Cos'è il MIDI? Una guida completa a questo strumento software vitale

Cos'è il MIDI? Una guida completa a questo strumento software vitaleCos'è il MIDI? Una guida completa a questo strumento software vitale

Se ti stai appena addentrando nel mondo della produzione musicale, potresti trovarti di fronte a termini poco familiari come MIDI. MIDI sta per interfaccia digitale per strumenti musicali, e mentre questo potrebbe non significare molto per voi, è uno dei più potenti strumenti di produzione di beat che troverete.

Di seguito decodificheremo il mondo del MIDI in modo che possiate iniziare a incorporare strumenti e sequenze MIDI nella vostra DAW . Alla fine di questo articolo, saprai tutto quello che c'è da sapere sul MIDI, quindi diamoci dentro!

Cos'è il MIDI?

Cos'è il MIDI, comunque? Il MIDI o interfaccia digitale per strumenti musicali è un modo per tradurre le informazioni musicali digitali attraverso l'attrezzatura hardware. Potresti ancora trovarti a chiederti "cos'è il MIDI", ma non preoccuparti, è molto meno complicato di quanto tu possa pensare.

Quando un produttore musicale moderno suona un tasto su un dispositivo MIDI come una tastiera o un launchpad, il controller MIDI invia le informazioni direttamente al tuo computer. Quelle informazioni vengono importate direttamente nella tua workstation audio digitale in modo che la tua posizione cruciale sia salvata all'interno della tua sessione.

Tuttavia, un messaggio o una comunicazione MIDI contiene molto di più che la posizione o il posizionamento di una nota. La vostra DAW salverà anche altri bit di informazioni comunicate attraverso il controller MIDI, come quanto forte il produttore ha premuto il tasto, a quale velocità, e se ha suonato una nota singola o più note.

I dati MIDI sono utili per la produzione veloce, dato che puoi trasferire intuitivamente le informazioni attraverso un controller MIDI semplicemente suonando i tuoi strumenti hardware.

Una cosa da notare è che il MIDI in sé non contiene alcun suono; è solo informazione. Quindi, se la vostra tastiera MIDI o interfaccia MIDI non ha suoni incorporati, non produrrà alcun suono per conto suo. Invece, questi strumenti sono usati per prendere più controllo sugli strumenti digitali e i suoni che hai nella tua DAW. Per esempio, questo piano roll MIDI sta controllando il "super-sub drone bass", che è uno degli strumenti virtuali di Ableton Live:

come appare il midi

Alcuni sintetizzatori e altri strumenti hardware possono essere compatibili con il MIDI, il che significa che puoi tradurre direttamente le informazioni di suono ed espressione direttamente dallo strumento alla tua sessione digitale.

È anche una tecnologia relativamente nuova - il MIDI è stato ufficialmente concettualizzato dal leggendario Dave Smith e dal fondatore della Roland Ikutaro Kakehashi nel 1983 come un modo per standardizzare la comunicazione tra sintetizzatori. Oggi, la tecnologia MIDI può essere usata per qualsiasi strumento MIDI. Con dispositivi MIDI come controller, launchpad, tastiere, chitarre e persino strumenti a fiato, il cielo è il limite oggi.

Quali sono i vantaggi del MIDI?

I dati MIDI hanno ampliato gli orizzonti di ciò che è possibile per i produttori elettronici in molti modi. Qui ci sono solo alcuni benefici del MIDI che possono ispirarvi ad adottare questa tecnologia essenziale.

I dati MIDI possono essere trasferiti a qualsiasi traccia

Quando suoni delle note su un dispositivo MIDI, stai creando un file midi pieno di informazioni per comandare strumenti elettronici all'interno della tua DAW. Tuttavia, il divertimento non si ferma qui: i comandi MIDI possono essere tradotti all'interno della tua DAW mettendo clip MIDI su più tracce.

Per esempio, se hai già suonato il basso con note MIDI ma vuoi anche che il tuo sintetizzatore segua le stesse note, non devi tornare alla tua tastiera MIDI. Puoi semplicemente riutilizzare il file MIDI dalla traccia del basso e incollarlo alla traccia del sintetizzatore. Le tracce MIDI sono facili da modificare e da tradurre attraverso gli strumenti musicali digitali per un efficiente flusso di lavoro di produzione.

