Come fare beat: La guida definitiva

Come fare beat: La guida definitivaCome fare beat: La guida definitiva

Siete pronti a imparare l'arte del beat making? Creare i propri beat può intimidire, ma con un po' di conoscenze di base sulla produzione musicale, sarete subito operativi. Che siate musicisti esperti o totalmente nuovi al mondo della musica, vi spiegheremo esattamente come creare dei beat.

Qui di seguito vi spiegheremo cosa vi serve per fare musica, come fare beat e condivideremo un paio di consigli di esperti per aiutarvi nel vostro viaggio musicale. Iniziamo!

Cosa serve per fare beat

Quindi, di cosa avete bisogno per costruire dei beat? Ecco alcuni degli elementi di base della produzione musicale. Ogni musicista dovrebbe avere questi elementi nella sua cassetta degli attrezzi per fare musica.

DAW o hardware per il beatmaking

Lo strumento più essenziale per i produttori musicali è senza dubbio la workstation audio digitale, altrimenti detta DAW. Tra le DAW più diffuse vi sono Pro Tools, Abelton Live, FL Studio, Cubase e Logic Pro. È inoltre disponibile una vasta scelta di software per la creazione di beat per smartphone , tra cui Garageband o BandLab.

Se preferite l'hardware al software, potete iniziare il vostro processo di beat making su un pezzo indipendente come un AKAI MPC o un Roland SP-404. Se scegliete questa strada, tenete presente che potreste comunque avere bisogno di capacità di base di una workstation audio digitale per mixare i vostri brani.

Controllore MIDI

Un controller MIDI di base, come una tastiera MIDI , non è necessariamente necessario per la creazione di beat, ma può rendere le cose molto più semplici. Questi dispositivi sono progettati per consentire ai produttori musicali di suonare strumenti virtuali e campioni attraverso un pezzo hardware adattabile. I controller MIDI possono anche essere mappati su parametri di automazione, rendendo più facile tradurre un'atmosfera live alla vostra musica registrata digitalmente. Considerate opzioni entry-level come l'AKAI MPK Midi o il Novation Launchpad Mini.

Pacchetti campione

I pacchetti di campioni danno indubbiamente forma al suono delle vostre creazioni. Durante la creazione di musica, vorrete avere a disposizione una varietà di suoni di campioni diversi, in modo da avere tutto ciò che vi serve per dare vita alla vostra visione.

Probabilmente la vostra DAW è dotata di un paio di pacchetti di campioni stock incorporati. Questi pacchetti sono ottimi, ma considerate anche la possibilità di scaricare altri suoni per creare una collezione più unica come artista. È possibile reperire campioni da siti come BPM Create o Splice . Ci sono anche suoni gratuiti disponibili su siti come Freesound .

Interfaccia audio

Un' interfaccia audio consente di registrare suoni dal vivo, come voci o parti di strumenti, direttamente nella DAW con una latenza ridotta o un ritardo udibile. Le interfacce possono anche contenere uscite audio che consentono di riprodurre la musica tramite monitor audio o cuffie da studio. Possono anche fornire l'alimentazione Phantom ai microfoni a condensatore o alle apparecchiature audio che necessitano di un supporto aggiuntivo. Un'ottima scelta di base è qualsiasi interfaccia della serie Scarlett di Focusrite .

Monitor da studio o cuffie

Avrete bisogno di qualcosa che vi aiuti a sentire oggettivamente i vostri beat mentre li create. I monitor da studio possono fornire un'interpretazione accurata delle vostre canzoni. È anche una buona idea procurarsi un paio di cuffie da studio da usare nelle ore in cui non si vogliono svegliare i vicini.

Si noti che non è consigliabile utilizzare un paio di cuffie qualsiasi, soprattutto se si tratta di cuffie Bluetooth. Molte cuffie destinate all'ascolto occasionale hanno un'amplificazione della gamma delle frequenze basse o alte. Se da un lato questo può migliorare l'esperienza di ascolto di brani già masterizzati, dall'altro distorce la reale percezione di un brano. Pertanto, le cuffie casual non sono una buona scelta per il processo di registrazione, produzione, missaggio e masterizzazione.

La mentalità di un musicista

Che si tratti di produrre beat indie-pop o hip-hop, per creare i propri beat è necessario avere una forte mentalità da musicista. È importante capire che molti produttori impiegano anni per creare la loro musica migliore. I primi beat non saranno certamente i migliori, ma ricordate che sono comunque una parte preziosa del processo.

Realizzare un beat dall'inizio alla fine non è un processo facile, ma è un processo gratificante. Cercate di essere pazienti con voi stessi e di perseverare nelle fasi più difficili della produzione. Ricordate che imparare a fare musica diventerà sicuramente più facile con il passare del tempo.

