Cos'è un filtro passa-alto e come usarlo nel mixaggio

Cos'è un filtro passa-alto e come usarlo nel mixaggioCos'è un filtro passa-alto e come usarlo nel mixaggio

Avete molto fango nel vostro mix? Avete difficoltà a domare le basse frequenze nel vostro mix? Potreste aver bisogno di un fidato filtro passa-alto. Questi strumenti di mixaggio essenziali si prestano a un'ampia varietà di mix, e ne avete già uno che vi aspetta nella vostra DAW!

Ma come funziona un filtro passa-alto? Qui di seguito vi spiegheremo tutto quello che c'è da sapere sull'uso di un filtro passa-alto nei vostri mix e vi illustreremo un paio di modi per iniziare. Tuffiamoci subito in questo argomento!

Che cos'è un filtro passa-alto?

Ma cos'è un filtro passa-alto? In sostanza, un filtro passa-alto (HPF) è un tipo di filtro di equalizzazione progettato per eliminare le basse frequenze estranee a un punto di taglio specifico. I filtri passa-alto sono noti anche come filtri taglia-basso.

Come potete vedere, il dizionario della produzione musicale ci ha reso le cose facili. I filtri passa-alto e passa-basso tagliano le frequenze più basse e permettono alle alte frequenze di entrare nel mix. Nel mondo della musica esistono diversi tipi di filtri passa-alto e questi strumenti si trovano praticamente ovunque.

Gli HPF sono presenti in apparecchiature fisiche come amplificatori, microfoni e altoparlanti. Gli HPF digitali sono anche un elemento fondamentale della DAW. Li troverete integrati nei vostri plugin di equalizzazione e in alcuni compressori specializzati. Anche se i filtri passa-alto possono diventare strumenti troppo utilizzati, se si sa come usarli correttamente, questi pratici modellatori del suono possono sicuramente portare a un ottimo mix.

filtro passa-alto

EQ con filtro passa-alto vs. filtro passa-basso. EQ con filtro passa-basso

In generale, il filtro passa-alto e il filtro passa-basso sono filtri passa-banda opposti. Il filtro passa-alto attenua il taglio delle frequenze basse indesiderate, mentre il filtro passa-basso attenua le frequenze problematiche nella parte alta dello spettro di frequenze. Come si vedrà di seguito, il filtro passa-basso è l'inverso del filtro passa-alto o dell'equalizzatore passa-alto:

filtro passa-alto vs filtro passa-basso

Come funziona un filtro passa-alto?

Un filtro passa-alto funziona creando una pendenza intorno a una frequenza di taglio per eliminare il rimbombo delle basse frequenze, esaltare le alte frequenze di un brano o semplicemente creare spazio nel mix. Questo filtro passa-banda è progettato per eliminare le basse frequenze che confondono il mix . I filtri passa-alto eliminano le frequenze molto basse, in modo che il rumore non passi oltre la pendenza e le frequenze di taglio impostate.

A seconda del filtro scelto, è possibile regolare l'intensità di questa pendenza, la forma della pendenza e, soprattutto, il punto di taglio in cui il filtro entra in gioco, misurato in Hz.

Attivi contro passivi Filtri passa-alto passivi

Sebbene non esista necessariamente una categoria separata per i filtri attivi e quelli passa-alto, vale la pena notare che è possibile utilizzare un filtro passa-alto su uno strumento come un equalizzatore dinamico. In questo modo, un filtro passa-alto potrebbe essere considerato "attivo", poiché entrerebbe in gioco solo quando viene automatizzato.

Un filtro passa-alto passivo, in questo esempio, si limiterebbe a regolare le singole tracce alla stessa quantità per tutta la durata del brano. Tuttavia, anche i tradizionali plug-in di eq parametrici con filtri passa-alto hanno proprietà che possono essere automatizzate per regolare con precisione l'esperienza dell'ascoltatore attraverso la lente dei filtri.

Analogico vs. digitale Filtri passa-alto digitali

Sia i filtri passa-alto analogici che quelli digitali sono progettati per eliminare il contenuto indesiderato di basse frequenze nel segnale audio che stanno elaborando. Detto questo, può essere un po' più facile programmare un filtro passa-alto digitale, dato che l'utilizzo di apparecchiature analogiche può limitare la larghezza di banda o le possibilità di mixaggio.

Le apparecchiature analogiche possono avere il vantaggio di aggiungere una certa atmosfera di calore che può essere difficile da ricreare in digitale, oltre a disporre di una forte frequenza di taglio per i filtri passa-alto incorporati. In definitiva, entrambi gli strumenti possono essere incredibilmente utili. Dovrete solo decidere quale sia il più adatto alle vostre esigenze in base alla vostra situazione sonora.

Come utilizzare un filtro passa-alto

come utilizzare un filtro passa-alto

Un filtro passa-alto, o HPF in breve, non è difficile da usare, ma deve essere utilizzato correttamente in modo da non influenzare negativamente il segnale elaborato. Ecco una guida di base su come incorporare correttamente un filtro passa-alto nella vostra musica.

