressioni di accordi, è il momento di scrivere le vostre progressioni di accordi! Ecco una guida passo passo che spiega come realizzare una progressione di accordi dall'inizio alla fine.

1. Scegliere la chiave

Per iniziare, è necessario scegliere la tonalità in cui impostare la progressione di accordi. Si tratta di una generalizzazione, ma la maggior parte della musica popolare tende a risiedere in una tonalità maggiore, in quanto ha un suono più "felice", più allegro. Le tonalità minori sono generalmente più misteriose o tristi per alcuni ascoltatori, a seconda del contesto.

Tuttavia, alcuni accordi minori, in particolare gli accordi di settima minore (o gli accordi minori con l'aggiunta di una nota di settima minore) sono comunemente utilizzati nelle progressioni "in levare", soprattutto in generi come il jazz o la disco.

Poiché l'arte è soggettiva, non ci sono regole! Scegliete una chiave e attenetevi ad essa. In questa fase del processo, vale anche la pena di considerare come si pensa di finire il resto della canzone. Canterete nel resto del brano? Assicuratevi di selezionare una tonalità che rientri nella vostra gamma. Avete intenzione di stratificare dei campioni? Preparatevi a far corrispondere la tonalità ai campioni o a deformarli per adattarli alla vostra progressione di accordi.

2. Identificare gli accordi all'interno della tonalità

Ora che avete scelto la tonalità, è il momento di comporre i sette accordi. Potete farlo a mano, utilizzando la teoria musicale, oppure consultando una tabella online. Per il nostro esempio, useremo la tonalità di C maggiore, che consiste in C D E F G A B.

Tutti gli accordi scritti si presentano così:

Una volta annotati tutti gli accordi all'interno di una tonalità maggiore o minore, avete praticamente creato un cheat sheet per la vostra progressione! Una volta che vi siete presi il tempo di scrivere i sette accordi di una particolare scala, avete tutto ciò che vi serve per scrivere progressioni di accordi.

3. Provare diverse combinazioni di accordi

Congratulazioni! Avete superato la parte più difficile. Ora è il momento di fare buon uso di quegli accordi. Scegliete un accordo con cui iniziare - La scelta degli accordi all'inizio di una progressione è di solito fissata sull'accordo di tonica, ma c'è sempre spazio per la sperimentazione!

Continuate a giocare con i cambi di accordi mentre scrivete la musica per trovare quello che funziona meglio. Le progressioni di accordi sono generalmente composte da tre o quattro accordi, ma potreste avere una progressione fattibile che utilizza solo due accordi o cinque o più accordi!

Se non sapete da dove cominciare, lavorate con l'accordo di I e di V: Gli accordi di dominante e di tonica hanno naturalmente una forte relazione, quindi questi accordi sono destinati a funzionare bene l'uno accanto all'altro. Potete anche scegliere di utilizzare una delle progressioni di accordi comuni indicate di seguito o di consultare le progressioni di accordi di alcune delle vostre canzoni preferite.

Se vi trovate in difficoltà, provate a lavorare prima su diverse parti strumentali. Per esempio, una semplice nota di basso o una melodia improvvisata possono aiutarvi a capire dove va la vostra progressione.

In generale, il primo accordo deve aiutare a stabilire la tonalità in cui si sta scrivendo la canzone, mentre l'ultimo accordo della progressione di accordi deve riportare al primo accordo, rendendo la progressione un ciclo continuo.

4. Prova la tua progressione con la melodia

Ora che avete una progressione di accordi, dovrete iniziare a costruire la vostra canzone. Dopotutto, molte progressioni di accordi possono suonare bene da sole, ma quando sono abbinate a una certa melodia non funzionano.

Ci sono molti modi diversi per scrivere una canzone , ma avere una progressione dovrebbe rendere il vostro lavoro più facile. Per ampliare la progressione di accordi, aggiungete una melodia, un ritmo di batteria o un rap. Se la progressione di accordi non sembra corrispondere allo stato d'animo che state cercando di creare, potrebbe essere il momento di fare un passo indietro e rivedere la progressione di accordi iniziale per adattarla meglio alla vostra canzone.

