Livello RMS per il mastering: Raggiungere il loudness perfetto

Livello RMS per il mastering: Raggiungere il loudness perfettoLivello RMS per il mastering: Raggiungere il loudness perfetto

La vita di un ingegnere di mastering può essere piuttosto tecnica, poiché ogni produzione audio ha le sue esigenze uniche per suonare al meglio. Il processo di mastering gestisce il volume di picco delle tracce, la gamma dinamica e i livelli RMS, tra gli altri. Questo articolo coprirà le differenze tra livello RMS, LUFS, valori di picco e come sono correlati.

Cos'è l'RMS?

RMS sta per root mean square, è uno strumento di misurazione che misura il volume medio di una traccia audio in una finestra di circa 300 millisecondi. Il valore visualizzato è una media del segnale audio. Il valore RMS ti darà uno sguardo più accurato al volume percepito della traccia musicale per un ascoltatore medio. L'utilizzo di strumenti di misurazione per visualizzare l'RMS medio ti aiuterà anche a evitare la distorsione, specialmente con la musica ad alto volume.

Spesso, la musica suona in modo diverso per ogni persona, ma ci sono molti strumenti che gli ingegneri audio possono usare per assicurarsi che l'intero mix suoni bene. Inoltre, è anche essenziale capire la differenza tra RMS e LUFS. Anche se RMS è utile come punto di riferimento per il volume della tua traccia, è ancora solo una media e non una lettura accurata al 100%. Il LUFS integrato vi mostrerà il volume dei file audio ma con una rappresentazione più accurata di come le nostre orecchie percepiscono l'audio. Inoltre, se confrontate i livelli LUFS e RMS, e non stanno raggiungendo il picco, questa è una buona indicazione di un mix decente, e potrebbe essere il momento di passare al mastering.

A quale livello RMS dovrei padroneggiare?

Una delle parti più complicate della musica è quanto soggettiva possa essere la sua creazione e il prodotto finale. Anche se questo è vero, ci sono ancora molte metriche con il mastering audio che dovrebbero rientrare in certi parametri. Con una traccia forte che ha lo scopo di portare un suono audace e intenso, dovrebbe avere un livello RMS di circa -7dBFS a -12dBFS. Le tracce che non hanno molta energia dinamica o parti più tranquille, sarebbero più adatte con un livello RMS da -16dBFS a -18 dBFS.

I livelli di picco nell'audio possono essere difficili da gestire, e possono diventare ancora più impegnativi con più tracce che competono per lo stesso spazio audio. Inoltre, usare i misuratori di livello è un ottimo modo per capire meglio dove il vostro audio sta raggiungendo il picco nello spettro delle frequenze. La gamma dinamica della vostra produzione ha una correlazione diretta con il vostro volume di picco, e come questi sono gestiti nella vostra traccia richiede un approccio unico alle particolari esigenze della produzione.

Qualsiasi traccia che sta causando una distorsione eccessiva nel mix dovrebbe essere gestita di conseguenza con il resto del mix. Il giusto valore RMS che stai cercando varia anche a seconda dello stile della canzone e del genere e richiederà un proprio approccio al mix per raggiungere il livello RMS desiderato. Alcune canzoni richiedono un approccio più forte o più calmo, ma è vitale assicurarsi che i livelli non siano al massimo e che ogni traccia sia mixata di conseguenza.

Le differenze dei valori RMS e di picco

RMS (root mean square) è una media dell'intensità della forma d'onda nel suo complesso. Questo significa anche che una breve clip audio, una sola volta, non viene letta tanto alta quanto una sostenuta. Un misuratore RMS approssima il modo in cui percepiamo il suono, il che è importante perché le nostre orecchie non captano tutte le frequenze e abbiamo bisogno di visualizzare come l'audio sta suonando. Inoltre, le nostre orecchie non captano certi picchi, ed è per questo che abbiamo bisogno dell'aiuto di altri strumenti di misurazione audio per ottenere la lettura del valore più accurata.