Come fare beat in 7 passi

Siete pronti a fare musica? Senza ulteriori indugi, ecco come costruire il vostro primo beat in sette semplici passi.

1. Determinare il piano di gioco

Prima di iniziare a costruire il vostro beat, è essenziale raccogliere tutti gli strumenti necessari e, soprattutto, creare il vostro piano di gioco. I produttori che creano beat indie rock e hip hop hanno approcci e influenze sonore completamente diversi.

Può essere utile ascoltare alcuni brani simili alla canzone che si desidera creare. Sebbene non si voglia mai copiare in toto gli elementi di una canzone, si può certamente trarre vantaggio da un forte punto di riferimento durante il processo di produzione musicale.

Il processo di creazione dei beat è diverso per tutti, e va bene così! Man mano che proseguirete nel vostro percorso di produzione musicale, capirete cosa funziona meglio per voi. Per questa dimostrazione, creeremo un beat indie pop di base. Utilizzeremo Ableton Live e passeremo alla visualizzazione della timeline premendo Tab all'apertura di una nuova sessione:

fare battute gameplan

Nell'angolo in alto a sinistra, selezionate un BPM o un tempo che si allinei con la vostra visione. I diversi generi musicali tendono a riposare su determinati tempi , ma mentre state imparando a creare beat, lasciatevi sperimentare a piacimento! Nel mio caso, ho mantenuto il progetto al ritmo predefinito di Ableton Live, che è di 120 BPM in tempo 4/4. Tenete presente che se non volete partire da zero, potete trovare online dei modelli di progetto per qualsiasi DAW per ispirarvi o per iniziare.

2. Costruire il modello di batteria

Per imparare a creare ritmi, è necessario iniziare con l'imparare a creare pattern di batteria. È possibile costruire un ritmo di base utilizzando drum kit, campioni di batteria o registrando la batteria dal vivo con un'interfaccia. Per semplicità, useremo uno dei drum kit stock di Ableton Live chiamato "Ichor kit".

Per farlo, possiamo selezionare la batteria nella finestra del progetto e fare doppio clic sul kit, che finirà su una traccia MIDI caricata in questo modo:

pattern di batteria per la creazione di beat

È possibile creare tracce MIDI e audio aggiuntive facendo clic con il tasto destro del mouse nella visualizzazione della timeline o premendo Command-T o Command-Shift-T. Quando si accede al drum kit, è possibile dimostrare individualmente ogni suono caricato premendo i pulsanti mute, play o solo e regolare i campioni nella finestra del kit:

Questo spazio consente anche di regolare il suono complessivo del kit attraverso gli effetti buss incorporati. È anche possibile scambiare i suoni del campione con i propri, nel caso in cui si preferisca un suono di cassa rispetto a quello del kit, ad esempio.

Sebbene utilizzeremo un drum kit, è possibile trascinare i campioni di batteria direttamente sulla timeline su singole tracce audio per un flusso di lavoro alternativo. I drum kit funzionano via MIDI. Per iniziare a costruire il vostro ritmo, fate doppio clic sulla traccia MIDI caricata nella timeline per creare un clip MIDI.

Disattivare la selezione "Loop" nel menu del clip. È possibile regolare la lunghezza del clip facendo clic e trascinando le estremità del clip. L'aspetto dovrebbe essere il seguente:

fare un ritmo

Per regolare la griglia all'interno del sequencer MIDI, fare clic con il tasto destro del mouse per selezionare diverse griglie fisse. In questo modo è possibile utilizzare diverse variazioni di nota (ad esempio, 1/4 corrisponde a un quarto di nota, 1/8 a un ottavo di nota, ecc.)

creazione di un beat impostazioni midi

Per questa dimostrazione creerò un battito di base a quattro sul pavimento. Questo ritmo di base avrà una grancassa in cima a ogni battuta di 1, 2, 3, 4 in 4/4. Il rullante cadrà sui battiti 2 e 4, mentre un suono tipo high hat o shaker colpirà ogni ottava nota. Se non avete una conoscenza approfondita del vocabolario di base della teoria musicale, non preoccupatevi!

È sufficiente copiare il modello qui sotto:

modello di beat making

Ho aggiunto anche il suono "Marching Drum" sulla battuta 1 e l'ottava nota prima della battuta 3, ma non è necessario. Quindi, regolate la velocità (sotto il rullo del pianoforte) e la lunghezza (facendo clic e trascinando le note alla lunghezza desiderata) di alcune note per creare un'atmosfera più organica e viva:

Per ora, il nostro ritmo suona così:

Piuttosto interessante, vero? Vale anche la pena di notare che i principianti possono facilmente trascinare un loop di batteria nella timeline e passare alla fase successiva. Non c'è nulla di male nell'utilizzare un loop di batteria, se questo facilita la creazione di un beat. Una volta creato un beat semplice, è il momento di andare avanti!