5. Considerare la struttura del brano

Una delle cose più importanti da considerare riguardo alle progressioni di accordi è che non devono necessariamente rimanere stagnanti. Potreste avere una progressione di accordi di base per la maggior parte della vostra canzone, ma questa può certamente essere modificata durante il ritornello, la strofa o il bridge di una canzone, anche se si tratta solo di inserire un altro accordo nella progressione.

Potete anche considerare di lavorare su un cambio di tonalità, se è una cosa che vi piace. Assicuratevi solo che i cambiamenti nella progressione degli accordi siano pensati per l'arco della canzone.

6. Provare

Quando si costruisce una progressione di accordi, si vuole passare dal micro al macro. Iniziate con un singolo accordo, provate l'accordo nel contesto di una progressione e poi provate l'intera progressione nello spazio di una canzone.

È importante dare a questi singoli punti di controllo il proprio peso, poiché l'impatto di una progressione cambia in base a ciò che la precede e la segue. La musica funziona quando la progressione supporta l'atmosfera generale del brano e passa in modo impeccabile da un pattern all'altro quando si passa dal pattern di accordi principale a uno alternativo durante il ritornello o il bridge.

Assicuratevi che le transizioni siano fluide e supportate dalla progressione. È molto utile chiedere il parere di amici musicisti e familiari fidati, che possono aiutarvi a determinare se gli accordi stanno sostenendo le vostre idee liriche e melodiche. Se trovate un feedback comune, non abbiate paura di modificare in meglio la vostra progressione!

7. Speziare il tutto

Dopo aver imparato a manovrare gli accordi di base, si può passare a creare progressioni di accordi migliori. Un modo semplice per creare accordi più convincenti è quello di trasformare gli accordi di base in accordi di settima: gli accordi di settima hanno essenzialmente la stessa struttura di qualsiasi accordo minore o maggiore, tranne per il fatto che hanno una nota in più: la settima della scala, altrimenti nota come tono principale.

Aggiungendo questa qualità di tono, si enfatizza la tonica dell'accordo e si crea una sensazione misteriosa e più complessa. È inoltre possibile aggiungere altri accordi o note tra gli accordi principali della progressione, che contribuiscono a condurre alla sequenza successiva.

Una volta terminata la prima progressione di accordi, potrebbe essere divertente provare a scrivere più di una canzone su di essa! Imparerete rapidamente che le progressioni di accordi sono comunemente utilizzate e riutilizzate da altre canzoni, quindi imparare a sentire le vostre progressioni di accordi in una varietà di contesti è un esercizio utile.

5 progressioni di accordi comuni che ogni musicista dovrebbe conoscere

Ora che sapete come si scrivono le progressioni di accordi , vediamo alcune delle progressioni di accordi più comuni che vedrete come musicisti.

I-V-vi-IV

Una delle progressioni di accordi pop più comuni contiene una variazione degli accordi di I, V e IV. Questa progressione di accordi contiene l'accordo minore che conduce perfettamente alla quarta. Un ottimo esempio di progressione di accordi I-V-vi-IV è "Ride" dei Twenty One Pilots:

I-IV-V

Anche se semplice, questa progressione di accordi è ancora presente in tutta la musica popolare. Una variante ancora più semplice di questa progressione sarebbe costituita solo dall'accordo I e dall'accordo V. È possibile ascoltare questa famosa progressione di accordi in La Bamba di Ritchie Valens.

ii-V-I

Cercate una progressione di accordi che enfatizzi gli accordi minori? Iniziate con questa progressione. Questa progressione classica compare nella hit dei Maroon 5, "Sunday Morning":

I-vi-IV-V

Un'altra variazione della classica progressione di accordi pop menzionata sopra cambia l'ordine di V, vi e IV. Ascoltate questa progressione di accordi nella canzone "Complicated" di Avril Lavigne:

I ii iii IV V

Anche se meno comune, questa progressione di accordi è comunque degna di nota. Questa progressione di accordi più complessa si può ascoltare in canzoni come "Here, There And Everywhere" dei Beatles:

Ed ecco fatto! Dovreste essere in grado di creare ampie progressioni di accordi nelle vostre canzoni. Divertitevi a sperimentare diverse combinazioni di accordi per adattarle al messaggio della vostra musica!

Dai vita alle tue canzoni con un mastering di qualità professionale, in pochi secondi!