Il MIDI cattura un suono più "live"

Uno dei progressi più importanti che un'interfaccia MIDI può fornire a un produttore elettronico è una traccia dal suono più "live". Invece di spendere ore in noiosi tentativi di programmazione per convertire un suono prodotto digitalmente in un suono dal vivo, i dati MIDI ti permettono di suonare quei suoni digitali dal vivo.

Potrebbe non sembrare una differenza enorme, ma usare una tastiera MIDI può far risparmiare ai produttori ore di tempo ed energia. I dispositivi MIDI rendono vivi gli strumenti musicali elettronici senza richiedere attrezzature aggiuntive.

I controller MIDI sono incredibilmente versatili

I controller possono aiutare a portare dispositivi MIDI esterni come sintetizzatori nella vostra sessione digitale e possono anche aiutarvi a fare uso degli strumenti e degli effetti già nella vostra DAW. Questi strumenti sono incredibilmente utili e possono servire come una suite di produzione one-stop una volta che si impara come inviare dati MIDI dalla propria interfaccia MIDI alla sessione.

Puoi modificare i dati MIDI dopo averli registrati

Perché MIDI? Perché ti aiuta a suonare perfettamente senza doverci mettere troppo lavoro! Dopo aver suonato la tua parte MIDI, sei in grado di modificare la sequenza di note all'interno del piano roll della tua DAW. In questo modo, puoi modificare qualsiasi punto dei dati MIDI. Che si tratti del posizionamento della nota, di quanto a lungo una nota suona, o anche di quanto forte una nota viene suonata, i canali MIDI sono incredibilmente flessibili.

Le connessioni MIDI sono perfette per gli appassionati di sintetizzatori

Oltre ad aiutare con gli strumenti virtuali, il MIDI può aiutarti a tradurre senza soluzione di continuità alcuni dei tuoi dispositivi hardware preferiti alla tua DAW, anche. Finché il tuo dispositivo è compatibile MIDI e hai un cavo e un'interfaccia MIDI, puoi inviare direttamente il tuo suono hardware nella tua sessione.

Cosa sono i messaggi MIDI?

I messaggi MIDI o punti dati MIDI sono tutti i pezzi di informazione che vengono tradotti da un controller MIDI a una DAW. Mentre diversi controller possono tradurre diversi tipi di dati MIDI, qui ci sono alcuni dei principali messaggi MIDI che ci si potrebbe aspettare che un dispositivo comunichi alla sessione. Questi tipi di espressioni possono essere tutti catturati attraverso i file MIDI, a patto che tu abbia un dispositivo compatibile.

  • Nota toggle
  • Velocità
  • Modifica dei parametri
  • Nota pressione
  • Pitch bend: Le manopole di pitch bend controllano il tono di un suono e sono comunemente viste su sintetizzatori o controller di tastiera.
  • Timing

Alcune interfacce MIDI ti permettono di scegliere tra l'elaborazione mono o poli. L'elaborazione mono separa ogni nota su un singolo canale MIDI. D'altra parte, i file poly MIDI convertono tutte le mappature (anche se più parametri o note sono commutati) in una singola sequenza.

Mentre i file poly MIDI sono meno pesanti dal punto di vista dei dati, non hai tanto controllo come faresti con un file MIDI mono nella tua DAW.

Questi sono alcuni dei punti dati più comuni che sono automaticamente mappati all'interno di molti dispositivi MIDI, ma si noti che è anche possibile mappare i controlli su un dispositivo hardware MIDI a parametri all'interno della vostra DAW.

In Ableton, selezionando il pulsante "MIDI" nell'angolo in alto a destra è possibile regolare queste mappature e vederle in azione in tempo reale:

chiave midi

Mentre ci sono infiniti benefici del MIDI, è importante ricordare che proprio come qualsiasi altra cosa, le sequenze MIDI e gli strumenti MIDI esterni hanno alcuni svantaggi. Forse il più grande è che i file MIDI possono essere piuttosto grandi, quindi possono compromettere la CPU del tuo computer o intasare la sessione a seconda delle tue specifiche.