Per quanto riguarda il valore di picco, questo determina la tensione più alta che una forma d'onda raggiungerà. Se il tuo audio sta raggiungendo il picco, è qui che inizierai a sentire il clipping e la distorsione. Un'altra differenza tra i valori di picco e RMS è che il picco mostra una lettura istantanea. Al contrario, RMS fornisce una lettura attraverso un breve lasso di tempo di circa 300 millisecondi, come precedentemente detto in questo articolo. Come musicista, quasi ogni creazione avrà una gamma dinamica unica, ed è importante utilizzare entrambi i misuratori per determinare il livello di picco, il volume medio e altro.

Come gestire un mix di picchi

Una frustrazione comune tra i musicisti è quanto sia facile causare il picco del tuo mix. La musica può essere naturalmente forte un sacco di volte, e anche se si vuole catturare quella potenza, deve ancora essere gestita per diventare un'esperienza di ascolto piacevole. Fissare i picchi richiede anche un approccio a più livelli con l'aiuto di plug-in come un misuratore di volume, o anche strumenti di riduzione del guadagno. Leggere i valori di picco è abbastanza facile, e può aiutarvi a identificare la fonte di ciò che sta causando il picco. Insieme, anche il controllo del loudness medio e del loudness integrato sono essenziali.

Anche se sappiamo come lavorare e leggere lo spettro delle frequenze, non possiamo sentirlo tutto, quindi avere una visuale fornita da un misuratore di loudness è essenziale per padroneggiare ulteriormente una produzione audio. La musica contiene generalmente molti elementi diversi, che occupano tutti il loro spazio. La maggior parte delle volte, il loro volume non sarà allo stesso livello. Inoltre, la lettura dei valori RMS e del loudness integrato vi aiuterà a determinare dove il mix ha bisogno di lavoro.

Il modo in cui un mix suona è una combinazione di frequenze, e in molti casi, queste frequenze si scontrano tra loro o lottano per lo stesso spazio. La gamma dinamica di ogni traccia nella produzione deve essere modellata per adattarsi al resto dell'audio. Se questo aspetto viene trascurato, può portare rapidamente a un mix di picchi. A parte l'uso di metodi come la riduzione del guadagno, la regolazione dell'equalizzazione di ogni traccia può essere una soluzione affidabile per i vostri obiettivi di volume. In cima agli strumenti disponibili nel mondo odierno della produzione musicale, gioverebbe anche alle tue tecniche di mixaggio capire i limiti dell'orecchio umano.

Percezione dell'audio

Nello spettro delle frequenze, gli esseri umani possono sentire da 20 Hz fino a 20 kHz. Inoltre, la perdita dell'udito dovuta all'età o ad altri fattori può limitare la nostra gamma di frequenze. Considerando che le capacità uditive di ogni persona possono essere un po' diverse, è essenziale tenerlo a mente per un mix ottimale. Ancora una volta, questo fattore con la percezione audio è un'altra ragione per cui comprendere la gamma dinamica, i livelli di picco, i LUFS integrati e altre unità di loudness sono fondamentali.

Come le nostre orecchie percepiscono l'audio è anche una solida guida per come dovreste modificare la vostra equalizzazione. Questo dovrebbe essere un buon equilibrio tra abilità tecnica e conoscenza della psicoacustica. Naturalmente, le abilità tecniche possono andare molto lontano nella produzione musicale, ma avere una comprensione della psicoacustica può portare la tua traccia al livello successivo. Inoltre, con più tracce impilate l'una sull'altra, più frequenze cominceranno a essere mascherate perché stanno lottando per lo stesso spazio.

Ottenere un mix desiderabile richiede il giusto equilibrio attraverso lo spettro delle frequenze. Anche se ci sono particolari parametri di frequenza entro cui possiamo lavorare, questa può essere un'area soggettiva su cui lavorare. Le nostre orecchie possono essere fuorvianti a seconda della gamma di frequenze che stiamo ricevendo. Con l'avanzare dell'età, il mascheramento delle frequenze può diventare più comune con il nostro udito. Questa è un'altra ragione per cui una rappresentazione visiva dell'intensità integrata, del livello di picco, del volume medio e altro è così importante.

L'importanza della gamma dinamica

Per fare un rapido esempio, lo scopo di un compressore è quello di manipolare la gamma dinamica della vostra traccia, e molte persone non sanno che la compressione è l'abbreviazione di compressione della gamma dinamica. In molti casi, i compressori sono utilizzati per controllare il livello di picco di un segnale audio, che aiuterà il livello medio nella gamma dinamica. Anche se si vuole utilizzare la gamma dinamica il più possibile, non c'è una singola regola da seguire per le tracce.