3. Aggiungere una linea di basso

Ora che avete imparato a costruire un groove di batteria, è il momento di creare una linea di basso. Quando si parla di beat, la linea di basso, la batteria e la melodia vocale sono probabilmente le forze trainanti della canzone. Anche se non avete intenzione di registrare la voce , dovrete comunque dedicare molta attenzione alla linea di basso e alla batteria.

In questo esempio, utilizzeremo un basso stock di Ableton Live chiamato "Super Sub Drone Bass". Aggiungerò anche un po' dell'effetto Ableton Live "overdrive" alla linea di basso per dargli un po' più di grinta. Per caricare una traccia di strumento software, aprite una nuova traccia MIDI e selezionate lo strumento virtuale di vostra scelta. Le linee di basso possono essere utilizzate per aiutare a delineare la progressione degli accordi di base di un brano, oppure possono avere un suono più distinto.

Una volta caricata la traccia MIDI, è possibile scrivere le note direttamente nel piano roll o suonare una linea di basso con una tastiera MIDI. Ho deciso di provare un paio di linee di basso prima di scegliere quella che mi piaceva di più e registrarla in Ableton Live. Ho aggiunto un po' di compressione sidechain per aiutare la linea di basso a incastrarsi meglio con la batteria, ma si tratta solo di preferenze personali:

linea di basso per la creazione di un beat

Questo è il suono del beat con la linea di basso e il pattern di batteria:

4. Considerare alcuni accordi

Imparando a creare beat, imparerete rapidamente che alcuni generi non richiedono affatto accordi. Tuttavia, la maggior parte della produzione pop incorpora un qualche tipo di progressione di accordi , quindi faremo lo stesso!

È possibile aggiungere accordi al ritmo caricando uno qualsiasi degli strumenti virtuali su una traccia MIDI. Quindi, suonate una progressione di accordi che si adatti alla tonalità della vostra canzone (in questo caso, è Sib Maggiore!):

accordi di beat making

In alternativa, si può semplicemente sperimentare con le note che suonano bene. Anche se non si conosce la teoria musicale, la maggior parte di noi ha una comprensione intuitiva di quali tipi di note hanno senso insieme. Ho aggiunto una progressione di accordi usando il "Grand Piano" di Ableton Live e ho aggiunto un po' di riverbero e di delay . Con la batteria e il basso, il ritmo suona così:

Se vi bloccate in questa fase del processo di creazione del beat, potete scaricare campioni di progressioni di accordi complete come flusso di lavoro alternativo. È anche possibile utilizzare i pacchetti di accordi MIDI, che consentono di trascinare sulla timeline modelli di accordi MIDI predefiniti e di abbinarli a strumenti virtuali di propria scelta.

5. Sperimentare con i campioni

I campioni sono uno dei migliori strumenti per imparare a creare beat. Non solo possono essere usati come loop completi , ma sono anche elementi melodici propri che possono rendere un buon beat un grande beat! Procedo con l'aggiunta di un paio di campioni audio su tracce individuali nella timeline di Live. Si noti che potrebbe essere necessario alzare o abbassare la tonalità dei campioni per adattarli alla tonalità del brano:

campioni per il beat making

I campioni, la batteria, il basso e gli accordi insieme suonano così:

6. Automazione ed effetti dei componenti aggiuntivi

Congratulazioni! Avete completato con successo il processo più difficile della creazione di un beat. Ora che avete le basi del vostro beat, è il momento di aggiungere ulteriori effetti e automazioni per creare un'esperienza di ascolto più interessante.

Per esempio, ho pensato che questi campioni vocali potessero essere un po' più interessanti. Ho deciso di raggrupparli (evidenziando le tracce e tenendo premuto Command-G) e di elaborarli utilizzando il delay "ethereal canyon" di Ableton e un po' di sidechain:

automazione della produzione di beat

Ora suona così:

È possibile aggiungere l'automazione anche filtrando, modificando la durata dell'effetto e sperimentando vari parametri. Sono andato avanti e ho automatizzato la traccia della batteria per avere un suono sfumato e una sottile automazione del riverbero.

Sembra che sia così:

7. Creare composizione e variazione

Una volta ottenuto un buon ritmo, è possibile trasformarlo in un brano completo. Create un brano completo sperimentando il looping di alcune sezioni, inserendo piccoli dettagli acustici e creando sezioni distinte della canzone:

creare una composizione per il beat

Certo, imparare a scrivere una canzone aiuterà senza dubbio in questa parte del processo. Potete anche ascoltare una canzone di qualcun altro e imitarne la struttura come base per la vostra. In caso di dubbio, fidatevi delle vostre orecchie! Se riuscite a far suonare bene una canzone, allora siete a posto, indipendentemente dalle "regole"!