È anche un malinteso comune che gli strumenti MIDI siano strumenti nel senso che trasportano suoni. I controller non hanno necessariamente suoni incorporati, sono solo progettati per trasmettere informazioni. Con questo in mente, potrebbe non avere senso ottenere uno strumento MIDI o uno strumento compatibile se stai semplicemente cercando un altro strumento da aggiungere alla tua collezione.

Se scegliete di usare segnali e dispositivi MIDI, è assolutamente necessario assicurarsi di essere soddisfatti del vostro hardware per la musica digitale. Sarebbe d'aiuto se tu avessi un sacco di strumenti virtuali che sei entusiasta di usare con il tuo futuro controller prima di correre a prendere un dispositivo compatibile con il MIDI. Altrimenti, potresti affrontare costi inaspettati dopo aver ottenuto il tuo controller. Dopo tutto, il tuo controller MIDI è utile solo quanto gli strumenti software con cui lo usi.

I diversi tipi di apparecchiature MIDI

Per capire il MIDI, è importante fare il punto su quali tipi di attrezzature per la produzione musicale servono come strumenti MIDI validi. Dai un'occhiata ad alcuni di questi apparecchi standard MIDI.

Cavi MIDI

Come suggerisce il nome, i cavi MIDI sono cavi progettati per collegare dispositivi hardware al computer attraverso una connessione cablata. La maggior parte dei cavi MIDI moderni hanno una connessione USB che si inserisce direttamente nel dispositivo e poi nelle porte USB del computer o in un adattatore compatibile.

Potresti anche vedere cavi MIDI di vecchia scuola con una forma circolare e cinque piccoli pin. Questo tipo di cavo midi è chiamato cavo DIN a 5 pin. Mentre la maggior parte dei nuovi dispositivi utilizza il MIDI 2.o, i dispositivi hardware più vecchi si collegano tramite i DIN a 5 pin.

Porte MIDI

Quando usi un dispositivo MIDI, vedrai le porte per input, output e thru. Le porte "Thru" sono più utili se vuoi usare un singolo dispositivo MIDI per trasmettere informazioni attraverso un'intera rete di dispositivi compatibili MIDI. Questo può essere utile per performance dal vivo o solo per una produzione efficiente.

Le uscite MIDI sono dove le informazioni da un dispositivo hardware vengono trasmesse a una DAW o a un sistema audio usando un cavo MIDI. Gli ingressi MIDI sono in grado di ricevere informazioni MIDI da un dispositivo esterno. Nota che la tua DAW può o non può rilevare automaticamente un ingresso MIDI.

Molti controller moderni sono plug and play, ma molte volte, dovrai andare nelle preferenze per allineare certi controller. Potrebbe anche essere necessario mappare manualmente alcuni parametri all'interno della vostra DAW prima di essere pronti a utilizzare il vostro dispositivo MIDI.

Interfacce MIDI

Le interfacce MIDI sono simili alle interfacce audio nel senso che ti aiutano a collegare i dispositivi hardware direttamente alla tua workstation audio digitale. Tuttavia, queste interfacce sono focalizzate esclusivamente su configurazioni MIDI, di solito ospitano più ingressi e uscite MIDI per una facile trasmissione. Alcune interfacce MIDI includono sia connessioni MIDI a 5 pin che più moderne.

File MIDI e il rullo del pianoforte

I file MIDI sono l'espressione digitale di ciò che viene suonato su un controller hardware. Questi file sono tipicamente posizionati su una traccia di uno strumento software. Nota che se il file non è collegato o caricato con uno strumento digitale, non sentirai nulla.

Questo perché i file MIDI sono fatti per trasmettere l'espressione agli strumenti. Si potrebbe prendere lo stesso file MIDI e aggiungerlo a una nuova traccia di strumento software, ed entrambe le uscite suonerebbero la stessa espressione, a patto che la configurazione MIDI sia appropriata. Avete bisogno di un segnale audio reale e di informazioni MIDI per produrre un suono.