Un altro aspetto della gamma della dinamica è la posizione spaziale dei suoni nella traccia. Abbiamo due orecchie, e la loro posizione ci permette di sentire la posizione generale o esatta della provenienza di un suono. Questo influenza anche la produzione musicale e la gamma dinamica di una traccia. La posizione spaziale dei suoni nell'audio influenzerà direttamente il modo in cui l'ascoltatore percepisce l'audio. Inoltre, ci sono molti modi per espandere e raffinare la gamma dinamica del tuo mix. Lavorare sull'EQ, sulla compressione e persino sui plug-in di diffusione stereo può aiutare a modellare il suono che stai cercando.

Come sono correlati RMS e limitatori

Quando lavori alla tua catena di mastering, c'è una buona probabilità che tu abbia applicato un limitatore. Anche se questo strumento può aiutare ad aumentare il volume percepito dell'audio, è più preciso di questo. È probabile che il tuo audio abbia raggiunto il suo livello massimo dopo aver aggiunto più strumenti e plugin. Utilizzare RMS e un limitatore insieme vi aiuterà a determinare come dovreste impostare i parametri per il limitatore. Inoltre, ti aiuterà a identificare quali frequenze stanno causando i picchi.

Dal momento che i limitatori possono dare alla tua traccia un aumento istantaneo del volume, è essenziale assicurarsi che sia usato in modo appropriato e che sia percepito correttamente in correlazione con la gamma dinamica della tua traccia. Un limitatore manterrà il livello di picco dell'audio dal clipping e dalla distorsione della traccia. Inoltre, spingere i parametri di un limitatore per ottenere una riproduzione più forte non significa che anche la qualità della vostra traccia sia aumentata. Se i parametri del limitatore, come l'attacco, sono stati impostati troppo corti o troppo lunghi, possono danneggiare la gamma dinamica e i transienti della traccia. Usare i limitatori sul tuo master è una pratica comune nel mondo della produzione musicale, ma il loro scopo e come influenzano il volume della tua traccia sono spesso fraintesi.

Plugin per la misurazione dell'audio e del loudness

Insieme alle tonnellate di cose da fare e da non fare di cui abbiamo parlato in questo articolo, ci sono molti plugin tra cui scegliere che vi aiuteranno a misurare il volume di tutta la vostra traccia. L'utilizzo di misuratori di livello in combinazione con la conoscenza tecnica aiuterà a perfezionare le vostre tracce e a migliorarne la qualità. Di seguito troverete tre diversi plugin che misureranno vari aspetti del volume della vostra traccia.

Analizzatore di loudness BUTE 2

Questo misuratore di loudness di BUTE ti permette di leggere con precisione il LUFS integrato e la gamma di loudness dell'intera traccia. Registra anche la timeline della vostra canzone in modo da poter rivisitare una particolare parte della vostra canzone e rileggere il volume. È possibile impostare il plugin per leggere True Peak o LUFS, e fornisce anche una modalità compatta per risparmiare spazio sulla CPU.

Caratteristiche primarie

  • Passare manualmente tra le letture LUFS, True Peak e RMS.
  • Molteplici preset per particolari esigenze di produzione audio possono essere regolati manualmente e forniscono una solida base per la regolazione dei parametri.
  • Un'interfaccia utente flessibile e facile da leggere e una modalità compatta per risparmiare spazio sullo schermo e sulla CPU.
  • Registro di riproduzione che permette di rivisitare parti particolari dell'audio e ottenere una nuova lettura del suo volume

iZotope Insight 2

Quando avete bisogno di un'analisi audio approfondita, il plugin Insight 2 di iZoptope copre tutto. Fornisce moduli multipli che permettono di visualizzare i misuratori del livello di loudness della vostra traccia. Questo plugin misura l'ampiezza stereo, il volume, le frequenze e un emulatore per ambienti di ascolto specifici che può aiutarvi a regolare l'audio per il vostro pubblico di destinazione.