1. Trovate la vostra fonte di fascia bassa e stabilite i vostri obiettivi.

Per cominciare, è necessario determinare la fonte di informazioni sulle basse frequenze. Prima di utilizzare il filtro passa-alto, determinate i vostri obiettivi di missaggio. State cercando di tagliare tutte le informazioni sonore alla frequenza di taglio? O volete ottenere un suono più delicato? Prendetevi il tempo di riflettere sui vostri obiettivi sonori per ottenere i migliori risultati.

2. Iniziate a esagerare e poi riducete i tempi.

L'ideale è usare il filtro passa-alto con la massima parsimonia possibile, poiché un uso eccessivo può portare a un mix privo di vita. Regolate lentamente l'ampiezza di banda del filtro passa-basso fino a determinare che il filtro è troppo forte. A partire da quel momento, riducetelo un po'.

3. Controllate il vostro suono nel contesto del resto del mix.

Non dimenticate che molti filtri si basano sulla creazione di spazio nel resto del mix. Prima di scegliere qualsiasi impostazione di filtraggio specifica sul vostro plugin di eq, verificate come il vostro segnale alterato si colloca all'interno del resto della sessione.

7 modi per utilizzare i filtri passa-alto nel mixaggio

Quando si tratta di utilizzare un filtro passa-alto, le possibilità sono illimitate. Detto questo, ecco 7 modi chiave per incorporare questi filtri passa banda nella vostra tecnica di missaggio.

  • Eliminazione del rombo delle basse frequenze
  • Aiutare le altre frequenze a brillare
  • Per l'automazione del suono
  • Creare spazio per la grancassa
  • Contabilizzazione dell'effetto di prossimità
  • Bilanciare il mix
  • Come facile transizione durante il set

1. Eliminazione del rombo delle basse frequenze

Le basse frequenze sono notoriamente difficili da domare e sono più facili da ascoltare, il che può portare a un accumulo di frequenze non necessarie. I filtri passa-alto possono facilitare il taglio del rumore, in particolare su altri strumenti che non hanno bisogno di molte informazioni basse nello spettro delle frequenze per reggere il confronto. Per esempio, si può usare un HPF per tagliare il rumore in eccesso nella gamma bassa di una traccia di hi-hat o rullante per fare spazio e chiarezza alle parti che hanno bisogno di maggiori informazioni sulla gamma bassa, come la grancassa o il basso.

2. Aiutando altre frequenze o alte frequenze a brillare

Quando si eliminano le frequenze di un gruppo, si aiuta un altro a brillare o a farsi sentire meglio. Pertanto, un filtro passa-alto può essere utilizzato per promuovere le frequenze più alte nel mix. Questo è particolarmente indicato per le tracce vocali, dove una maggiore quantità di frequenze alte può contribuire a creare un suono più brillante, più nitido e più chiaro.

3. Per l'automazione del suono

Proprio come qualsiasi altro plugin, un HPF può essere automatizzato per creare maggiore interesse nel mix. È possibile sperimentare l'automazione della frequenza di taglio, della larghezza di banda e della pendenza del filtro. Un filtro passa-alto dinamico può facilmente trasformare il vostro mix in un mix più dinamico ed energico.

4. Creare spazio per la grancassa

Spesso si verifica un conflitto tra la grancassa e una parte di basso. Per questo motivo, si può utilizzare l'HPF per affinare le frequenze basse della grancassa che non devono essere presenti. In alternativa, si può automatizzare un filtro passa-alto o un equalizzatore dinamico per tagliare il basso a una certa frequenza di taglio ogni volta che entra in gioco la cassa.

5. Contabilizzazione dell'effetto di prossimità

L'effetto di prossimità indica che più un cantante è vicino a un microfono, più informazioni sulle basse frequenze saranno rilevate dalla registrazione. Pertanto, potrebbe essere necessario utilizzare un filtro passa-alto per risolvere i problemi delle basse frequenze, soprattutto per la registrazione delle voci . Detto questo, è molto probabile che sia necessario tornare alla fase di registrazione. Dopo tutto, una traccia vocale principale registrata male può facilmente distruggere una traccia.

6. Bilanciare il mix

La creazione di un ottimo mix è una questione di equilibrio e di scelte. Pertanto, è essenziale stabilire punti di frequenza di cutoff deliberati che rispondano alle esigenze degli strumenti nel loro contesto. Può avere senso affrontare ogni sezione del mix in base alla gamma di frequenze. Per esempio, si possono affrontare gli strumenti in gruppi di frequenze basse, medie e alte, ciascuno in sezioni separate.

Da qui si può determinare la frequenza di taglio necessaria per ogni strumento all'interno di questi gruppi per aiutare la traccia più importante.

7. Come facile transizione durante il set

I filtri passa-banda e i filtri shelving possono entrambi creare transizioni sorprendenti, semplici ma sufficienti nei DJ set o nei mixtape. Non dimenticate di sperimentare l'attenuazione di questi filtri nel contesto di un brano all'altro. È anche possibile automatizzare il filtro low cut con una manopola di missaggio analogica per ottenere una maggiore potenza di riproduzione.

utilizzando il filtro passa-alto per la miscelazione

Altri usi dei filtri passa-alto nella musica

In sostanza, il cielo è il limite con i filtri passa-alto durante il processo di registrazione, missaggio e masterizzazione ! Detto questo, è bene usare questi strumenti con cautela, perché possono essere uno degli strumenti più abusati nella musica. Non tagliate l'energia delle basse frequenze dei segnali audio se non è necessario.