I file MIDI sono spesso espressi attraverso un piano roll digitale, che è essenzialmente una rappresentazione digitale di una tastiera. All'interno di questa interfaccia, è possibile modificare le singole note come necessario:

file midi

Anche se questo file MIDI è usato per una batteria, è ancora espresso attraverso l'interfaccia piano roll.

Il piano roll serve come un tipo di sequencer MIDI ed è abbastanza intuitivo da regolare. Anche se con tracce di percussioni, come mostrato sopra, è ancora abbastanza facile modificare le tracce MIDI poiché i sequenziatori MIDI sono ancora separati per beat. Si può pensare alle interfacce come a un incrocio tra le drum machine digitali e il setup delle tastiere elettroniche.

Controllori MIDI

I controller MIDI sono progettati per emulare la sensazione e l'aspetto di uno strumento hardware, anche se i singoli tasti o controlli trasmettono dati MIDI e possono essere mappati a qualsiasi suono. Questi controller contengono diversi punti di dati di espressione all'interno di ogni nota MIDI, permettendoti di trasmettere quante più informazioni possibili da un dispositivo hardware direttamente alla tua DAW.

MIDI e sintetizzatori esterni

I sintetizzatori e gli attrezzi della vecchia scuola di solito utilizzano la vecchia versione del MIDI con cavi DIN a 5 pin. Avrete bisogno di usare un'interfaccia MIDI per collegare questi strumenti alla vostra DAW, ma quel suono hardware ne vale la pena. La maggior parte di questi dispositivi hanno suoni incorporati, quindi non avrete necessariamente bisogno di accoppiarli con uno strumento virtuale. Tuttavia, è possibile che avrete bisogno di installare un driver hardware per alcuni pezzi di equipaggiamento.

Pacchetti di accordi MIDI

Proprio come un produttore può investire in pacchetti di campioni, tu puoi investire in pacchetti di accordi o melodie MIDI da vari fornitori audio. Questi pacchetti contengono diversi modelli MIDI che puoi trascinare e rilasciare su qualsiasi traccia di strumento virtuale, rendendo facile per te costruire un beat promettente, anche se gli accordi non sono il tuo forte.

Il divertimento non si ferma solo agli accordi - Ableton Live 11 contiene una sezione intitolata "grooves", che servono come file MIDI drag and drop destinati ad aggiungere un po' di vivacità ai file di batteria. Puoi facilmente creare grooves veloci con questi strumenti plug-and-play e usarli con campioni o qualsiasi strumento virtuale.

Regolazione del MIDI nella tua DAW

Imparare a usare una tastiera MIDI è una cosa, ma come si fa a modificare le informazioni MIDI nella tua DAW? Quando stai cercando di modificare le note MIDI registrate, è meglio iniziare guardando il piano roll. Essere in grado di regolare le note o l'espressione delle note è probabilmente il più grande vantaggio dell'uso del MIDI. Qui ci sono solo alcuni modi in cui puoi aggiornare ogni canale MIDI nella tua DAW.

Nota Editing

All'interno del tuo setup MIDI, è abbastanza semplice regolare la lunghezza di ogni nota, dove si trovano le singole note e il tempo di ogni nota. Un sequencer MIDI di solito ti permette di cliccare e trascinare per regolare le note, ma la tua DAW potrebbe anche fornire tasti rapidi per regolazioni efficienti e comuni. Per esempio, Ableton ha un pulsante "Legato". Quando le vostre note MIDI sono selezionate e cliccate il pulsante, l'interfaccia estende automaticamente tutte le note in modo che si estendano l'una nell'altra.

modifica delle note midi

Ottave

Questa è un'altra caratteristica legata alla modifica delle note, ma la maggior parte dei canali MIDI e dei sequencer rendono facile spostare le note da un'ottava all'altra. Questo rende super facile creare profondità e strati in un mix, mantenendo il progetto coeso. In Ableton, potete evidenziare tutte le note all'interno di un file MIDI con CTRL+A e spostarle di un'ottava in alto o in basso con SHIFT+ le frecce su o giù.