Caratteristiche primarie

  • Interfaccia utente personalizzabile che permette di visualizzare più misuratori di livello allo stesso tempo.
  • Strumenti multipli di misurazione audio da gamma di loudness, picco, vero picco, LUFS integrato a breve e lungo termine e misurazione RMS.
  • Molti preset di base per il loudness meter.
  • Opzioni di visualizzazione 2D e 3D per il modulo dello spettrogramma.
  • Moduli espandibili e regolabili per personalizzare ulteriormente lo spazio dello schermo e dare priorità agli strumenti di misurazione.

LIVELLI

Il plugin LEVELS di Mastering the Mix è noto nella comunità dell'ingegneria audio per la sua facilità d'uso e semplicità. Fornisce sei diversi strumenti di misurazione audio e viene fornito con un sacco di preset per aiutare i principianti. Se state cercando di rendere la vostra traccia più forte, questo plugin vi aiuterà a perfezionare il volume delle vostre tracce, i livelli di picco, la gamma dinamica e altro. Potete trovare alcune delle caratteristiche chiave di questo plugin qui sotto.

Caratteristiche primarie

  • Un'interfaccia utente semplice con parametri autoesplicativi.
  • Preset utili sia per i principianti che per i tecnici audio esperti.
  • Misurazione audio approfondita con sei diversi misuratori di livello come peak, stereo field, LUFS, LRA (loudness range), dynamic range e bass space (low-end analyzer).

In conclusione

L'orecchio umano è abbastanza complesso nel modo in cui percepisce l'audio, ed essere in grado di visualizzare la gamma dinamica e il volume della vostra traccia è essenziale per ottimizzare il mix della vostra traccia nel suo complesso. Anche se la musica è soggettiva, il livello medio di loudness nella vostra produzione dovrebbe sempre fornire un'esperienza di ascolto piacevole. Per misurare accuratamente il loudness, è necessario controllare l'RMS, i livelli di picco, i parametri del limiter e l'altra manciata di strumenti di misurazione di cui abbiamo parlato in questo articolo. Lavorare con le vostre orecchie in combinazione con questi misuratori di loudness non farà altro che perfezionare il vostro mix al suo massimo potenziale.

FAQ

Cos'è l'RMS nel mastering?

Questo è il livello medio di uscita del volume su un breve periodo di tempo

A che livello deve essere il mio maestro?

In termini di RMS, per le tracce più forti, si suggerisce di atterrare tra -7dBFS a -12dBFS e -16dBFS a -18 dBFS per le parti più tranquille.

Come si fa ad aumentare l'RMS nel mastering?

In breve, potete aumentare l'RMS della vostra traccia diminuendo la gamma dinamica. La modifica di questo parametro vi permetterà di regolare le parti più forti e più tranquille del brano, portando ad un aumento dell'RMS.

Che dB deve avere il mio mix prima del mastering?

Si raccomanda di far atterrare i tuoi picchi tra -18 dB e -3dB nel tuo mix per fornire abbastanza spazio di testa per il processo di mastering.

Come si fa ad aumentare l'RMS senza raggiungere il picco?

Ci sono diversi modi per ottenere questo risultato, ma uno dei metodi principali è quello di utilizzare un limitatore sulla catena master. È possibile regolare i parametri di questo plugin per limitare qualsiasi picco.

Come si calcola l'RMS?

RMS è calcolato con una media dei livelli di loudness di un periodo di circa 300 millisecondi usando un misuratore di livello.

Come si convertono gli RMS in watt?

Con il rapporto di conversione di 1 watt uguale a 0,707 RMS, tutto quello che dovete fare è dividere il valore RMS per 0,707.

Perché si usa l'RMS invece della media?

RMS è usato perché è l'abbreviazione di root mean square, che è il modo in cui viene calcolato il volume medio.

Sono meglio i watt RMS?

Anche se avere più watt RMS può fornire più potenza, viene anche con più distorsione. Quindi, la quantità di potenza applicata dovrebbe dipendere dalle necessità dell'audio o dell'attrezzatura.

18 watt RMS sono buoni?

Non si tratta di sapere se è buono o cattivo, ma di conoscere le vostre soglie. Per esempio, 20 watt RMS è la quantità massima di potenza pulita che gli amplificatori possono fornire. In questo caso, qualsiasi cosa superiore a 20 watt RMS inizierà a distorcere l'audio.

Dai vita alle tue canzoni con un mastering di qualità professionale, in pochi secondi!