Un esempio di altri modi per utilizzare gli HPF nella musica è quello di inserire questi filtri passa banda nelle tracce di riverbero o di ritardo. Questo perché spesso è meglio utilizzare questi plug-in di riflessione sulle gamme di frequenza alte piuttosto che su quelle basse. È anche una buona idea pensare di utilizzare un filtro passa-alto nel contesto dell'intera catena di effetti.

Ad esempio, l'uso di un particolare compressore può causare accumuli indesiderati sugli strumenti. Potrebbe essere necessario compensare nel mix aggiungendo un filtro passa-alto dopo il segnale processato nella catena di mix.

Domande frequenti sui filtri passa-alto

Non riuscite ancora a capire la magia dei filtri passa-alto? Ecco alcune domande e risposte comuni per ampliare la vostra comprensione.

A cosa serve un filtro passa-alto?

Un filtro passa-alto o filtro taglia-basso viene utilizzato per tagliare o ridurre l'impatto delle frequenze più basse. Le frequenze basse possono essere famose per produrre fango se non vengono elaborate correttamente. I filtri passa-alto aiutano a domare questa regione senza elaborare eccessivamente il suono.

Dove si inserisce un filtro passa-alto?

Dovreste usare un filtro passa-alto quando notate troppe frequenze basse. È possibile utilizzare un filtro passa-alto su quasi tutti gli strumenti, purché il punto di crossover non sia così forte da togliere vita al suono.

Dovrei usare un filtro passa-alto per le voci?

È molto comune utilizzare un filtro passa-alto per le voci, poiché possono contenere molte informazioni inutili in gamma bassa. Detto questo, bisogna fare attenzione quando si usa un filtro passa-alto sulle voci, perché si può facilmente esagerare e togliere energia all'audio.

Come funziona un filtro passa-alto in un amplificatore?

I filtri passa-alto integrati nei dispositivi di riproduzione e negli amplificatori funzionano come quelli della DAW . Hanno lo scopo di tagliare le frequenze estranee di fascia bassa tra il preamplificatore e l'amplificatore, creando un suono più pulito o stili diversi dello stesso segnale.

I filtri passa-alto hanno una larghezza di banda?

Sì! Ogni tipo di filtro ha una larghezza di banda che può essere regolata in base alle esigenze del suono specifico. Più piccola è la larghezza di banda di un filtro passa-alto, più frequenze basse vengono tagliate. Una larghezza di banda maggiore consente il passaggio di un maggior numero di frequenze.

Un filtro passa-alto è la stessa cosa di un crossover?

Un filtro crossover può essere utilizzato per isolare il segnale di un diffusore in diverse gamme di frequenza. Un filtro passa-alto è tipicamente utilizzato in un contesto più elettronico e si concentra interamente sull'eliminazione della gamma bassa di un segnale audio.

Qual è la differenza tra filtri passa-alto e passa-basso?

La differenza tra filtri passa-alto e passa-basso si basa su ciò che intendono tagliare in termini di frequenze. I filtri passa-basso sono utilizzati per eliminare le frequenze superiori estranee. I filtri passa-alto sono progettati per tagliare le frequenze extra basse.

Come si usa il filtro passa-alto sulle voci?

È necessario prestare particolare attenzione quando si utilizza un filtro passa-alto per le voci. È fin troppo facile tagliare troppo le basse frequenze, lasciando il segnale audio privo di energia ed emozione. Con le voci, riducete lentamente l'ampiezza di banda del filtro passa-alto fino a quando non raggiungete il punto in cui si è spinto troppo in là e lo riducete.

Qual è l'impedenza di un filtro passa-alto?

L'impedenza varia notevolmente a seconda delle apparecchiature audio specifiche, indipendentemente dall'utilizzo di un filtro passa-alto. In genere, i dispositivi audio con impedenze d'ingresso più elevate possono essere pilotati con una bassa quantità di potenza, il che li rende più desiderabili in ambienti live.

Cosa fa un crossover passa-alto?

Proprio come un filtro passa-alto, un crossover passa-alto ha lo scopo di eliminare le frequenze basse indesiderate. In genere, un crossover passa-alto consente di eliminare le frequenze comprese nell'intervallo 5kHz-20kHz e di escludere tutte le altre parti del segnale. Ciò contribuisce a mantenere l'uscita della riproduzione il più pulita possibile.

Come potete vedere, ci sono molti modi per utilizzare il versatile filtro passa-alto nel vostro mix e nel flusso di lavoro della produzione musicale. Speriamo che questa guida all'HPF vi faciliti l'inserimento di questo potente strumento nelle vostre sessioni. Buon mixaggio!

Date vita alle vostre canzoni con un mastering di qualità professionale, in pochi secondi!