Quantizzazione

Vi capita mai di suonare una parte durante la registrazione, ma non riuscite a farla al 100% su una battuta? Non preoccupatevi, non siete soli. Fortunatamente, c'è una caratteristica chiamata quantizzazione nelle DAW. Quando quantizzi un file MIDI o qualsiasi altra cosa, la tua DAW regolerà naturalmente il posizionamento ritmico dei file selezionati in base alla griglia temporale che hai selezionato. In breve, corregge i vostri errori con un clic di un pulsante.

Per quantizzare i tuoi file MIDI in Ableton, inizia evidenziando tutte le note in un file MIDI. Da lì, puoi premere CTRL+U per quantizzare le note. Vedrete le note cadere magicamente sul beat, il che può rendere molto più facile per voi produrre rapidamente ed efficacemente.

Velocità

La velocità è quanto duramente o morbidamente si suona una particolare nota MIDI. Più forte si suona una nota, più alto è il valore della velocità. Puoi modificare la velocità delle tue tracce MIDI dopo averle registrate nella tua DAW. Questo può essere incredibilmente utile per creare contrasto nella tua canzone.

Trasferimento su tracce diverse

Una delle cose più importanti da sapere sul MIDI è che sei libero di trasferire un modello MIDI su un'altra traccia. Evidenzia semplicemente un file MIDI e poi copialo e incollalo su un'altra traccia dello strumento caricata. Modificare un file MIDI copiato e incollato non modificherà il file originale.

Automazione

Non dimenticate che tutti i parametri di una sequenza MIDI possono essere automatizzati, proprio come qualsiasi altra espressione nella vostra DAW. Prendersi il tempo di sperimentare con queste variabili può essere un ottimo modo per aumentare le vostre capacità di produzione musicale.

MIDI 2.0: Il futuro del MIDI

Nonostante sia rimasta relativamente uguale negli ultimi 30 anni, la tecnologia MIDI nativa rimane un modo affidabile per comunicare tra gli strumenti. Tuttavia, l'avvento del MIDI 2.0 della prossima versione di questa tecnologia è qui.

La prossima versione del MIDI che è attualmente diffusa in strumenti come il ROLI Seaboard è abbreviata come MPE o MIDI Polyphonic Expression. Questa versione più specializzata del MIDI promette di scuotere l'industria musicale offrendo ai produttori un controllo ancora maggiore sul loro suono con una trasmissione di informazioni più specializzata.

Oltre ai punti dati raccolti dai soliti circuiti sequenziali MIDI, il MIDI 2.0 promette di raccogliere informazioni come timbro, vibrato e ampiezza simultaneamente. Altre caratteristiche includono una maggiore risoluzione con messaggi MIDI a 16 e 32 bit.

Il MIDI 2.0 promette anche una comunicazione bidirezionale, il che significa che sia i dispositivi hardware che quelli software possono ricevere ed emettere informazioni MIDI. Si noti che il MIDI 2.0 è stato ufficialmente convalidato dall'associazione dei produttori di MIDI nel gennaio del 202, quindi la tecnologia è nella sua infanzia, per non dire altro.

All'interno del MIDI 2.0, puoi anche fare configurazioni multiple di preset in modo che il tuo singolo controller possa facilmente rimbalzare tra la comunicazione con un sequencer hardware e i tuoi strumenti digitali. C'è solo una manciata di controller MIDI 2.0 sul mercato oggi, ma non si può dire come sarà il panorama MIDI tra un paio d'anni.

Speriamo che questa guida ti abbia reso facile capire "cos'è il MIDI" e come puoi facilmente incorporare file e dispositivi MIDI nella tua musica. Una cosa è certa: se stai cercando di promuovere la tua carriera nell'industria musicale, dovrai diventare molto familiare con la tecnologia MIDI.

Fortunatamente, imparare il MIDI non è troppo difficile una volta che hai appreso le basi. Divertiti a incorporare questo strumento essenziale nelle tue nuove creazioni musicali!

Dai vita alle tue canzoni con un mastering di qualità professionale, in pochi secondi!