Nozioni di base da sapere per leggere gli spartiti

Nozioni di base da sapere per leggere gli spartitiNozioni di base da sapere per leggere gli spartiti

Sappiamo tutti che non bisogna necessariamente essere un genio della teoria musicale per avere successo come produttore, artista, cantautore o musicista. Tuttavia, conoscere alcune tecniche di base di teoria musicale e di lettura della musica può darti un vero vantaggio in studio, sul palco e nella sala di scrittura.

Come produttore, potresti trovarti in una situazione in cui stai lavorando con un autore di canzoni e loro ti portano degli spartiti da guardare - saperli leggere ti aiuterà a capire meglio l'arrangiamento, la dinamica e altri elementi chiave della canzone. Come artista o autore di canzoni, potresti aver bisogno di fornire spartiti ai musicisti della tua backing band. E, se vuoi lavorare come musicista dal vivo o di sessione, ci sono molte situazioni in cui avrai bisogno di leggere la musica per ottenere il concerto in studio o sul palco. Per questi e altri scenari, vorrete essere preparati.

Questo articolo vi fornirà alcuni suggerimenti e trucchi di base che possono aiutarvi a iniziare a leggere gli spartiti.

1. Conoscere le chiavi

La chiave è la prima cosa che vedrete sul pentagramma, e se state leggendo le singole note (piuttosto che solo i simboli degli accordi), è la chiave per sapere quali note devono essere suonate.
Tutti conosciamo la chiave più popolare, la chiave di violino :

La chiave di violino è anche conosciuta come " G clef", (1) perché assomiglia leggermente alla lettera G, e (2) perché significa che la seconda linea dal basso del pentagramma è la nota G4 (che è il G sopra il Do centrale).

Se leggi spartiti per pianoforte, basso o arrangiamenti vocali, potresti anche imbatterti nella chiave di basso :

La chiave di basso è anche conosciuta come " F clef ", (1) perché assomiglia leggermente alla lettera F, e (2) perché significa che la seconda linea dall'alto del pentagramma è la nota F3 (che è il F sotto il Do centrale).
Suggerimento veloce - se volete capire rapidamente dove si trova il F3 su un pentagramma con una chiave di basso, è sulla linea che passa tra i due punti della chiave!

È improbabile che vi imbattiate in questa prossima chiave mentre leggete spartiti per arrangiamenti moderni o pop, ma è comunque bene sapere che quest'ultima chiave è la chiave C :

La chiave di Do può anche essere chiamata chiave di contralto o di tenore , a seconda di dove è posizionata. Anche se è una delle chiavi meno usate, il modo in cui è progettata rende davvero facile capire dove sono le altezze. Tutto quello che devi sapere è che ovunque sia posizionata la chiave, il Do4 (conosciuto anche come Do centrale) è sempre sulla linea che passa attraverso il centro della chiave.

2. Imparare le scorciatoie per riconoscere le firme dei tasti

Dopo la chiave di violino c'è l'indicazione della chiave, che è un elemento essenziale per identificare il centro tonale del pezzo. Sarà una serie di diesis (#) o di bemolle (♭), e il numero specifico di diesis o bemolle determinerà quale sia la chiave (c'è anche la chiave di Do Maggiore, che non contiene né diesis né bemolle).

Ordine delle armi da taglio

Per prima cosa, diamo un'occhiata alle firme in chiave con simboli di diesis. Non importa cosa, i diesis in qualsiasi segno di chiave saranno in quest'ordine:

Per ricordare questo ordine, possiamo usare il seguente acronimo:

I gatti grassi vanno per i vicoli mangiando Bologna

In una chiave di diesis, ci può essere solo 1 diesis - o fino a tutti e 7 i diesis. Non importa quanti ce ne siano, puoi usare lo stesso trucco per capire qual è la chiave - tutto quello che devi fare è indicare l'ultimo diesis nella firma della chiave . Una volta fatto questo, alza quel diesis di un mezzo passo , e hai la chiave!

Per esempio, guardate questa firma di chiave con due diesis:

Se segui l'ordine dei diesis, puoi vedere che i due diesis sono F# e C#, e l' ultimo diesis nella firma della chiave è C# . Se lo alzi di un mezzo passo, ti accorgerai che la chiave è D Major! Seguendo questa logica, una chiave con tre diesis (F# C# G#) indicherebbe la chiave di A Major , e così via.

Ordine degli appartamenti

Le firme delle chiavi con simboli di bemolle includeranno fino a 7 bemolle in questo ordine:

Per ricordare questo ordine, possiamo usare il seguente acronimo:

BEAD Gum Candy Fruit

Il trucco per capire qual è la chiave di una sigla con i bemolle è un po' diverso da quello che abbiamo appena dimostrato con i diesis. Invece di guardare l'ultimo bemolle, guarderemo il penultimo bemolle nella firma della chiave - questo indicherà la chiave.

Per esempio, guardate questa firma di chiave con tre bemolle:

Se segui l'ordine dei bemolle, puoi vedere che i tre bemolle sono B♭, E♭ e A♭. Il penultimo bemolle è E♭ , il che significa che la chiave è E♭ Maggiore! Seguendo questa logica, una chiave con quattro bemolle (B♭ E♭ A♭ D♭) indicherebbe la chiave di A♭ Maggiore , e così via.
L'unica chiave a cui questo trucco non si applica è la chiave di Fa Maggiore, che include un solo bemolle (B♭).

3. Identificare le piazzole nello staff

Un pentagramma musicale ha solo cinque righe, ma ci sono molte altezze diverse che si possono trovare su quel pentagramma. Un buon modo per identificare facilmente queste altezze è di usare ancora una volta degli acronimi!

C'è un acronimo che puoi usare per le linee sul pentagramma, e un altro per gli spazi.
Per le linee sul pentagramma, puoi identificare i passi usando l'acronimo Every Good Boy Does Fine.

Per gli spazi tra le linee del pentagramma, si possono identificare le piazzole con l'acronimo FACE .

Questa è una facile scorciatoia per riconoscere rapidamente quali sono le altezze sul pezzo di musica di fronte a voi. Basta capire se l'altezza si trova su una linea o su uno spazio, applicare l'acronimo e voilà!
Guardare un pezzo di spartito, non importa quanto semplice o complesso possa essere, può sempre intimidire. Ma con l'aiuto di queste scorciatoie e un po' di pratica, puoi conquistarlo! Se ti sentirai mai sopraffatto da un pezzo di musica, ricordati solo di tornare alle basi - sarai sulla strada giusta per diventare un professionista!

Dai vita alle tue canzoni con un mastering di qualità professionale, in pochi secondi!