Non si tratta assolutamente di una canzone completa, ma dovreste avere gli strumenti necessari per creare beat completi! Ecco il beat finale nella sua forma attuale:

7 consigli per la produzione di beat per migliorare il vostro gioco di produzione

Ora che avete creato il vostro primo beat, il passo successivo è senza dubbio quello di creare un altro brano! Ecco un paio di consigli essenziali sulla produzione musicale per sviluppare le vostre capacità di produttori e musicisti in erba.

Creare una tonnellata di battiti

Creare beat è una questione di pratica. Non è una questione di "se" farete una canzone straordinaria , ma di "quando" . Se vi prendete il tempo di creare costantemente dei beat e di sperimentare una varietà di generi, diventerete sicuramente dei produttori eccellenti.

A volte è necessario passare al setaccio musica di qualità inferiore per trovare la propria voce come artista e produttore. Ricordate che ogni brano realizzato vi aiuta a crescere come produttore e musicista, quindi anche se non siete entusiasti di ogni canzone che realizzate, ne vale comunque la pena.

Cercare informazioni

I migliori produttori non aspettano che le informazioni arrivino a loro, ma le cercano. Siete voi a determinare il vostro successo come musicisti. Pertanto, se scegliete di apprendere regolarmente nuove abilità e di uscire dai vostri soliti generi, imparerete molto più velocemente di un produttore musicale che si limita a ciò che è comodo. Non dimenticate che all'inizio tutto è difficile, ma con la pazienza e la pratica le cose diventeranno sempre più facili.

Collaborare con altri produttori

Se volete fare carriera nell'industria musicale, è essenziale che impariate a collaborare e a entrare in contatto con altri produttori. Questo non solo vi aiuterà a migliorare la vostra produzione, ma costruire la vostra rete di contatti è una parte vitale del fare musica. Cercate di sfidare voi stessi e di collaborare con produttori che hanno più esperienza di voi o che creano uno stile con cui avete meno familiarità.

È anche un'ottima idea iniziare a suonare dal vivo se si ha intenzione di diventare un artista. Ci sono troppi produttori di talento che faticano a tradurre il loro materiale in un set live accattivante. Iniziare presto vi aiuterà a capire quali sono gli elementi a cui il pubblico risponde di più e che, a loro volta, possono contribuire a informare il vostro processo creativo.

Sperimentare altri generi

Mentre alcuni produttori si specializzano in un solo genere, alcuni dei migliori si sono cimentati in molti altri. Se avete bisogno di una sfida o volete semplicemente migliorare il vostro gruppo come produttori, dovete sperimentare altri generi.

Se non sapete da dove cominciare, cercate tutorial gratuiti sulla produzione musicale utilizzando risorse come YouTube. Le informazioni sono disponibili se siete disposti a cercarle.

Creare con coerenza

Come già detto, la costanza è fondamentale. Se non fate musica regolarmente, sarà molto più difficile migliorare le vostre capacità come produttori. Cercate di responsabilizzarvi e di creare un programma di produzione che abbia senso per voi. Potrebbe anche essere utile avere un compagno di responsabilità.

Che si tratti di un altro musicista, di un amico fidato o di un'altra persona, chiedete loro di aiutarvi a tenere sotto controllo la vostra musica. Comunicare i vostri progetti musicali vi aiuterà a motivarvi a fare di più.

Impiegare vincoli creativi

A volte, la parte più difficile della produzione musicale è iniziare. La produzione musicale è grandiosa e può essere sorprendente perché le possibilità sono illimitate, ma a volte le infinite possibilità possono sembrare debilitanti.

Se vi ritrovate bloccati come artisti, provate a creare una sfida o un vincolo creativo che vi aiuti a creare dei beat. Può trattarsi di qualcosa di semplice, come una scadenza per i vostri beat o la sfida di creare un beat usando solo campioni o strumenti registrati dal vivo. Cercate di spingere voi stessi e vedrete crescere le vostre capacità di creazione di beat!

Divertitevi!

Troppo spesso dimentichiamo che fare musica deve essere divertente! Non è detto che ogni brano finale vi piacerà, ma va bene così. L'arte si basa sull'autoesplorazione e sulla sperimentazione. Potreste imbattervi in una hit radiofonica lungo il percorso, ma non è questo il punto!

I tecnici audio più esperti sanno che la creazione di beat comporta molti aspetti noiosi, ma sono i momenti magici della creazione di musica che ne valgono la pena. Creare canzoni non è un'impresa da poco, datevi una pacca sulla spalla per aver intrapreso questo viaggio musicale!

Fare musica non è facile. Tuttavia, con un po' di pratica, riuscirete sicuramente a padroneggiare l'arte del beat-making in pochissimo tempo. Speriamo che questa guida vi dimostri che la creazione di beat è solo una questione di pratica, come qualsiasi altra abilità. Divertitevi a creare beat!

Date vita alle vostre canzoni con un mastering di qualità professionale, in pochi secondi!